CONCORSI LETTERARI


Il Comune di Borgo Pace in collaborazione con l’Unione Montana Alta Valle del Metauro di Urbania, l’Assemblea Legislativa della Regione Marche, il Provveditorato di Pesaro e Urbino e LIBRARIA Il Palcoscenico del Libro

V Edizione Concorso Letterario
Un territorio da fiaba

Scadenza: 28 Marzo 2017
Tassa di iscrizione: NON APPLICABILE

Per: poesie inedite



Bando completo:

REGOLAMENTO

SEZIONE 1- SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO

Art. 1 - OGGETTO

Il concorso, aperto a tutte le scuole secondarie inferiori del territorio regionale, è gratuito e prevede la realizzazione di fiabe in lingua italiana. Le fiabe dovranno essere scritte.

Si potrà partecipare con una fiaba creata dal gruppo classe. La fiaba potrà essere anche corredata di segni e illustrazioni con tecnica libera (formato A4) o da prodotti multimediali della durata massima di 5 min. Le illustrazioni e i prodotti multimediali impiegati per aderenza al testo e suggestione concorrono all’assegnazione di premi speciali. Gli elaborati letterari non dovranno superare le 5 cartelle e dovranno essere presentati in due copie stampate. Con il termine cartelle si intendono le singole pagine redatte in formato A4. Ciascuna cartella potrà contenere un massimo di 1500 caratteri (equivalenti a 25 righi di 60 caratteri) spazi compresi.  Una copia della scheda di partecipazione dovrà essere allegata alla fiaba. Dovrà essere inviata, inoltre, copia dell’elaborato su CD (contenente anche il testo in formato word e l’elenco dei ragazzi che hanno realizzato il lavoro) o DVD. Le opere dovranno essere presentate rilegate/cucite con copertina e titolo.

Art. 2 - MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione è GRATUITA, ed è aperta a tutti i ragazzi delle scuole secondarie inferiori con opere inedite ed implica l’accettazione del presente regolamento. Le scuole che intendono partecipare dovranno far pervenire la scheda di partecipazione allegata al presente bando entro il 28 marzo 2017 (obbligatoria, pena l’esclusione dal concorso) e gli elaborati unitamente ad una scheda - con breve relazione sulla modalità della realizzazione - in busta chiusa entro il 15 maggio 2017 al seguente indirizzo:

CONCORSO REGIONALE “Un territorio da fiaba”

c/o Comune di Borgo Pace

PIAZZA DEL PINO, N. 3

61040 – BORGO PACE (PU)

Art. 3 - TEMATICHE DEGLI ELABORATI

La tematica proposta per la 5^ edizione del concorso sarà:

«C’era una volta un carbonaio nell’Alta Valle del Metauro…»

La fiaba dovrà avere come protagonista un carbonaio, un mestiere molto antico e fiabesco, e naturalmente dovrà essere ambientata nelle terre dell’Alta Valle del Metauro, evocandone non soltanto la geografia quanto anche le tradizioni e le usanze. Pur nel rispetto della struttura classica dovrà avere al suo interno i paesaggi mutevoli dell’Alpe della Luna e della strada di Bocca Trabaria, potrà essere ambientata nei vari comuni che la formano (Urbino, Fermignano, Urbania, Peglio, Sant’Angelo in Vado, Mercatello sul Metauro, Borgo Pace), dovrà parlare di pievi isolate e borghi medioevali dell’Alta Valle Metauro ma anche di corti rinascimentali come Urbino e la Signoria dei Montefeltro. 

Questi luoghi dalla bellezza mozzafiato, con i loro monti e le loro foreste, da sempre hanno ospitato una comunità di uomini e donne di spiccate capacità creative, che hanno lasciato in eredità un grande patrimonio di conoscenza artigianale. Il mestiere del carbonaio, infatti, rappresenta una di queste antiche sapienze, capace di trasformare attraverso un processo, quasi alchemico, il legno in carbone vegetale. Ancora oggi a Borgo Pace esiste una piccola comunità di carbonai e boscaioli che non si è arresa alle regole del mercato globale e alle logiche del risparmio a scapito della qualità, continuando, anno dopo anno, a dedicarsi anima e corpo alla produzione del carbone che viene impiegato in molteplici e meravigliosi modi (per disegnare, per esempio, oppure per cuocere il cibo).

