Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    [22/04/2019] 16 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Passioni, desideri, tentazioni, fra realtà e fantasia. scadenza 2019-04-23    SCENICCHIA UNA SEGA #2 PRATICAMENTE UN CONCORSO LETTERARIO scadenza 2019-04-26    La Farnia d'Oro In terra nostra scripta apparuerunt scadenza 2019-04-30    Il Prete Bambino scadenza 2019-04-30    Premio drammaturgico per testi a tematica gay scadenza 2019-04-30    La tecnologia è magia? scadenza 2019-04-30    L’Ebbrezza della vita scadenza 2019-04-30    Città di Latina scadenza 2019-04-30    Onigo Mura bastia scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Tra Secchia e Panaro scadenza 2019-04-30    Il Sogno del Poeta scadenza 2019-04-30    OCEANO DI CARTA scadenza 2019-04-30    Nuova Scrittura Ermetica 2019 scadenza 2019-04-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo     Tenebra Lux di Alessandro Del Gaudio     Epiphaino di Guglielmo Campione     Fermento di Falesia di Stefano Giannotti     Guida ai cantautori italiani - Gli anni Settanta di Mario Bonanno    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
52 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
4 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Pittori piuttosto pittoreschi
di Massimo Zanicchi
PUBBLICATO su SITO


RACCOLTA DI RACCONTI
Giraldi 2007
Prezzo € 12 - 186 pp.

ISBN 9788861550858
Una recensione di Valeria Francese
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 44
Media 77.27 %


