© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Contatta il WebMaster help&faq
 
 
PB NEWS:    [29/09/2014] Res ineffabile - Annotazioni critiche a margine di Tutto il ferro della torre Eiffel    [13/06/2012] Terremoto in Emilia - sospensione temporanea attivit Progetto Babele    [18/03/2012] Novit in arrivo per le edizioni Anordest    [13/10/2011] Il cacciatore di titoli    [19/01/2017] 10 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Mystery in history scadenza 2017-01-20    ULTIMI INSERIMENTI SUL SITO AL 19/01/2017    Recensioni     Io non sono la Coop di Alessandro Angeli     Malbianco di Sandro Capodiferro     Il ponte delle Vivene di Davide Dotto     Leo Longanesi - Il borghese conservatore di Francesco Giubilei    Il segno del telecomando - Dallo sceneggiato alla fiction di Biagio Proietti Maurizio Giannotti    Il parere di PB     Pap mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone    Le rose di Eusebia di Claudio Secci    La lama nera di Dario De Judicibus    Le coincidenze necessarie di Patrizia Marzocchi    Il 18 vampiro di Claudio Vergnani    Articoli e saggi     ANTONIO ALTOMONTE emblematico ricostruttore di perdute dimensioni.     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi     FRANCESCO PERRI (Careri 1885 Pavia 1975): il primo scrittore antifascista della letteratura italiana e il primo cantore dellemigrazione meridionale     La donna indiana tra letteratura e realt. Anita Desai e Kamala Markandaya.     L'esclusa di Luigi Pirandello    Racconti     La via uruguagia alla felicit di Frank Iodice     Lettera ad una cucciola di Cinzia Baldini     La porta di Carla Montuschi     I dispetti di Pandora di Carla Montuschi     la vergine cuccia di Luigia Forgione    AUDIOLIBRI     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro     L`ultimo di Giuseppe Foderaro letto da Luca Govoni    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Nmirovsky,Irene (1903-1942)     Rodolfo Walsh (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternit trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurit amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Senza titolo di Francesco luca Santo     Fotografia di Maria luisa Donatiello     Orme di Primavera di Rosanna Affronte     Mi hai chiesto di Sara Janni     Abbastanza tardi di Eugenio Solla    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Una vita nel mistero (ITALIA 2010) regia di Stefano Simone    Musica     Scimpanz (2015) - Loris Dal     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix     Tapes (2008) - Alanis Morissette    IL FORUM DI PB    Ultimo topic: inserito il 2017-01-14 (ultimo aggiornamento 2017-01-14)    Ultimo post: inserito da il 2017-01-14 sul topic    
 
 
Email
PSWD
CONSIGLI DI LETTURA
Arretrati e copie stampate
PB International
PB Interactive
IN PRIMO PIANO


OnlineUtenti connessi: 11
Utenti collegati in chat 0

Dal 01/01/2003
questo sito ha generato
17.275
esposizioni

 
     

Pap mi presti i soldi che devo lavorare?
di Alessia Bottone




Recensore Carlo Santulli
Ricevuto 26/11/2014
Recensito il 26-11-2014
Pubblic.su n.a.
Anno 2014 - Kowalski
Prezzo € 11 - 137 pp.
 

Credetemi, più delle armi e dell'inquinamento, qui in Italia, ci uccidono i luoghi comuni: «Si stava meglio quando si stava peggio», «Bisognerebbe tornare alla terra», «I giovani sono tutti fannulloni», «E' colpa delle famiglie» e molti altri che non mette conto il mentovare, come direbbe il Poeta. D'altro canto, ciò che non uccide rafforza: ed Alessia Bottone, l'iper-qualificata e precaria autrice di «Papà mi presti i soldi che devo lavorare?», cerca di approfondire e chiarire la questione, non soltanto di questo problema generazionale col lavoro, ma dell'arretratezza culturale che in fondo ne è la causa. Non pensiate però che sia passata ad una saggistica un po' pretenziosa: c'è sempre lo stile che abbiamo conosciuto dai suoi blog e dal precedente «Amore ai tempi dello stage», pieno di umorismo, spesso messo tra parentesi con un po' di amarezza, ma anche di determinazione.

Ricordo anch'io gli inviti, anzi le forti pressioni in certi casi, ad aspettare non si sa bene che cosa, dato che ero giovane. La mia rabbia dell'epoca si è da tempo stemperata, ma mi è rimasta una sensazione chiara di quello che occorre fare in situazioni del genere: non ascoltare i consigli, più o meno interessati, a rallentare il passo, a spegnere il cervello, a lasciarsi vivere (a Roma dicono chettefrega : ecco, appunto a me frega sempre, e vedo di non essere solo...). Purtroppo, a volte, invece di incoraggiare i giovani a trovare la propria strada, li si spinge lungo i sentieri soliti, per tranquillizzare la nostra pigrizia mentale, più che per aiutare loro.

