© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Contatta il WebMaster help&faq
 
 
TeleScrivente:    Lo stagno dei caimani - ritrovato il racconto perduto di Salgari (12/04/2018)    Il 12 Ottobre 2017 chiude i battenti la storica NETEDITOR (06/10/2017)    Lacrime d’Inchiostro (19/07/2017)    L'editore più povero del mondo parla sul blog "La Casa di Carta" (24/03/2017)    Audio Antologia della Letteratura Italiana Vol. I e Vol. II (25/04/2015)    [19/04/2018] 14 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    X Premio Navarro scadenza 2018-04-20    Racconti di Donna scadenza 2018-04-20    Vinòforum scadenza 2018-04-20    Trofeo RiLL, il miglior racconto fantastico scadenza 2018-04-27    Fuori dal cassetto scadenza 2018-04-27    Le Occasioni scadenza 2018-04-29    Concorso Internazionale di Saggistica “Riscontri” scadenza 2018-04-30    Città di Latina scadenza 2018-04-30    Riviera Adriatica scadenza 2018-04-30    “Caro Fabrizio, ti racconto di un ritorno” scadenza 2018-04-30    Premio Antonio Fogazzaro scadenza 2018-04-30    Pietro Corsi scadenza 2018-04-30    Tra Secchia e Panaro scadenza 2018-04-30    Il Sogno del Poeta scadenza 2018-04-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro     L`ultimo di Giuseppe Foderaro letto da Luca Govoni    RECENSIONI     Verde Limone di Marcial Gala     Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini     Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati     Amore incompatibile di Francesco Dell´Olio     Andata e ritorno di Elena Ciurli    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi     FRANCESCO PERRI (Careri 1885 – Pavia 1975): il primo scrittore antifascista della letteratura italiana e il primo cantore dell’emigrazione meridionale     La donna indiana tra letteratura e realtà. Anita Desai e Kamala Markandaya.    Racconti     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice     Lettera ad una cucciola di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Rodolfo Walsh (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
 
 
Email
PSWD
CONSIGLI DI LETTURA
Arretrati e copie stampate
PB International
PB Interactive
IN PRIMO PIANO


OnlineUtenti connessi: 16
Utenti collegati in chat 0

Dal 01/01/2003
questo sito ha generato
99.602.188
esposizioni

 
     

