Progetto Babele FUMETTI
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cosa è PB Autori Collabora con noi
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    [19/06/2019] 8 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Internazionale di Letteratura Città di Como scadenza 2019-06-20    Good Morning my future scadenza 2019-06-20    Antonietta Rongone scadenza 2019-06-25    Lo Splendore Del Talento - Scintille D’Arte - 2019 scadenza 2019-06-28    Cenerentola con gli stivali scadenza 2019-06-30    Elena M. Coppa scadenza 2019-06-30    Aneddoti dal cuore 2019 scadenza 2019-06-30    VERSI IN VOLO scadenza 2019-07-01    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi    RECENSIONI     8 e un quarto di Paquito Catanzaro     Ho gettato Dio in pattumiera di Bruno Previtali     Insabel di Vera Ambra    I paradossi dell’esistenza di Laura Rapicavoli     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Alla mia terra di Agane, campi e acque sorgive     Joseph Conrad ovvero il mare professionale    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
32 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Storia della Marvel in Italia
Undicesima parte
a cura di Marco Rufolon
i



Il 1980 cominciò sotto buoni auspici: il ritorno di Shang-Chi in edicola, l'arrivo di due nuove serie cronologiche giganti di ristampe (dedicate a Capitan America ed ai Vendicatori), due nuovi bimestrali (Conan e L'incredibile Hulk) non lasciavano presagire quanto sarebbe successo da lì a poco. Infatti, dopo pochi mesi, il prezzo di copertina balzò a 500 Lire (700 Lire per i giganti): fu il colpo di grazia, i pochi lettori rimasti voltarono la faccia al mondo del fumetto e si dedicarono all'animazione giapponese (è il momento di personaggi come Jeeg Robot, Mazinga, Gundam, Danguard, ecc...). Entro il breve lasso di tempo di un anno chiusero (con la sola eccezione dell'Uomo Ragno Gigante) tutte le testate supereroistiche in vita all'inizio del 1980. Tra giugno e luglio del 1980 chiusero i battenti Gli Eterni, Devil Gigante, Thor e i Vendicatori, I Difensori e persino la neonata testata di Shang-Chi; l'anno successivo fu il turno invece di Uomo Ragno, Fantastici Quattro, Fantastici Quattro Gigante, Vendicatori Gigante, Capitan America Gigante e Conan. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa successe partendo come al solito da L'Uomo Ragno.

Ultimo anno di vita per la storica testata ragnesca: chiuse infatti col n.283, uscito a fine febbraio 1981. Che dire di questi ultimi 33 albi? Innanzi tutto la qualità delle storie provenienti dall'America si era molto abbassata (è risaputo che la fine degli anni '70 fu caratterizzata negli States da una produzione davvero non eccelsa). Sta di fatto che delle storie pubblicate, se si eccettuano i due episodi conclusivi dell'Uomo Lupo, rimasti nel cassetto per più di due anni e realizzati da uno stupendo Perez, non ce n'è nessuna degna di essere citata. Davvero scadenti le tre serie dell'Uomo Ragno, così come furono scadenti gli episodi di Hulk. In controtendenza invece Iron Man, realizzato dal giovanissimo John Romita jr., con storie finalmente ben confezionate, e Devil che, grazie al contributo di Gene Colan ed ai testi di Roger McKenzie, cominciò a risalire la china. Nel complesso una testata appena sufficiente.

Ultimo appuntamento anche per la testata dedicata al fantastico quartetto, che arrivò al capolinea col n.259. Anche per i Fantastici Quattro vale il giudizio dato per la testata dell'Uomo Ragno anche se, in questo caso, qualche picco qualitativo ci fu: degno di nota infatti l'ennesimo conflitto col Dottor Destino (nn.234-236), terminato con la follia del Dottore in armatura causata dall'aver dovuto guardare l'immagine del proprio viso deturpato riflessa in migliaia di specchi. Ben poco da dire sulle storie tratte da Marvel Two-in-One disegnate da Ron Wilson, anche se verso la fine si comincia ad intravedere qualche lieve miglioramento. In appendice tanti personaggi: cominciamo con Miss Marvel che, almeno sotto il punto di vista dei testi si salvò, visto che furono realizzati da Chris Claremont, proseguiamo con la Donna Ragno, disegnata da un Carmine Infantino sicuramente non nel periodo migliore, ed approdiamo infine alla Pantera Nera di Kirby, disegnata in maniera geniale, come al solito, ma con storie fantascientifiche ed improbabili, lontane anni luce dallo stile lirico ed intenso di Don McGregor. Restano tanti episodi isolati: partiamo da Super Villain Team-Up n.16 su FQ n.244 (restano quindi inediti il n.15 ed il n.17 di questa serie), due episodi dello Spaventapasseri, un personaggio horror comparso rapidamente nei nn.241-242, un episodio per ciascuno di Capitan America e dei Difensori (rispettivamente sui nn.258-259), un episodio di Nick Fury ed uno di Satàna, tratti dal mensile Marvel Premiere, ed infine il serial tutto da dimenticare di Sinbad il marinaio che accompagnò ingloriosamente il tramonto della testata.

