Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    Dopo quindici anni, chiude la rivista Segreti di Pulcinella (ma resta il BLOG) (03/05/2018)    La biblioteca più alta del mondo (forse) (01/05/2018)    [21/10/2018] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Un Museo senza pareti. Alla scoperta degli Ecomusei del Trentino scadenza 2018-10-26    Il Prete Bambino scadenza 2018-10-30    Socc'mel...che viaggio! scadenza 2018-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Capelli struggenti di Franz Krauspenhaar     L’incredibile vicenda che portò Jack Lanarco a salvare l’iperspazio da fine certa di Vincenzo Trama     Polaroid di Davide Rocco Colacrai     Ce sto io … poi ce sta De Niro - Mario Brega Biografia di Ezio Cardarelli     Breve inventario di un’assenza di Michele Paoletti    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
31 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Un ventaglio di autunno di Sui Sin Far (1865-1914)
traduzione a cura di Tania Ianni
Pubblicato su SITO



VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 26898
Media 80.06 %

Traduzioni

Per due settimane Ming Hoan era un ospite nella casa di Yen Chow, il padre di Ah Leen, e poichè lo amore cresce molto facilmente tra un giovane e una cameriera, accadde che Ah Leen incosciamente cedette il suo cuore e Ming Hoan altrettanto incosciamente il suo a lei. Dopo il raccolto divennero consci.
Quando la loro storia fu detta a Yen Chow lui non fu molto turbato, e giurò che non disonorava la sua casa dando sua figlia a un giovane i cui genitori lo avevano promesso ad una altra.
" Cosa posso farci se tua figlia mi ama e diventa mia moglie?" rispose audacemente Ming Hoan." Siamo in America, e la colpa , se colpa c'è, non è sulle tue spalle."
"Vero!" mormorò la madre di Ah Leen , sorridendo sul suo futuro genero. " America!". Yen Chow scosse la testa." Terra in cui un uomo non conosce alcuna legge che la propria-- dove persino un figlio della Cina dimentica i suoi antenati e segue il proprio cuore."
"Signore!" ricambiò Ming Hoan, " quando il cuore umano è legato al divino, non dovremmo seguirlo?"
C'era molto più detto, ma tutto finì nel matrimonio dei giovani –e nella loro partenza. Per quello vi era il decreto severo di Chow. Ming Hoan deve affrontare i suoi genitori e metter via le nuvole di incomprensione prima di poter prendere Ah Leen.
Ed ora Ming Hoan è andato e Ah Leen è sola. Sua madre entra nella stanza. Ah Leen deve prendere del te. La moglie di Yen Chow conduce sua figlia nello ampio ingresso, dove sono tenuti i rinfreschi. Le cerimonie usuali che avvenivano su un matrimonio, e che nel caso dei cugini di Ah Leen, Ah Toy e Mai Gwi Far, era durato più di una settimana, dovettero essere posposte dino al ritorno dalla Cina di Ming Hoan.
Sua madre si congratulò con lei. Ming Hoan è buono da vedersi, saggio oltre i suoi anni e aveva visto il viso del mondo. La sua fortuna non è grande, ma crescerà. Pensiero più confortante di tutti, non ci sarà suocera da servire o a cui obbedire. La casa di Ming Hoan per molti anni a venire sarà nella grande città di New York.
Vedi, c'è Ah Chuen, la moglie del medico di erbe medicinali e Sien Tau, la madre del Presidente della Water Lily Society. Stanno venendo a augurarle felicità. Sono donne di buon cuore, e anche se la loro classe è inferiore a quella della moglie di Yen Chow, i loro doni provano naturale miglioramento. Così la madre di Ah Leen.
" Madre", mormora Ah Leen, " Ti prego di scusarmi gentilmente con i vostri amici".
Le porta il suo te in veranda, e , seduta su un rocker di bambu, riflette su Ming Hoan. E' sia felice che triste. Felice di essere una sposa, ma triste perchè sola.
Era stata una strana cerimonia—quel matrimonio. Non è consuetudine , persino in America, per una sposa cinese rimanere sotto il tetto di suo padre, e solo perchè, nel suo braccio piegato, lei aveva asciugato le sue lacrime, Ah Leen potrebbe realizzare se stessa la moglie di Ming Hoan.
Che bella giornata! Al di sopra di lei una cupola blu, che diventa bianca appena discende al mare. Attorno a lei colline curvilinee, pendenti , coperte di un tenero verde; qui e lì zone di colore entusiastico, abbagliante—fiori della California. E' primavera—la primavera dello anno. Un piccolo canto di gioia fuoriesce dalle labbra di Ah Leen. E' buono amare ed essere amati anche se--