Pittori piuttosto pittoreschi

Ci sono molti modi per parlare d’arte ma per lo più si tratta di testi per gli addetti ai lavori, esteti, curatori di mostre, artisti, storici dell’arte.
Non è affatto vero che l’arte sia universale, a volte ci allontana se non ne decodifichiamo lo statuto linguistico, ci chiama amatoriali se non ci rivolgiamo ad essa come farebbe un manuale specializzato.
Eppure Massimo Zanicchi ha individuato una via narrativa profondamente originale ed appassionante per parlare di arte ad un non artista, per parlare di un artista alla non arte.
Il libro è una raccolta di brevi racconti le cui immagini sono prese a prestito dai grandi capolavori dell’arte moderna e contemporanea. Ciò che essi tracciano è la genesi del genio, il punto di rottura tra la visione del quotidiano e l’affermazione dell’atto poietico.
Chiedersi cosa avvenga in quel preciso istante e provare a riprodurlo come qualunque esperimento da laboratorio, è impresa vana. Si ipotizzano trasfusioni di genio divino, ispirazioni trascendenti e rincorse di vissuti onirici a spiegane la genesi dell’arte.
Ma non ci sono interpretazioni convincenti e si resta delusi a contemplare l’irriproducibilità dell’arte pur nell’epoca della tecnica. Purtroppo o per fortuna, il genio resta tale e la sua aurea non si replica.
Ma appunto come ci mostra Zanicchi c’è qualcosa di molto più semplice, ma direi semplice solo per banalizzare ciò che invece è amabilmente banale. Qualcosa che non sta davanti all’arte ma innanzitutto dietro di essa.
La verità è che gli artisti sono uomini e questo resta un dato di fatto irrinunciabile, pareva facile dirlo ed invece nella storia dell’umanità, a ripercorrerla a ritroso, si scopre che lo si è detto davvero pochissime volte.
E nascono da questo assunto i racconti di Zanicchi, lucidi nel tratteggio della servetta della verità, quella che cade nel pozzo per quanto è stolta, quella che ispira un sorriso di leggera benevolenza, per tutta la sua adorabile infermità intellettuale. Ed ecco solo alcune di queste scene di malinconico sorriso: dietro le ninfee di Renoir non c’è che un vecchietto che si tuffa ad inseguir forse rane, dietro le mele di Cezanne una semplice riflessione su un’arte parca e culinaria, dietro i ritratti oblunghi di Modigliani, l’utilizzo di colli di bottiglie panciute o senza spalle che fungono da modelle, dietro i bar fumosi e promiscui di Lautrec, sorride un po’ ambiguamente un pittore affetto da Picnodisostosi: nanismo umano ma non artistico.
E ancora, dietro il Cristo giallo di Gaugin, a spegnere l’eco suscitata dall’utilizzo dei colori primari per fare della pittura il ripristino di ogni primitivismo umano, ci pensa l’adorata moglie che battibeccando con il marito gli ricorda che Cristo fosse morto di crocefissione e non di ittero.
Cosa c’è dietro ogni grande quadro? Verrebbe da rispondere, dopo aver letto il libro di Massimo Zanicchi, dietro non c’è che tutto quello che sta davanti al pittore quando crea e cioè la sua fame, le sue noie, i suoi rimbrotti, le sue fobie, i suoi deliri, le sue malattie, le sue donne. Ma ancor più il suo tempo ed il suo paesaggio. Imprescindibile non come leva del mondo che solleva l’arte, proprio ne risulta essere il contrario, è imprescindibile come l’arte che riesce a far emergere il mondo.
Ed infatti qui la storia è maledettamente seria e non si tratta in alcun modo di gettare archi di sorriso stolto sulla pittura e sul suo fare, perché Massimo Zanicchi intinge la penna nel colore della delicatezza e nella finezza degli aspetti concreti del reale, immuni in quanto tali da giudizi etici di sorta.
Ciò che ne emerge è un limpido volteggiare delle passioni umane, una serena accettazione delle debolezze e delle caricature dell’uomo che viene riconosciuto come artista solo secondariamente ma non di certo accidentalmente.
Ed i quadri che prendiamo a visualizzare ci appaiono non più come fissi e tristi dietro le loro cornici d oro nei musei di tutto il mondo, bensì piccoli ritagli di fumetto dal valore inestimabile, arie uniche custodite da semplici cornici d’ebano.
Sorregge l’architettura del libro una scrittura molto sapiente, che dosa umorismo e riflessione con impareggiabile maestria, assente ogni forma di distonia fra il contenuto e la sua forma, una scrittura limpida e salda che indovina i tempi e modula le attese.
Un modo di avvicinarsi all’arte tenero ed umoristico, dietro le storie personali e gli aneddoti inestimabili delle biografie degli artisti. E gli aneddoti come le orme a volte indicano molto meglio un passaggio che una vecchia mappa di localizzazioni geo-spaziali. Gli aneddoti, come spie delicate, occhieggiano dietro i quadri, rivelano vissuti molto poco inconsci, duettano con le manie umane, rendono quel gesto, la mano e la sua pittura, assolutamente sincero ed irripetibile.

Recensione di Valeria Francese






Recensioni ed articoli relativi a Massimo Zanicchi

(1) Pittori piuttosto pittoreschi di Massimo Zanicchi- Il Parere di PB

Testi di Massimo Zanicchi pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Valeria Francese

(1) Quando si alza il vento di Emanuele Serra- Il Parere di PB
(2) L artiglio di Enrico Solmi- Il Parere di PB
(3) L' ultima notte di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(4) Viandanti di Angelo Nalgeo Nese- Il Parere di PB
(5) La mia ragazza quasi perfetta di Luca Rota- Il Parere di PB
(6) Carne Fresca di Stella Duffy (Traduttore Mioni A.)- Il Parere di PB
(7) I nuovi veneziani di A cura di Caterina Falomo- Il Parere di PB
(8) La stanza viola di Arianna Pellegrini- Il Parere di PB
(9) Il carro di Dioniso di Mirco Marchesi- Il Parere di PB
(10) Pittori piuttosto pittoreschi di Massimo Zanicchi- Il Parere di PB
(11) Lo scorpione di Massimo Zaina- Il Parere di PB
(12) L' Ultima Notte di Emiliano Grisostolo - RECENSIONE


 

Altre recensioni:





-

dal 2008-04-20
VISITE: 194


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.