© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Contatta il WebMaster help&faq
 
 
PB NEWS:    [19/07/2017] Lacrime d’Inchiostro    [24/03/2017] L'editore più povero del mondo parla sul blog "La Casa di Carta"    [25/04/2015] Audio Antologia della Letteratura Italiana Vol. I e Vol. II    [13/06/2012] Terremoto in Emilia - sospensione temporanea attività Progetto Babele    [21/08/2017] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    ULTIMI INSERIMENTI SUL SITO AL 21/08/2017    Recensioni     Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati     Amore incompatibile di Francesco Dell´Olio     Andata e ritorno di Elena Ciurli     L´anno prossimo a Gerusalemme di Andrè Kaminski    Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini    Il parere di PB     Sesso, droga e rococò - Storia del falsetto dai castrati all di Massimo Di Vincenzo     C è un tempo per gioire, c è un tempo per patire di Manrico A.G. Mansueti     Papà mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone    Le rose di Eusebia di Claudio Secci    La lama nera di Dario De Judicibus    Articoli e saggi     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi     FRANCESCO PERRI (Careri 1885 – Pavia 1975): il primo scrittore antifascista della letteratura italiana e il primo cantore dell’emigrazione meridionale     La donna indiana tra letteratura e realtà. Anita Desai e Kamala Markandaya.    Racconti     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice     Lettera ad una cucciola di Cinzia Baldini    AUDIOLIBRI     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro     L`ultimo di Giuseppe Foderaro letto da Luca Govoni    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Rodolfo Walsh (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Una vita nel mistero (ITALIA 2010) regia di Stefano Simone    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix     Tapes (2008) - Alanis Morissette    IL FORUM DI PB    Ultimo topic: Mature galleries inserito il 2017-08-21 (ultimo aggiornamento 2017-08-21)    Ultimo post: inserito da il 2017-08-21 sul topic Mature galleries    
 
 
Email
PSWD
CONSIGLI DI LETTURA
Arretrati e copie stampate
PB International
PB Interactive
IN PRIMO PIANO


OnlineUtenti connessi: 6
Utenti collegati in chat 0

Dal 01/01/2003
questo sito ha generato
96.349.285
esposizioni

 
     

Lucide ossessioni
di Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano




Recensore Carlo Santulli
Ricevuto 26/12/2012
Recensito il 26-12-2012

Pubblic.su n.a.

 

Anno 2012 - Albus Edizioni
Prezzo € 12 - 222 pp.
Donne pericolose

ISBN 8896099757

 


Un titolo come “Lucide ossessioni” può sembrare un ossimoro, ma denota un aspetto essenziale di questa raccolta di tre racconti, che sono, in ordine di apparizione, “Pericolo delle altezze” di Valeria Francese, “Pandora” di Claudia Barbarano e “Follia d’ardesia” di Roberta De Tomi, cioè la capacità di passare con rapidità e sicurezza da una confortevole, ma mai rilassata, scrittura di genere, a degli esiti sperimentali di ricerca creativa.

I delitti che sono accaduti o accadranno sono filtrati attraverso le donne che ne sono protagoniste o spettatrici, anche se le due figure possono confondersi, ed in pratica lo fanno, nel corso della narrazione. La follia è un elemento comune, perché il delitto è in certo senso folle ed inspiegabile.

In “Pericolo delle altezze” si rivela come il male non riesce ad agire, quando siamo al pieno della nostra coscienza, come subisse il nostro fascino. E’il racconto di un’attesa: una Madre che ha perso il proprio Figlio perché ucciso collettivamente, ma non metaforicamente, ma non cerca e non attua la vendetta perché le basta la sensazione di quella profondità del nero che rappresenta l’immensa banalità, od idiozia del male. “È l’arte dei pazienti. Quelli che per vivere non hanno bisogno di anticipare, soltanto si limitano a essere pronti”. Come nell’attesa di qualcosa che potrebbe non accadere mai, o forse essere già accaduto senza che ce ne accorgiamo. Se si muore, come il Figlio è morto, questo accade perché abbiamo mollato la presa sul significato della nostra vita, perché abbiamo consentito al controsenso, o all’assenza di un senso, di prenderne possesso. Controsenso che quella Madre accetta di guardare fino in fondo, ma non per sfidarlo: “Certo, non capitava tutti i giorni di incontrare un controsenso, ma più che morirne, non si poteva. Non avevamo molto da dirci, io e il mio controsenso. Diversi per natura. Diversi per cultura. Per forma e per riverbero di luce”. Riconoscere questo, cambia tutto il senso delle cose, e la morte diviene soltanto un rapimento, quindi una scelta d’amore e non di odio: “Era il terzo giorno e le altezze giunsero a prendersi mio figlio. Glielo adagiai nei loro veli. E quelli, presero a volare via con lui. Per ogni madre suo figlio risorge”. Il tutto, fino ad un finale aperto e consapevole, di grande profondità e maturità espressiva.