Cosa sta dicendo quella Lee A-Chuen? " E' un peccato che Yen Chow potrebbe aver mandato via lo sposo. La gioventù è gioventù e presto dimentica. La sorella di mia madre mi scrive che la scelta dei suoi genitori è la più bella tra tutte le belle ragazze della Province dei Rippling Rivers" . Il giorno si era improvvisamente scurito per Ah Leen.
Cinque lune sono passate da quando Ming Hoan riesaminò il mare, e nessuna lettera—nessun messaggio—neanche una parola era venuta alla sua sposa in attesa. Ma è sospirato in tutte le famigli di mercanti cinesi che Ming Hoan, ignorando il suo primo matrimonio, che, essendo non consentito dai suoi genitori, potrebbe appena essere considerata vincolante, aveva preso a se come moglie nella propria terra Fi Shui, la figlia dello amico di suo padre.
I cugini di Ah Leen la considerano con sguardi pietosi mentre sospirano tra loro stessi" Un ventaglio di autunno! Un ventaglio di autunno!"
Ah Leen li incontra con serena approvazione. Il suo amico americano suggerisce che lei dovrebbe ottenere il divorzio; che quella è il solo corso aperto per una moglie deserta che si augura di conservare il proprio auto-rispetto.
" Una moglie deserta!" le fa eco Ah Leen. " Ah, no; è stato mio padre che lo costrinse a lasciarmi. E quello che ha fatto che dovrei divorziare da lui? Gli uomini non possono vivere sui ricordi, ed è perfettamente giusto e corretto, poichè non potrebbe prendere a sè una altra moglie."
Nel periodo dello anno in cui i cieli piangono, come dicono i Cinesi, vengono notizie della nascita di un figlio a Ming Hoan.
Contro la ragazza americana guarda simpaticamente il viso della prima moglie dello uomo a cui un figlio è nato da un'altra donna. Sun Lin, moglie del Sam Yup Chief, porta la notizia alla casa di Yen Chow. E' tramonto e la ragazza americana siede sul porticato con Ah Leen.
" Gioia!" grida Ah Leen. " Mio marito ha un figlio!"
E lei stessa, su carta rossa, invia notizia dello evento a coloro dei suoi amici che non hanno ancora saputo ciò. Queste note sono orgogliosamente firmate: " Ming Ah Leen, Prima Moglie di Ming Hoan".
Lo anno va avanti. Giunge a casa di Yen Chow un mercante cinese di ricchezza e influenza. I suoi occhi si posano spesso su Ah Leen. Bisbiglia a suo padre. Yen Chow tira boccate dalla sua pipa e riflette: Sicuramente una grande offesa è stata posta sulla sua famiglia. Un divorzio mostrerebbe proprio orgoglio. Non era il modo cinese, ma non stava morendo il vecchio ordine ed il nuovo prendendo il suo posto? Si, anche in Cina, la vecchia nazione che era sembrata come se volesse rimanere sempre vecchia. Parla a Ah Leen.
" No, padre, no", ricambia lei. " tu hai potere di mandare via il mio amore da me, ma tu non puoi costringermi a tendere le mie braccia a un altro".
" Ma", protesta sua madre, " il tuo amante ti ha dimenticato. Un altro gli ha partorito un bambino.".
Una fiamma si affrettò sul viso di Ah Leen; in seguito diventa pallida come un giglio d'acqua. Lei pinza una foglia di geranio profumato, la schiaccia tra le dita e la getta via. Il profumo è attillato alle mani che pone sul petto di sua madre.
"Così", dice lei, " la fragranza del mio amore sgualcito sarà sempre attillato a Ming Hoan."
E' sera. Le luci elettriche stanno brillando attraverso le viti. Fuori dalla penombra oltre il loro raggio giunge un uomo. La ragazza americana, seduta in un angolo calmo della veranda, vede il suo viso. E' entusiasta e gli occhi sono pieni di amore e destino. Poi lei vede Ah Leen. Stanca del pettegolezzo da donna, la ragazza è venuta per fissare la luna, pendente nel cielo sopra di lei come una pallida perla gialla.
C'è un grido dall'uomo che si avvicina. E' echeggiato dalla ragazza. In un momento lei sta inclinandosi sul suo petto.
" Ah!" piange lei, sollevando la testa e guardandolo negli occhi. " Sapevo che sebbene ti ha legato con legami umani, a me eri legata da amore divino"
" Un altro! Legami umani!" esclama il giovane uomo. Esclama senza spiegare—perchè i peccati dei genitori non devono essere scoperti—perchè c'è stato silenzio tra loro per così tanto tempo. "Ah Leen, tu risiedi solo sul tuo amore per me. Non ti ho offerto, " Non ti dimenticare che io ti amo!".
La ragazza americana ruba. La felice Ming Hoan è inconsapevole che quando lei si sposta leggermente da lui e da sua sposa sta ripetendo a se stessa le sue parole, e sperando che non è troppo tardi per mandare a qualcuno un messaggio di ricordo.

