Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Collabora con PB Cos'è PB?
TeleScrivente:    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    Dopo quindici anni, chiude la rivista Segreti di Pulcinella (ma resta il BLOG) (03/05/2018)    La biblioteca più alta del mondo (forse) (01/05/2018)    [21/10/2018] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Un Museo senza pareti. Alla scoperta degli Ecomusei del Trentino scadenza 2018-10-26    Il Prete Bambino scadenza 2018-10-30    Socc'mel...che viaggio! scadenza 2018-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Capelli struggenti di Franz Krauspenhaar     L’incredibile vicenda che portò Jack Lanarco a salvare l’iperspazio da fine certa di Vincenzo Trama     Polaroid di Davide Rocco Colacrai     Ce sto io … poi ce sta De Niro - Mario Brega Biografia di Ezio Cardarelli     Breve inventario di un’assenza di Michele Paoletti    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
     

Inserito il 03 Maggio 2018

UN GIORNO E UNA NOTTE - 157 FAVOLE DI COMUNITÀ

di Pietro Tartamella


La Ruòta Edizioni 2018 Collana Cascina Macondo
Prezzo 13 euro Pagine 424
ISBN:978-88-99660-39-0



Esce in libreria in questi giorni l'antologia Un giorno e una notte - 157 favole di comunità di Pietro Tartamella, la Ruota Edizioni. È la conclusione di un progetto sulle favole durato due anni che ha visto coinvolti un gruppo di detenuti della casa di reclusione Rodolfo Morandi di Saluzzo diretta dal Dott. Giorgio Leggieri, bambini della scuola elementare, studenti delle scuole superiori, ragazzi disabili e alcuni scrittori dell'area torinese. Più di 600 persone coinvolte che hanno prodotto 450 favole di cui 157 selezionate per l'antologia. Il progetto è stato segnalato con una menzione speciale nel 2017 al concorso e al relativo convegno nazionale Persona e Comunità indetto ogni anno da Cultura & Società. Che còs'hanno i detenuti da insegnare alla società civile e ai bambini? I bambini hanno qualcòsa da insegnare ai detenuti? La disabilità ha qualcòsa da insegnare? Poiché le fàvole esòpiche contèngono una morale, leggèndo le 424 pàgine di questa antologìa possiamo capire còsa essi hanno da insegnarci. Sono pàgine che vògliono rappresentare simbòlicaménte un territòrio ideale fatto di fògli e carta sì, ma dove, uno a fianco all'altro, convìvono questi differènti spicchi di cittadinanza.

    Mi àuguro che pòssano diventare uno straordinario strumento didàttico - dichiara Pietro Tartamella direttore artistico dell'associazione di promozione sociale Cascina Macondo di Riva Presso Chieri - da utilizzare proficuamente con studènti di tutte le età. Ma pòssono anche èssere utilizzate in càrcere per intrattenere, in un progètto sulla genitorialità, i detenuti con le loro famiglie e i loro bambini. In fondo contèngono una variegata gamma di saggezze e infiniti spunti di riflessione. Una comunità vasta e allargata che si confronta, anche soltanto attravèrso le fàvole, non può che èssere portatrice di buòni auspici e di un sorriso

    Bruno Mellano, garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà scrive nella prefazione: Con l'antologìa Un giorno e una nòtte - 157 fàvole di comunità alcuni detenuti - cèrtaménte privilegiati - hanno avuto la rara opportunità di scrìvere fàvole destinate idealmente ai pròpri figli e nipoti, veri o virtuali. Con questi racconti, ora pubblicati, hanno potuto alimentare o rinsaldare i rappòrti forzatamente limitati tra chi è al di qua e chi è al di là delle sbarre.. La scrittura, come sottolineato da psicòlogi ed educatori, permette di dare un nuòvo significato sìa al pròprio vissuto che al futuro, e di cómpiere un lavoro su sé stessi, e quindi dovrèbbe far parte di quello che gli operatori penitenziari chiàmano percorso trattamentale del detenuto. La scrittura rappresènta un òttimo strumento per raggiùngere l'obiettivo finale di una positiva reintegrazione nella società e per questo va incoraggiata e incentivata, seguèndo il solco di questa meritòria pubblicazione curata con grande passione e indubbia professionalità da Piètro Tartamèlla.

    In questa antologìa, non ci sono solo un giorno e una nòtte e le 157 fàvole con cùi si confróntano la detenzione, l'infanzia, la disabilità, i gióvani, i cittadini, la comunità; c'è anche una stòria che scorre parallèla alle fàvole, una cornice che l'autore ha voluto creare per mostrare altri fatti ed evènti coerènti con lo spìrito del progètto. Malgrado - dichiara Anna Maria Verrastro, presidente di Cascina Macondo - questo mondo parallèlo sìa decisamente onìrico, di fantasìa, surreale, vestito di fàvola, tessuto con fili di poesìa e di ironìa, l'autore rièsce infine a fàrcelo apparire, man mano che in esso ci si addentra, addirittura possìbile e pensàbile.

    Caratteristica particolare del libro è che è scritto con accentazione ortoèpica lineare, precisa scelta editoriale di Cascina Macondo, che consiste nella scrittura della lingua italiana con la regola di accentare obbligatoriamente non solo le parole tronche, come normalmente accade, ma anche le parole sdrucciole, e di segnalare con l'accento grave sulle sillabe toniche, il suono aperto della vocale e e della vocale o, trasferendo così al lettore tutte le informazioni utili e necessarie per un'esatta pronuncia della lingua italiana, senza dubbi o titubanze (il lettore leggerà con sicurezza tragèlafo parola sdrucciola, con il suono della e aperto, e non tragelàfo come parola piana; leggerà scòrbuto con il suono della o aperto, e non scorbùto; callìfugo e non callifùgo; leggerà taràssaco e non tarassàco. Una modalità di scrittura della lingua italiana molto apprezzata dai bambini, dalle insegnanti, dagli attori, dalle persone dislessiche, e soprattutto dagli stranieri.

 

UN GIORNO E UNA NÒTTE - 157 FÀVOLE DI COMUNITÀ
di Piètro Tartamèlla
36 illustrazioni
Prefazioni di: Carmèlo Musumèci, Bruno Mellano, Anna Marìa Verrastro, Piètro Tartamèlla

www.cascinamacondo.com

 


Per informazioni e per comprare questo libro
Email: info@cascinamacondo.com

 



Importante! I bandi e/o comunicati stampa qui riportati sono pubblicati sul sito di Progetto Babele gratuitamente ed a puro titolo di cortesia, nell'ottica di fornire un servizio culturale gratuito agli utenti del sito. Gli organizzatori dei vari concorsi/eventi/corsi etc. sono e restano gli unici responsabili della veridicità di quanto dichiarato, similmente è a loro che deve essere indirizzata qualsiasi richiesta di informazioni e/o chiarimento.

 

-

VISITE: 53


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.