Anche Thor e i Vendicatori chiuse, e precisamente col n.243. Questi ultimi numeri presentarono però materiale piuttosto buono, su cui spiccano le trame del "falso Ragnarok" per quanto riguarda Thor (nn.226-227 e 240-242) e la saga di Michael per quanto riguarda i Vendicatori (nn.236-238). In appendice Ghost divise le pagine con gli Invasori di Frank Robbins e con la fugace apparizione del Capitan America di Sal Buscema. Come "riempitivo" furono utilizzate alcune riduzioni di notissimi racconti di fantascienza: spiccano gli arcinoti "Il distruttore nero" (da un racconto di Alfred E. Van Vogt) ed "Arena" (da un racconto di Fredric Brown). Tra le altre cose segnalo racconti brevi della "Legione dei Mostri", dei "Tre Guerrieri" e di Ercole. Come curiosità riporto il fatto che il racconto di Bloodstone (che avrebbe dovuto concluderne l'avventura) è stato pubblicato solo in parte nel n.243, l'ultimo della serie. Non credo che nessuno si prenderà mai la briga di pubblicare questa storia che pertanto non verrà mai terminata.

Ultimi 7 numeri anche per Gli Eterni: la mitica testata chiuse infatti col n.29, con grande rimpianto di tutti gli appassionati. Il mensile, orfano fin dal n.19 degli Eterni (i personaggi), continuò la sua corsa contando su Nova, che comunque arrivò al capolinea col n.27, sui Guardiani della Galassia, le cui avventure terminarono sul n.28, su Cybernus, la prima versione del nostro Deathlok, di cui restano inedite quattro avventure, e su Mister Macchina di cui, terminato il ciclo disegnato da Jack Kirby, restano inediti ben nove episodi a firma di Steve Ditko. Da segnalare la momentanea apparizione degli X-Men sul n.29 ed il breve ciclo dell'Uomo 3-D, rimasto purtroppo incompiuto: oltre alla mezza storia rimasta inedita per la chiusura della testata, manca all'appello anche l'episodio di Hulk che avrebbe concluso la storia... è tra quelli saltati dalla Star. Un giudizio più che positivo per questi fascicoli da parte mia.

Della fine della serie dedicata ai Difensori abbiamo già parlato nella scorsa puntata, stessa sorte seguì anche la neonata serie di Shang-Chi, maestro del kung-fu, dopo soli 5 numeri. Come aveva promesso nell'ultimo numero della prima serie dedicata al maestro delle arti marziali, Secchi propose un nuovo mensile a colori formato comic-book a 48 pagine. Ospiti dell'albo, oltre a Shang-Chi, anche Luke e Dracula. Sempre brillante dal punto di vista grafico il figlio di Fu-Manchu, fu seguito da Luke di cui segnalo i due episodi sui nn.4-5 (di Claremont e Byrne) che introdussero il team-up Power Man / Iron Fist, che avrebbe avuto un grande seguito in America ma che in Italia deve ancora essere pubblicato (più di 70 storie inedite). Di Dracula si fece appena in tempo a vedere un lungo annual di Don Heck su cui stendo un velo pietoso. La testata non era male, ma il momento di crisi che aveva investito la Corno quell'anno ne limitò la vita a soli 5 numeri: troppo pochi per una valutazione credibile.

Un'altra serie nuova, nata proprio nel 1980, fu "L'incredibile Hulk". La testata, inizialmente bimestrale, poi mensile, fu dedicata per i primi 10 numeri alla serie americana "Rampaging Hulk", che presentava storie realizzate con un sistema di colorazione ad acquarello, graficamente all'avanguardia. Purtroppo i testi di quelle storie non sono un granchè, in quanto si ispirano alle trame dei telefilm dedicati al gigante verde. In appendice all'albo ci furono avventure dedicate a Moon Knight ed a Dominic Fortune. A partire dal n.11 poi, terminata la rivista Rampaging Hulk, la testata si trasformò in una serie cronologica cominciando a riproporre le classiche storie del gigante di giada, e così andò avanti fino al n.38, numero con cui la serie si concluse.

L'altro bimestrale a vedere la luce (con scarsa fortuna: si concluse ingloriosamente col n.9) fu quello dedicato a Conan, in formato comic-book, ma con 160 pagine in b/n. In questi nove volumetti si possono trovare le ristampe degli episodi già pubblicati nei classici A.S.E. e su Conan e Ka-Zar, con qualche inedito astutamente inserito a ravvivare l'interesse. Paradossalmente la serie si arrestò dopo aver dato alle stampe il primo episodio della saga di Belit, la stessa che la Comic Art avrebbe ripreso otto anni più tardi nel suo "Conan Colore".

Chiuse anche la collana Super-Fumetti in Film, col n.18. Dedicato al fantastico mondo della Marvel fu il n.17, con un eccellente Frankenstein, disegnato dal bravissimo Mike Ploog, che propose i primi otto episodi della serie Marvel dedicata alla creatura di Mary Shelley. Sempre a proposito di questa collana, mi rendo conto solo ora di non aver mai citato il n.6, dedicato a Dracula (era però un volume di ristampe). Mi scuso per la dimenticanza.


continua ...
A cura di Marco Rufoloni
marco.rufoloni@casaccia.enea.it

<<DECIMA PARTE

>>Progetto Babele Speciale Fumetti

 

VISITE: 3219
dal 30/03/08

© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.