La capacità di trasformare i prodotti della terra in strumenti utili e belli rappresenta forse una delle caratteristiche più affascinanti dell’artigianato, pertanto nella fiaba potranno essere inseriti anche altri mestieri (ricamatrici e tintori, scalpellini, falegnami e fabbri, calzolai, sarte, fornai e mugnai), poiché le fiabe popolari di una volta raccontavano spesso le vicende di protagonisti vicini alla vita di tutti e quindi popolate da personaggi appartenenti perlopiù al mondo artigianale e di bottega. Un mondo che ieri era realtà e che oggi merita maggiore attenzione per permettere anche ai giovani di riscoprire le meraviglie che si celano dietro la capacità di saper lavorare con le mani.

Art. 4 - CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

Ogni classe può presentare un solo elaborato che sarà accompagnato dalla DICHIARAZIONE DI ORIGINALITA’ dell’opera da parte della scuola.

Il materiale inviato non sarà restituito.

Non saranno ammessi elaborati che non perverranno secondo le modalità e i termini previsti dall’articolo 2 del presente bando.

Art. 5 - CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI

Tutte le fiabe inviate, purché in possesso dei requisiti, verranno selezionati da una Commissione di esperti il cui giudizio sarà insindacabile. La Commissione selezionerà tre elaborati.

Art. 6 - ASSEGNAZIONE DEI PREMI E MANIFESTAZIONE DI PREMIAZIONE

A tutte le scuole selezionate saranno consegnati i seguenti riconoscimenti:

- Attestato con motivazione della Giuria

- Attestato di partecipazione e di riconoscimento

Alle scuole classificatesi nei primi tre posti di questa sezione saranno assegnati i seguenti premi:

1° CLASSIFICATO: Premio   € 300

2° CLASSIFICATO: Premio   € 200

3° CLASSIFICATO: Premio  € 100

Le scuole vincitrici possono esibirsi con canti, balli o performance inerenti il lavoro svolto. La durata massima dell’esibizione non dovrà superare i 10 minuti. I gruppi partecipanti dovranno sostenere le spese di soggiorno (saranno indicati le strutture convenzionate). Il calendario della manifestazione sarà comunicato con sufficiente anticipo.

Tutte le spese di viaggio e soggiorno saranno a carico dei partecipanti.

Art. 7 - UTILIZZO DEI MATERIALI AMMESSI AL CONCORSO

Il materiale inviato non sarà restituito. Contestualmente all’invio degli elaborati, gli autori autorizzano al trattamento dei dati personali ai soli fini istituzionali legati al concorso, ivi compresi la comunicazione, l’informazione e la promozione, in conformità alla Legge 675 del 31.12.1996 e successive modificazioni. I dati raccolti non verranno in alcun caso comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse da quelle del concorso.

Art. 8 - REGOLAMENTO

La partecipazione al concorso comporta l’accettazione del regolamento.

Art. 9 - EVENTUALI VARIAZIONI

Il presente regolamento potrà subire variazioni. Nel periodo di vigenza del presente Regolamento, l’Organizzazione ha facoltà di apportarvi integrazioni e modifiche per esigenze organizzative e funzionali. L’Organizzazione potrà altresì, per fatti imprevisti o sopravvenuti, introdurre modifiche ed integrazioni al regolamento medesimo a tutela e salvaguardia del livello artistico del Concorso.

Per informazioni rivolgersi a:

Comune di Borgo Pace Piazza del Pino 3, 61040 Borgo Pace (PU) , tel. 0722.816048 segreteria@comune.borgo-pace.ps.it; turismo@comune.borgo-pace.ps.it

Renata Gostoli  cell. 333.3033434  (Direttrice del concorso)

Daniele Aluigi    cell. 338.3626080  (LIBRARIA Il Palcoscenico del Libro)      

    

SEZIONE 2- FUORICLASSE (ASPIRANTI SCRITTORI DAI 16 AI 99 ANNI)

Art. 1 - OGGETTO

Il concorso, aperto a tutte le persone del territorio nazionale, di età superiore ai 16 anni (compiuti entro il 28/02/2017), prevede la realizzazione di fiabe in lingua italiana. Le fiabe dovranno essere scritte.