Sui Sin Far (pseudonimo di Edith Maude Eaton; 15 Marzo 1865 – 7 Aprile 1914) è nota soprattutto per avere raccontato la vita degli immigrati cinesi in Nord America e delle prime generazioni di cinesi-americani.
Nata a Macclesfield, contea di Cheshire, in Inghilterra, Edith Maude era figlia di un commerciante inglese, Edward Eaton, e di Grace "Lotus Blossom" Trefusis, originaria di Shanghai e figlia adottiva di un missionario inglese. "Sui Sin Far", in cantonese, significa "narciso", fiore molto amato dai cinesi.
Nel 1870 la famiglia Eaton si trasferì negli Stati uniti e poi, definitivamente, a Montreal. A causa delle ristrettezze economiche (Sui aveva quattordici tra fratelli e sorelle), gli Eaton dovettero abbandonare l'istruzione pubblica, cosa che non impedì nè a Edit Maude nè alla sorella minore Winnifred (nota con lo pseudonimo di Onoto Watanna) di diventare apprezzate scrittrici.
Dopo la pubblicazione di numerosi articoli sulla vita degli immigrati cinesi apparsi su vari quotidiani di lingua inglese a Montreal, Sui si trasferì a Seattle e poi a Boston, dove trovò lavoro come segretaria in uno studio legale. I primi racconti vedono la luce a partire dal 1896 e vengono raccolti in un'antologia nel 1912.
Bibliografia essenziale: Mrs. Spring Fragrance (1912), Chan Hen Yen, Chinese Student (1912), A Love Story from the Rice Fields of China (1911), The Bird of Love (1910), An Autumn Fan (1910), Leaves from the Mental Portfolio of an Eurasian (1909), A Chinese Ishmael (1899). (MRC)

Fonte: WIKIPEDIA

Autore: autunno di Sui Sin Far
Traduzione a cura di Tania Ianni



Recensioni ed articoli relativi a autunno di Sui Sin Far

(1) Un ventaglio di autunno di Sui Sin Far (1865-1914) trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE

Recensioni ed articoli relativi a Tania Ianni

Nessun record trovato

Testi di Tania Ianni pubblicati su Progetto Babele

(1) Deledda,Grazia(1871-1936) a cura di Tania Ianni - BIOGRAFIA
(2) Il cavaliere doppio di Théophile Gautier trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(3) Il piano di Dorothy Canfield trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(4) Un ventaglio di autunno di Sui Sin Far (1865-1914) trad.di Tania Ianni - TRADUZIONE
(5) L'amore non basta mai di Jennifer Vandever - RECENSIONE
(6) un giorno perfetto di Melania G. Mazzucco - RECENSIONE
(7) E' una lunga storia di Günter Grass - RECENSIONE
(8) Piccolo viaggio nell'anima tedesca di Vanna Vannuccini Francesca Predazzi - RECENSIONE
(9) Il mistero di Sandokan a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(10) Il ciclo dei "PIRATI DELLA MALESIA" di Emilio Salgari a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(11) Romy Schneider a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(12) La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell - RECENSIONE
(13) Narrativa per ragazzi: dal testo al cartone animato a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(14) Il libro nella era della tecnologia e di Internet: lo e-book a cura di Tania Ianni - ARTICOLO
(15) Rilke, Rainer Maria(1875-1926) a cura di Tania Ianni - BIOGRAFIA
>>Continua (click here)


>>ARCHIVIO TRADUZION

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2010-11-01
VISITE: 50979


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.