Alessia è una persona avventurosa, ha fatto esperienze molto significative in vari luoghi nel mondo ed oggi si trova a lottare con un sistema italiano, che in realtà è dominato da chi non ha nessuna voglia di investire in niente (non parliamo di rischiare). Poi, vivendo suo malgrado nel modello che ci hanno imposto da qualche decennio (dev'essere una maledizione che ci tocca per i nostri peccati), cioè della pura forma e niente sostanza, una donna che ha uno spessore e delle idee proprie è destinata purtroppo a trovare qualche problema.

In positivo, c'è che questo libro non è l'opera di una persona che si arrende (so che non crederete mai che una tipa così positiva lo faccia, ma lo dico per sgombrare il campo dagli equivoci), ma è un viaggio interiore (anche se con notevoli ricadute esteriori) di maggiore consapevolezza, nel quale si trovano alcune tragiche macchiette italiane (l'ossimoro è voluto) come quello che vuole chiudere tutte le facoltà, esclusa informatica e (forse) ingegneria, anche se gli ingegneri d'oggi non valgono quelli di una volta (e si ritorna da capo) e quello che salta su come una biscia (o come un biscione?) appena sente parlare di umanisti: tutta gente che perde tempo, che non si alza presto (unica e sola caratteristica di chi fa un buon lavoro, oggi abbiamo appreso che una seconda caratteristica è andare dall'estetista) e così via soavemente calunniando. D'altronde, come sapete bene, la ricerca (per dirne una) non serve, perché noi produciamo scarpe: e, come ben sapete, corriamo ancora con le scarpe di cuoio con la suola inchiodata (o coi calzari?), perché appunto noi non usiamo i risultati della ricerca nelle calzature. E quelli che ragionano così (e sono tanti) hanno imparato a leggere da soli, senza bisogno di umanisti, come argutamente commenta l'autrice.

E' un libro divertente, in buona sostanza, ma dà anche un ritratto operativo e dall'interno (sperimentale, direi) del dramma che stiamo vivendo e perché, al di là di un chiacchiericcio diffuso, le cose non si evolvano, non abbastanza almeno. Possiamo fingere di crearci delle alternative, dei piani B come si dice, tanto per mettere a tacere quelli che non smettono di fare prediche e darci consigli, ma la realtà è, come Alessia sa, al punto da metterlo in dedica a questo suo libro, è che non ci sono alternative all'inseguire i propri sogni, perché sono proprio i sogni a tenerci svegli in questa vita.   

© Carlo Santulli



Recensioni ed articoli relativi a Alessia Bottone

(2) Pap mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB
(3) Amore ai tempi dello stage. Manuale per coppie di precari. di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB

Testi di Alessia Bottone pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) Caos calmo di Sandro Veronesi - RECENSIONE
(2) Aspre e calde montagne, dolci e fredde pianure di Pietro Sergi - RECENSIONE
(3) La flaqueza del bolchevique di Lorenzo Silva - RECENSIONE
(5) Pap mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB
(6) Il grido della terra. Missione Emilia di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(7) Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - IL PARERE DI PB
(8) Amore ai tempi dello stage. Manuale per coppie di precari. di Alessia Bottone - IL PARERE DI PB
(9) A piedi scalzi dentro l anima di Sergio De Angelis - IL PARERE DI PB
(10) Lucide ossessioni di Valeria Francese, Roberta De Tomi, Claudia Barbarano - IL PARERE DI PB
(11) Quando gli squali mangiano vento di Enrico Meloni - IL PARERE DI PB
(12) Sia fatta la tua comicit. Paradise strips di Pietro Pancamo - IL PARERE DI PB
(13) Il senso del viaggio. Viaggiando nei sensi. Atlante poetico di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(14) Scrivere sceneggiature per il cinema e la TV di Francesco Spagnuolo - IL PARERE DI PB
(15) L apostolo sciagurato di Maddalena Lonati - IL PARERE DI PB
(16) Le parole e la pietra di Fabio Clerici - IL PARERE DI PB
(17) Due ali nel buio di Alessandro Annulli - IL PARERE DI PB
(18) Leggerezza di Sergio De Angelis - IL PARERE DI PB
(19) Heartjob di Marco Mazzucchelli - IL PARERE DI PB
(20) Il dottor Maus e il settimo piano di Nino Genovese - IL PARERE DI PB
(21) Vento scomposto di Simonetta Agnello Hornby - IL PARERE DI PB


Il Parere di PB, le recensioni dei libri ricevuti in redazione
461 i libri ricevuti, di cui 359
recensiti ( 359 rec.pubbl, da pub.) ,
30 in recensione, 36 da recensire
.

 







VISITE: 8