Si potrà partecipare con una sola fiaba e creata individualmente. La fiaba potrà essere anche corredata di segni e illustrazioni con tecnica libera (formato A4) o da prodotti multimediali (audio e/o video) della durata massima di 5 min. Le illustrazioni e i prodotti multimediali impiegati per aderenza al testo e suggestione concorreranno all’assegnazione di premi speciali. Gli elaborati letterari non dovranno superare le 5 cartelle e dovranno essere presentati in due copie stampate. Con il termine cartelle si intendono le singole pagine redatte in formato A4. Ciascuna cartella potrà contenere un massimo di 1500 caratteri (equivalenti a 25 righi di 60 caratteri) spazi compresi. Una copia della scheda di partecipazione dovrà essere allegata alla fiaba. Dovrà essere inviata, inoltre, copia dell’elaborato su CD (contenente anche il testo in formato word ed un curriculum vitae dell’autore) o DVD. Le opere dovranno essere presentate rilegate /cucite con copertina e titolo.

Art. 2 - MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione prevede spese di segreteria di euro 10,00, da versarsi su c/c postale n. 13312616 o tramite bonifico bancario sul seguente IBAN IT 23 Z 06055 68350 0000 0000 3169, intestati al Comune di Borgo Pace - Serv. Tesoreria, la cui ricevuta dovrà essere inserita nella busta dei materiali, e con la sola causale “Partecipazione Premio Fiaba 2017”. La partecipazione è aperta a tutte le persone di età superiore ai 16 anni (compiuti entro il 28/02/2017) e con opere inedite, ed implica l’accettazione del presente regolamento. Le persone che intendono partecipare dovranno far pervenire la scheda di partecipazione allegata al presente bando entro il 28 marzo 2017 (obbligatoria, pena l’esclusione dal concorso) e gli elaborati unitamente ad una scheda - con breve relazione sulla modalità della realizzazione - in busta chiusa entro il 15 maggio 2017 al seguente indirizzo:

CONCORSO REGIONALE “Un territorio da fiaba”

c/o Comune di Borgo Pace

PIAZZA DEL PINO, N. 3

61040 – BORGO PACE (PU)

Art. 3 - TEMATICHE DEGLI ELABORATI

La tematica proposta per la 5^ edizione del concorso (la 1^ edizione per la Sezione adulti) sarà:

«C’era una volta un carbonaio nell’Alta Valle del Metauro…»

La fiaba in questione dovrà avere come protagonista la figura del carbonaio (e non altri personaggi come animali umanizzati, tipici delle favole), un mestiere antichissimo e dal sapore fiabesco, e naturalmente dovrà essere ambientata nelle terre dell’Alta Valle del Metauro, evocandone non soltanto la geografia quanto anche le tradizioni e le usanze stesse. Pur nel rispetto della struttura classica dovrà avere al suo interno i paesaggi mutevoli e mozzafiato dell’Alpe della Luna e della strada di Bocca Trabaria, potrà essere ambientata nei vari comuni che la formano (Urbino, Fermignano, Urbania, Peglio, Sant’Angelo in Vado, Mercatello sul Metauro, Borgo Pace), dovrà parlare di pievi isolate e borghi medioevali dell’Alta Valle Metauro ma anche di corti rinascimentali che come Urbino e la Signoria dei Montefeltro, hanno ospitato nel fiorente rinascimento, importanti personaggi della storia.

La fiaba dovrà ispirarsi alle vite di uomini e donne esistiti nelle epoche passate o che ancora oggi vivono e lavorano nella zona, le cui vicende raccolgono in eredità un grande patrimonio di conoscenza artigianale. La capacità di trasformare i prodotti della terra in strumenti di profonda bellezza o di fine utilità rappresenta forse una delle caratteristiche che più qualificano l’essenza stessa del lavoro artigianale, un atto di curiosità che genera conoscenza e quindi rende capaci di creare, divenendo artisti “a piene mani”. Il piacere e l’utilità del lavoro manuale tramandato da generazioni è comune a tutti gli artigiani, carbonai compresi, pertanto nella fiaba potranno ruotare, come personaggi secondari rispetto al protagonista carbonaio, anche altri mestieri di antica tradizione (scalpellini, falegnami e fabbri, calzolai, sarte, ricamatrici e tintori, fornai e mugnai) i quali, tutti insieme, riflettevano uno specifico sistema sociale. Nelle fiabe popolari di una volta, infatti, ritroviamo spesso raccontate le vicende di protagonisti vicini alla vita di tutti e quindi appartenenti perlopiù al mondo artigianale e di bottega.

