© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Contatta il WebMaster help&faq
 
 
PB NEWS:    [06/10/2017] Il 12 Ottobre 2017 chiude i battenti la storica NETEDITOR    [19/07/2017] Lacrime d’Inchiostro    [24/03/2017] L'editore più povero del mondo parla sul blog "La Casa di Carta"    [25/04/2015] Audio Antologia della Letteratura Italiana Vol. I e Vol. II    [21/10/2017] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    ULTIMI INSERIMENTI SUL SITO AL 21/10/2017    Recensioni     Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati     Amore incompatibile di Francesco Dell´Olio     Andata e ritorno di Elena Ciurli     L´anno prossimo a Gerusalemme di Andrè Kaminski    Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini    Il parere di PB     Sesso, droga e rococò - Storia del falsetto dai castrati all di Massimo Di Vincenzo     C è un tempo per gioire, c è un tempo per patire di Manrico A.G. Mansueti     Papà mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone    Le rose di Eusebia di Claudio Secci    La lama nera di Dario De Judicibus    Articoli e saggi     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi     FRANCESCO PERRI (Careri 1885 – Pavia 1975): il primo scrittore antifascista della letteratura italiana e il primo cantore dell’emigrazione meridionale     La donna indiana tra letteratura e realtà. Anita Desai e Kamala Markandaya.    Racconti     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice     Lettera ad una cucciola di Cinzia Baldini    AUDIOLIBRI     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro     L`ultimo di Giuseppe Foderaro letto da Luca Govoni    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Rodolfo Walsh (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Una vita nel mistero (ITALIA 2010) regia di Stefano Simone    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix     Tapes (2008) - Alanis Morissette    IL FORUM DI PB    Ultimo topic: As myocarditis mischief anaemias, manuscript. inserito il 2017-10-11 (ultimo aggiornamento 2017-10-11)    Ultimo post: inserito da il 2017-10-11 sul topic As myocarditis mischief anaemias, manuscript.    
 
 
Email
PSWD
CONSIGLI DI LETTURA
Arretrati e copie stampate
PB International
PB Interactive
IN PRIMO PIANO


OnlineUtenti connessi: 11
Utenti collegati in chat 0

Dal 01/01/2003
questo sito ha generato
96.670.490
esposizioni

 
     

Fantasie di gentildonna.
di Sara Pusceddu
Pubblicato su SITO



VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 28
Media 81.07 %



1)
Nelle solitudini di vetro
che assalgono i miei svaghi
resta soltanto la mia immagine
riflessa in un bicchiere di vino

2)
Non saremo mai più
amico mio
belli come ora
stretti come ora.
Felici di noi
e di domani
nel niente che ci resta attorno
arriveranno
donne e uomini
a separarci e incomprenderci.
Non saremo mai più
amico mio
belli come ora
stretti come ora.



3)
Cantava una farfalla
e ora che
alla mia porta non bussi da tempo
il canto le è morto in gola lasciando
il frastuono dei giorni a infrangersi
contro il mio corpo in segmenti aguzzi di tenebra
che mi perdono.
Annego e riemergo.
Solo a tratti vivo.




4)
Caro amico fraterno
se qualcuno
mi avesse suggerito la confusione
di questi giorni lontani
di tempo e spazio
avrei riso e confutato
le prove evidenti che ora mi rattristano.



5)
Mi scordo in un angolo
della vita di un altro
mentre la mia anima si perde ad osservare
giorni lucidi in cui il sole
entra distratto tra le palpebre e l'iride.
Non riconosco la strada di casa e
al risveglio ricordo che le mie braccia
sono proprio quelle.
E’ trascorso il tempo in cui
nulla era più facile e tutta la vita
che poteva essere non è stata.




6)
In quell'angolo della mia anima rattrappita
restano:
due stracci, aria rarefatta, odore pesante di asfalto, eco d'oscurità.
Nessuna traccia di te.



7)
Il memore vuoto di questa città
chiusa deserta pesante
di umido e di indecise primavere
mi trova seduta qua.
Inattesa ad attenderti.




8)
Dimmi qualcosa
di banale e che ho già inteso.
Dimmi qualcosa
perché la senta dalle tue labbra
e dopo possa
negare
negarmi
negarti tutto.
Tacere solamente.




9)
Che dolce parola amante mio
è il tuo nome e questa stanza
brillante di mare e dei tuoi occhi.
Che dolce sei amante mio
a vegliare il mio sonno
in questa quasi alba colma di segreto e di noi.