“Pandora” si sviluppa in un intreccio tra la mitologia, il fai-da-te e la continua (auto)osservazione attraverso la lente deformante dei social network, tra l’estrema complicazione dell’irruzione della tecnologia nella vita di ogni giorno e la solo apparente semplificazione di una gestione dietetica della propria esistenza. Una serie di spunti e di suggestioni, spesso frammentarie e sovrapponibili “Di sesso, di bricolage, di sensi acuiti, di riattivazioni, di sangue stantio e di merendine Pandistelle incesellate come diamanti nelle venture immote della tastiera”. Un inganno onirico costruito tra le varie storie d’amore lesbico vissute dalla protagonista Emma. Dove morti e delitti possono essere accaduti, o anche soltanto immaginati. L’incastro delle storie è molto efficace ed i tecnicismi del linguaggio appropriati a descrivere ogni singola tematica ed ogni vicenda correlata ad essa.

In “Follia d’ardesia” la storia si costruisce attorno a due gemelli, come per una tipica vicenda di agnizione, accomunati da “occhi di ardesia intelligenti e profondi con sfumature di malinconia”. Vi è un padre violento, con tardivi sensi di colpa, che ha scolpito la sua lucida follia nelle vite dei suoi figli, specialmente i due minori, trasformandoli, come capita, uno nel ragazzino invisibile, l’altra in una ragazza fin troppo visibile nella propria ribellione. L’atmosfera della Bassa mantovana e modenese, terra di confine forse inconsapevole di esserlo, ma con tutta l’apparenza ed il fascino del limite oltre il quale si entra in un ignoto solo apparentemente familiare. Qui la giovane donna è alla misteriosa ricerca di un senso: “Io non so chi sono, anche se so quello che vorrei fare”. Capita anche a noi. L’identità rubata di Serena-Sofia, persa in questa storia di violenza familiare, serve anche a Maddalena, la sua “salvatrice”, una specie di giovane e frustrata Bridget Jones, per costruire finalmente la propria identità. In realtà, più che d’identità singola, si tratta un vero e proprio sdoppiamento di personalità, che si costruisce in uno strano mondo, dove “Tutti cercano l’amore, ma quando lo trovano, scappano”. Maddalena riesce a giustificare e cerca di capire con intuito femminile, anche se si addentra lei stessa nel terreno della follia o meglio della schizofrenia.

In certo senso, tutte le protagoniste hanno una loro “pericolosità”, di donne pensanti e di caratteri ben sviluppati e profondi. Ma mi preme chiarire anche le differenze tra i tre sviluppi narrativi dei racconti lunghi di questa raccolta, che mostrano che siamo di fronte a tre personalità di scrittrici molto diverse tra loro, e tutte apprezzabili, che rendono questa lettura varia ed interessante.

© Carlo Santulli

 

Recensioni ed articoli relativi a Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano

(2) Lucide ossessioni di Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano - IL PARERE DI PB

Testi di Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) Caos calmo di Sandro Veronesi - RECENSIONE
(2) Aspre e calde montagne, dolci e fredde pianure di Pietro Sergi - RECENSIONE
(3) La flaqueza del bolchevique di Lorenzo Silva - RECENSIONE
(5) Papà mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB
(6) Il grido della terra. Missione Emilia di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(7) Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - IL PARERE DI PB
(8) Amore ai tempi dello stage. Manuale per coppie di precari. di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB
(9) A piedi scalzi dentro l anima di Sergio De Angelis - IL PARERE DI PB
(10) Lucide ossessioni di Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano - IL PARERE DI PB
(11) Quando gli squali mangiano vento di Enrico Meloni - IL PARERE DI PB
(12) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo - IL PARERE DI PB
(13) Il senso del viaggio. Viaggiando nei sensi. Atlante poetico di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(14) Scrivere sceneggiature per il cinema e la TV di Francesco Spagnuolo - IL PARERE DI PB
(15) L apostolo sciagurato di Maddalena Lonati - IL PARERE DI PB
(16) Le parole e la pietra di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(17) Due ali nel buio di Alessandro Annulli - IL PARERE DI PB
(18) Leggerezza di Sergio De Angelis - IL PARERE DI PB
(19) Heartjob di Marco Mazzucchelli - IL PARERE DI PB
(20) Il dottor Maus e il settimo piano di Nino Genovese - IL PARERE DI PB
(21) Vento scomposto di Simonetta Agnello Hornby - IL PARERE DI PB


Il Parere di PB, le recensioni dei libri ricevuti in redazione
470 i libri ricevuti, di cui 363
recensiti ( 362 rec.pubbl, 1 da pub.) ,
27 in recensione, 43 da recensire
.

 







VISITE: 3315