A tal riguardo, nella valutazione avrà un valore aggiunto il lavoro di ricerca storiografica e biografica in grado di riportato alla luce, sia pure in ambiente fantasioso, i carbonai realmente esistiti, o ancora esistenti, e i luoghi deputati alle carbonaie dell'Alta Valle del Metauro, come la Valle di Parchiule.

Art. 4 - CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

Ogni partecipante può presentare un solo elaborato che sarà accompagnato dalla DICHIARAZIONE DI ORIGINALITA’ dell’opera.

Il materiale inviato non sarà restituito.

Non saranno ammessi elaborati che non perverranno secondo le modalità e i termini previsti dall’articolo 2 del presente bando.

Art. 5 - CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI

Tutte le fiabe inviate, purché in possesso dei requisiti, verranno selezionati da una Commissione di esperti il cui giudizio sarà insindacabile. La Commissione selezionerà tre elaborati.

Art. 6 - ASSEGNAZIONE DEI PREMI E MANIFESTAZIONE DI PREMIAZIONE

A tutti i partecipanti selezionati saranno consegnati i seguenti riconoscimenti:

- Attestato con motivazione della Giuria

- Attestato di partecipazione e di riconoscimento

Ai partecipanti classificatisi nei primi tre posti di questa sezione saranno assegnati i seguenti premi:

1° CLASSIFICATO : Premio   €  500

2° CLASSIFICATO: soggiorno di un weekend a Borgo Pace

3° CLASSIFICATO: soggiorno di una giornata a Borgo Pace

I vincitori potranno esibirsi con canti, balli o performance inerenti il lavoro svolto. La durata massima dell’esibizione non dovrà superare i 10 minuti. I partecipanti dovranno sostenere le spese di soggiorno (saranno indicate le strutture convenzionate). Il calendario della manifestazione sarà comunicato con sufficiente anticipo.

Tutte le spese di viaggio e soggiorno saranno a carico dei partecipanti.

Art. 7 - UTILIZZO DEI MATERIALI AMMESSI AL CONCORSO

Il materiale inviato non sarà restituito. Contestualmente all’invio degli elaborati, gli autori autorizzeranno al trattamento dei dati personali ai soli fini istituzionali legati al concorso, ivi compresi la comunicazione, l’informazione e la promozione, in conformità alla Legge 675 del 31.12.1996 e successive modificazioni. I dati raccolti non verranno in alcun caso comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse da quelle del concorso.

Art. 8 - REGOLAMENTO

La partecipazione al concorso comporterà l’accettazione del regolamento.

Art. 9 - EVENTUALI VARIAZIONI

Il presente regolamento potrà subire variazioni. Nel periodo di vigenza del presente Regolamento, l’Organizzazione ha facoltà di apportarvi integrazioni e modifiche per esigenze organizzative e funzionali. L’Organizzazione potrà altresì, per fatti imprevisti o sopravvenuti, introdurre modifiche ed integrazioni al regolamento medesimo a tutela e salvaguardia del livello artistico del Concorso.

Per informazioni rivolgersi a:

Comune di Borgo Pace Piazza del Pino 3, 61040 Borgo Pace (PU) , tel. 0722.816048 segreteria@comune.borgo-pace.ps.it; turismo@comune.borgo-pace.ps.it

Renata Gostoli  cell. 333.3033434  (Direttrice del concorso)

Daniele Aluigi    cell. 338.3626080  (LIBRARIA Il Palcoscenico del Libro)


Per informazioni:
Renata Gostoli
Tel: 333.3033434
Email: segreteria@comune.borgo-pace.ps.it
URL: http://www.comune.borgo-pace.pu.it/c041006/po/mostra_news.php?id=146&area=H

 

 


Importante! I bandi e/o comunicati stampa qui riportati sono pubblicati sul sito di Progetto Babele gratuitamente ed a puro titolo di cortesia, nell'ottica di fornire un servizio culturale gratuito agli utenti del sito. Gli organizzatori dei vari concorsi/eventi/corsi etc. sono e restano gli unici responsabili della veridicità di quanto dichiarato, similmente è a loro che deve essere indirizzata qualsiasi richiesta di informazioni e/o chiarimento.

 


VISITE: 132

 



Chiudi la finestra