Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [19/09/2019] 6 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Mondo Artigiano scadenza 2019-09-20    360 Autori per tutto l’anno scadenza 2019-09-21    Fiori d'Inverno scadenza 2019-09-28    Tema: “Lo scrittore Michele Malanca attraverso la sua ultima opera: Storia di Andrea Pagani e altri racconti” scadenza 2019-09-30    Mario Zanaria scadenza 2019-09-30    PREMIO LETTERARIO DAUNIA&SANNIO scadenza 2019-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    CartaCarbone Festival Letterario Autobiografia e dintorni 2019 | Presentazione della sesa edizione - Treviso, Sabato 21 Settembre 2019, ore 11, Chiesa di San Teonisto (FESTIVAL LETTERARIO 2019-09-21)    PAT - Percorsi di Avvicinamento al Teatro - II edizione - 6 incontri, tutti gratuiti (Roma) (NOSCELTA 2019-09-26)    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Mio figlio e Bukowski di Massimo Martinelli     Un Brandello di storia di Alessio Salerno     Teoria degli Implosivi e degli Esplosivi di Mauro Moscone     L'appuntamento di Cinzia Baldini     Ritratto di signora in rosso di Bruno Corino    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
27 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
3 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Tre poesie
di Luca Barchiesi
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 1315
Media 80.72 %



CIRCO (circus)

fuori

Berlino anni ’30.
Circo se ne sta tranquillamente seduto,
incurante del rumore e della baraonda
che dilaga nelle strade

dentro

trapezisti in bianco e nero
appaiono e scompaiono
sotto il tendone di carta velina
e il tempo rimane
sospeso
aggrappato da qualche parte.
Gli elefanti seduti intorno alla pista
guardano divertiti lo spettacolo
e con lunghe proboscidi
degustano noccioline comprate in un bar
poco lontano

fuori

le stelle sono momentaneamente assenti
e l’aria è ghiacciata e densa,
tanto dura da poterla toccare.
Il primo clown
riposa sulla sua roulotte scassata
e steso vicino al giradischi,
sogna gli scherzi di tutta
una vita
“E’ la vita ad essere uno scherzo”
borbotta mezzo addormentato.

dentro

ballerine in tutù sfrecciano in equilibrio
sopra dorsi di cavalli scheletrici,
dietro le quinte ronzini invidiosi
divorano zollette e battono gli zoccoli a terra
alzando una lieve polvere luccicante

fuori

gabbie gabbie e gabbie,
i cuccioli giocano tra le sbarre
e limano le unghie.
Luce quadrata artificiale
a blocchi rotola dentro le loro tane di ferro,
righe, ombre e linee perfette
riassumono la noia in pochi metri.

Circo siede sopra
una piazza di sabbia,
tra rottami ed erbacce

adesso

l’impresario ciccione entra in scena
insaccato in un completo fucsia
e con abile maestria
dirige i numeri
che il più delle volte
sono dispari.
Scimmie volano lontano
e rubano pezzi di luna
distribuendoli
ai pachidermici spettatori.
Donne grasse
ballano pericolosi can-can
su palchi traballanti
e singhiozzanti.
L’impresario sorridendo tiene il tempo

EIN ZWEI DREI

uomini cannone, donne scimmie, nani ingobbiti,
mostri umani e uomini in giacca e cravatta
marciano obliqui

EIN ZWEI DREI

Un tromba stonata e arrugginita
inizia a suonare
sfiatare e suonare
PEE PEE
e via e via e via e via
tutti corrono

EIN ZWEI DREI

continua ad urlare l’impresario rosso in volto.
L’aria fuori così dura si spezza e rimane
…qualcosa
circo è pieno di colori
si gonfia, si gonfia e si gonfia ancora
salta
fuma
si illumina
esplode.




FRANK

“Che cazzo di vita di merda”
sputa Frank sul marciapiede.
Con una mano si gratta la testa
e con l’altra cerca una sigaretta in tasca,
la sua barba lunga di tre giorni
è grigia e dura come ferro.
Frank pensa
a quanto sarebbe bello
se tutto esplodesse
proprio ora.
Butta gli occhi su una pozzanghera
grigia e striata di giallo
puzzolente e malaticcia
“Ecco sono come lei”
pensa
infilando la sigaretta
tra le labbra screpolate.
Nuvole attraversano gli alti palazzi.
uccelli attraversano le nuvole,
la scia lasciata da un aeroplano
infilza uccelli e nuvole.

Frank al momento
vive con il suo cappotto logoro.
Ha venduto l’anima
e ipotecato il cuore
ma i soldi sono finiti.
Ora vorrebbe bruciare
insomma in qualche modo
finire
ma il coraggio gliel’hanno
tolto da piccolo.
Avvilito aspira un po’ di fumo
e lo ingoia,
in qualche modo
deve pur riempirsi.
I suoi occhi
rossi e stropicciati
fissano la pozzanghera tumefatta
e le sue labbra sussurrano
“Ecco sono come lei”.





LILITH

Timida ti rifugi nelle tue dita
schizofreniche,
io in un labirinto immaginario
e intanto le pareti si colorano di rosso
sempre di più, sempre di più.

Siamo in silenzio ma parliamo lo stesso
Siamo in silenzio ma parliamo lo stesso

Blocco le tue mani
una parola senza significato
due buchi neri mi risucchiano
le ossa si frantumano
il fuoco brucia, il fuoco brucia.

Sei nuda e osservo rapito
la tua pelle così bianca,
bianca e ancora bianca
pelle di fantasma…

La mia penna è piena di sangue
e tu diventi una pagina viva.
Dilago nell’epidermide,
la scalfisco piano piano,
un piccolo brivido ti attraversa
quando soffio per asciugare
l’inchiostro.

Adesso sono dentro di te,
non esisto più
rimane una poesia eterna
per la donna il cui nome significa
vita.


© Luca Barchiesi



Recensioni ed articoli relativi a Luca Barchiesi

Nessun record trovato

Testi di Luca Barchiesi pubblicati su Progetto Babele

(1) Tre poesie di Luca Barchiesi - POESIA



>>ARCHIVIO POESIE

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB




 

dal 2006-11-01
VISITE: 1726


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.