Flirt di Peter Altenberg
traduzione a cura di Tania Ianni
Pubblicato su SITO



VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 13926
Media 79.54 %

“Siedo per la prima volta con un poeta”, disse lei e rabbrividiva in un certo qual modo interiormente.
Lui disse: “ Avete mani meravigliose, signorina---„
Lei sentiva: “ Un vero poeta---!”
Poi lui disse: ” Siete pallida; come stanca. Non potete farvi svegliare dal sonno di mattina, mai, mai, mai. Chi vi sveglia allora?!”
“La mamma”.
“Il sonno è il vero, forse l’unico regalo di grazia della altrimenti dura e spietata natura!”
Lei sentiva: „Come si esprime! Un vero poeta!”
Poi lui disse: “ Vorrei, come Gesù Cristo per tutte le cose universali, come il signore di Egydi, Liebknecht e Tolstoi per altro, essere un predicatore solo per la santità del sonno! L’annunciatore esaltato del santo diritto dell’organizzazione umana all’estensivo sonno che finisce da solo.! Muoviti, criminale, omicida, sterminatore, che un essere dormiente, uno, che la natura si accinge a guarire, a salvare, svegli e disturbi la stessa in questo modo nei suoi santi progetti, contrasti !
Una madre, che risveglia la propria figlia dal sonno, non è una madre!
Uno vi deve essere sacro, la Natura al suo segreto lavoro, all’organismo esausto di donare di nuovo, ciò che la battaglia spietata del giorno gli ha sottratto!Amen!”
La giovane dama sentiva: “ Un profeta, un fanatico---peccato!”
Più tardi lui disse: ”Signora! Chi meritava allora questo titolo d’onore?!? Se chiedessi ad una ragazza, che tipo di riso fosse il più nobile, lei diverrebbe muta, non lo saprebbe dire! Una dama mi disse una volta:’ Voi, mio signore, abbiamo sempre il riso più eccellente, non, Karl?! No, non sarebbe cattivo, cosa credete allora davvero?!?' Ma non aveva alcuna idea, in cosa il’riso più eccellente' si distinguerebbe!”.
La giovane dama sentiva: ”Un cuoco---peccato!”.
Poi lei disse: “Ora, in cosa si distingue?!?”
Lui: ” Ogni chicco di riso deve essere perfettamente trasparente, come prezioso alabastro, senza punti pallidi od opachi. Deve restare nella cottura abbastanza tenero e perciò in piena forma, come fosse ancora duro e crudo! Solido e tenero nello stesso tempo. Come le persone nobili.”
Lei disse abbastanza triste: ” Una 'signora ' deve allora poter capire davvero solo il riso?!?”
“No”, disse lui. “ Ma il riso, uno dei più nobili, teneri, facilmente digeribili mezzi di nutrimento, fonte di calore per il freddo della vita, rappresenta in un certo qual modo il mondo sacro del mezzo di sostituzione per le forze perdute! Aiutare l’uomo, volerlo aiutare, poterlo aiutare nella sua forza, nella sua grandezza, nei suoi ardori, nel suo alto funzionamento, si chiama essere ' signora'. Una vera signora!”
La giovane signora sentiva.” Ciò non lo capisco proprio. Uno sciocco---peccato!“
Poi parlarono ancora del frantoio di vetro per i limoni, lo " uovo di Colombo", come lui lo chiamava. Vale a dire, che lui parlava, e lei si apriva interiormente, comprensiva e partecipe. “ Se si pensi, in tempi precedenti, terribile. Si poteva ricevere il crampo del pollice, e metà succo rimanere nel limone, e gli inutili semi erano nel vetro. Adesso però, con il torchio di vetro per limoni per 50 soldi, il succo ti scorre come un chiaro ruscelletto nel sottostante canale come il deserto dei Gobi. Adesso soltanto un usuraio ed una cocotte potrebbe dire: “ Lo ho spremuto come un limone!”.
Le amiche invidiavano terribilmente la giovane ragazza, che il poeta conversasse con lei così a lungo e così urgentemente in disparte.
La prima disse: ” Di cosa potrebbero parlare?! Non ho alcuna idea.”
La altra: “ Beh, su Maeterlinck o meglio ancora su Ibsen.”.
La terza disse: “ Sull’amore!”.
La quarta: “ Sull’adulterio naturalmente.“.
La più giovane però pensava: “ Non è lo stesso, di cosa si parli con un poeta---si parla con un poeta!”.
Grömitz. Mar Baltico. Lungomare. Chioschi. Complesso musicale. Lui si sedette di fronte a un piccolo banco di gelati su un muro e guardava la vendita di gelati. La banconista gli piaceva. Egli s’immaginava, com’è, formare balle l’intero giorno, premere in coni gelato. Una donna più giovane si sedette accanto a lui e pose tra loro la sua borsetta. Il suo avambraccio destro era legato. Egli rifletteva ancora, come egli le avrebbe parlato, quando lei si alzò, andò verso il chiosco dei gelati e conversò con la banconista. Lei sembrava una autostoppista, sembrava però a casa qui. La sua borsa era ancora accanto a lui. Le donne non lasciano mai le loro borse. Poi si sedette di nuovo sul muro. “ Conosci la banconista?”- “ E’ mia collega. Mi hanno prescritto dei giorni di malattia, perché mi sono presa a causa del lavoro una tendosinovite. “. Indossava ampi pantaloni grigi. „ Io non so, cosa debba fare, andrei così volentieri a Brema, ma l’ultima volta c’erano così tante persone, lì ho disturbato.”. “ Potrei portarti con me in auto fino a Lubecca”.”Possiamo incontrarci tra due ore? Devo ancora fare le valigie”. Lei non lo conosce proprio. In auto: “ Perchè ti sei alzata e hai lasciato la borsa accanto a me?“ “ Io non riuscivo più a sopportare il silenzio.”
A Lubecca c’era ancora tempo fino alla partenza del treno. Essi gironzolarono per la città. Una venditrice di rose vendette loro le sue ultime 60 rose, un po’ sbocciate per 6 marchi. Rimasero diritti accanto ad un uomo, che suonava la lira. Lei gli gettò una rosa nel cappello, un altro passante in seguito una mela. Lei sembrava librarsi con il grande mazzo di rose al di sopra del marciapiede. Sempre i passanti vedevano dietro di loro. Lui la prese nel braccio e ballarono, salirono sulla porta degli Holstein
sul parapetto e camminarono sul prato. Giù. Così profondamente era andato giù. A lui venne in mente il titolo di un libro, che aveva letto su una vetrina: “ Tentativo, di sollevare un po’ nello spirito la porta degli Holstein”.
Venne l’ora per il treno per Brema. Quando erano dinanzi al treno, iniziò a piovere. Dal tetto del vagone cadeva sul marciapiede. Lui voleva baciarla, lei si voltò e salì.
In auto lui accese la musica.

Autore: Peter Altenberg
Traduzione a cura di Tania Ianni



Recensioni ed articoli relativi a Peter Altenberg

(1) Flirt di Peter Altenberg trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE

Recensioni ed articoli relativi a Tania Ianni

Nessun record trovato

Testi di Tania Ianni pubblicati su Progetto Babele

(1) Deledda,Grazia(1871-1936) a cura di Tania Ianni - BIOGRAFIA
(2) Il cavaliere doppio di Théophile Gautier trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(3) Il piano di Dorothy Canfield trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(4) Un ventaglio di autunno di Sui Sin Far (1865-1914) trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(5) L'amore non basta mai di Jennifer Vandever - RECENSIONE
(6) un giorno perfetto di Melania G. Mazzucco - RECENSIONE
(7) E' una lunga storia di Günter Grass - RECENSIONE
(8) Piccolo viaggio nell'anima tedesca di Vanna Vannuccini Francesca Predazzi - RECENSIONE
(9) Il mistero di Sandokan a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(10) Il ciclo dei "PIRATI DELLA MALESIA" di Emilio Salgari a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(11) Romy Schneider a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(12) La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell - RECENSIONE
(13) Narrativa per ragazzi: dal testo al cartone animato a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(14) Il libro nella era della tecnologia e di Internet: lo e-book a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(15) Rilke, Rainer Maria(1875-1926) a cura di Tania Ianni - BIOGRAFIA
>>Continua (click here)


>>ARCHIVIO TRADUZION

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2008-01-09
VISITE: 30592