10)
Le gabbie che
costruisco per me
sono ogni volta differenti.
Sono spaziose
ben areate e
volendo convincenti.
Sono voliere splendenti.
Ma non hanno mai il sapore
d'amore di felicità di eterno di cielo.




11)
Maggio sfacciato
sui nostri visi assolati
su questa piazza
sui suoi passanti
e
i tuoi occhi sfacciati
ad abbellire questa piazza
ad addolcire Maggio
ad arrendere il mio cuore
e
il mio cuore sfacciato
che gioia il mio cuore di carne e sangue
che gioia il mio cuore vivo nei tuoi occhi.




12)
La tua voce
-pallida essenza-
rincuora e giustifica
-una volta di più-
questa mia misera vita
di incongruenze e disordini e fogli sparsi.



13)
Sono nuvola nel vento cangiante forma e colori.
Sono visione caleidoscopica di universi possibili.
Sono zaino leggero di sogni
forse improbabili e con ogni probabilità inutili.
Sono sorriso nel sole, nella tua fotografia
fermo e già andato per altre strade
dimentico e fuggitivo.




14)
Viaggiatori da stazione fermi
ad attendere il nulla.
Parole mal doppiate e giochi di ruolo
che ci ancorano a noi.
Funamboli sognanti che hanno lasciato dietro sè
illusioni e ideali per potersi ritrovare.
Ecco la mia vita in questi giorni stravaganti.




15)
Attendo l'ora in cui sarà compiuta ogni cosa.
Ci saremo:
amati
desiderati
respinti
mentiti
odiati.
Non resterà fiamma o cenere.
Ritratto in qualche foto
solamente
un vago ricordo spiacevole di oggi.



16)
Mio Tutto non parlare.
Lascia al silenzio che
ti sfiora le labbra
l'istante perfetto che
racconta di infinito.




17)
Nulla era quadrato.
Crolla il mio castello di sabbia.
Su questo treno che corre via
nella mattina grigia
tutti i miei sogni da sognare
daccapo.




18)
Arriverà
tra non poco e non troppo
il giorno in cui creerò bolle di sapone
per te e le bolle di sapone esploderanno
vedendoti distratto ad immaginare l'altrove.
E quando le parole che mi racconti e
i tuoi sorrisi trapunti sui miei giorni pallidi
scuciranno la notte e lacereranno
questa coperta corta che è la mia vita
io forse non saprò neppure più sanguinare.



19)
Tutte le labbra che ti hanno baciato
(non ho più preghiere parole speranze).
Tutte le mani che ti hanno accarezzato
(non ho più nulla).
Tutti gli occhi che ti hanno guardato
( è rimasto lui tra le linee della mia mano).
Soltanto la mia anima ti può accogliere.




20)
Questi tuoi occhi sacri
questa tua bocca sacra
queste tue mani sacre
saranno il tabernacolo
di ogni mio giorno.
In ogni mia notte
unica preghiera sarà
il palpito del tuo cuore.




21)
Mia vita esisti
nella tua forma perfetta
immutabile immutata
per sempre.
Tutti i miei desideri sono racchiusi in te.




22)
In questo inverno tiepido
è quasi primavera il tuo corpo
tenero dentro il mio.
In questa città di fango e sabbia
il tuo amore è il sole e
tutto il resto attorno è il nulla.




23)
Nel qualunque dei nostri giorni bui
questa luna sembra una pesca
questa spiaggia sembra Los Angeles.
Pochi sono i sopravvissuti
e
troppi i sopravviventi che
demoliti i sogni dispersi
barcollano cadono e nel maestrale imperioso
finalmente annegano.
Non è una pesca questa luna è sangue.
Non è Los Angeles questa spiaggia
è solo sabbia.




24)
Dove era tutta questa vita
nascosta nelle stanze
chiusa dentro l'inverno
che esplode nella calura estiva
con la mia passione che
si abbevera alla tua fonte e
nutre la mia anima con la tua.



25)
Seduta sull'orlo d'un bicchiere
-donna di cristallo mi chiami-
tra i mille tintinnii della mia voce fasulla
-sono donna di cristallo filato ti risponderei-
rimango muta sullo sfondo
davanti alla tua mano che mi scosta i capelli dal volto assonnato
e tumula il cuore sotto una valanga di impossibile.


© Sara Pusceddu



Recensioni ed articoli relativi a Sara Pusceddu

Nessun record trovato

Testi di Sara Pusceddu pubblicati su Progetto Babele

(1) Fantasie di gentildonna. di Sara Pusceddu - POESIA



>>ARCHIVIO POESIE

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB




 

dal 2011-11-01
VISITE: 84