Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    Dopo quindici anni, chiude la rivista Segreti di Pulcinella (ma resta il BLOG) (03/05/2018)    [15/12/2018] 6 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Un racconto da leggere insieme scadenza 2018-12-15    Riscontri letterari scadenza 2018-12-15    Antonio Mesa Ruiz scadenza 2018-12-15    SS. Faustino e Giovita scadenza 2018-12-15    Ritratti di Poesia.280: la poesia all’epoca di Twitter. scadenza 2018-12-20    Concorso Letterario Tre Colori scadenza 2018-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    La Rocca dei Poeti - IV edizione Festival di poesia (FESTIVAL 2018-12-15)    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Epiphaino di Guglielmo Campione     Fermento di Falesia di Stefano Giannotti     Guida ai cantautori italiani - Gli anni Settanta di Mario Bonanno     Epiphaino di Guglielmo Campione     Nuda Poesia (Poésie Dénudée) di Greta Cipriani    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
44 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
11 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Azione e reazione
di Flavio Carbone
Pubblicato su SITO


Ascolta il file Ascolta la versione audio di questo racconto!
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8368
Media 79.53 %



Era proprio lui.
Quello in fondo al vicolo era l’uomo che lo aveva derubato giorni addietro.
Berretto di lana, bomber rosso, pantaloni larghi avana con tasche laterali, corporatura robusta.
Ne era certo.
Cominciò a correre verso di lui, senza pensare.
Immediatamente il ladro scattò in fuga.
Forse perché era abituato o forse solo per un semplice meccanismo di azione e reazione.
Il fuggitivo dribblò una bancarella e sbattè violentemente al muro un uomo che stava leggendo il giornale.
Correre-correre-piede-gambe-oscillazione delle braccia-addome contratto-respira-respira-polmoni-fiatone-fatica.
Fermo lui davanti - fermo lui dietro.
Vicolo a sinistra e riprendere a correre-correre e lui dietro correre-correre.
“Non sembra uno della polizia”, pensò il fuggitivo, “mi avrebbe detto fermati-sei-in arresto-polizia! e tirato fuori la pistola”.
Lui era armato, non aveva motivo di scappare.
S’arrestò-e-si-voltò.
L’inseguitore-anche-lui-si-arrestò.
“Cazzo e adesso? Si, mi ha rubato tutto, ma ADESSO?”.
Il ladro fece qualche passo verso di lui.
Respiro affannoso lui.
Respiro affannoso l'altro.
Alternati.
Inspira-espira-inspira-espira-inspira-inspira-inspira-apnea.
Erano a circa cinquanta metri di distanza.
“Adesso ti faccio vedere io brutto bastardo, chiunque tu sia…”, pensò il ladro.
Scattò-di-nuovo-e-prese-a-correre-correre-correre.
Senza pensare che per seguire l’impulso si era cacciato nei guai, il derubato prese a scappare.
Piede-gamba-oscilla-braccia-oscilla-braccia-respira-respira-addome-contratto-polmoni-fiatone-fatica.
Questa volta non era sicuramente abitudine, ma un vero e proprio meccanismo di azione e reazione, stimolo-risposta.
Si fece largo a spintoni e gomitate tra la folla di curiosi che sulla strada principale si era arrestata ad osservare il primo inseguimento.
Una signora sui quarantacinque anni, ingioiellata, a terra-colle-calze-strappate-le gambe-larghe-sotto-la-gonna-niente-mutandine-la-fronte-insanguinata.
Il ladro era veloce, molto veloce e potente, i suoi quadricipiti pompavano azione sull’asfalto che restituiva energia cinetica all’ennesima potenza.
Cercò di evitare un assembramento di curiosi.
Per pochi centimetri il suo gomito destro urtò un palo della luce e la pistola dalla sua mano-cominciò-a-volare-volare-ma-moooolto-lentameeente-adesso.
Volava in aria girandosi su se stesso qull’oggetto nero, la sua parabola sembrava non finire mai.
Perfettamente lucida, nera, con certe angolazioni restituiva il riflesso del sole sulle vetrine dei negozi intorno, come dei flash intermittenti.
Stock-stock-deng!-stock, fece sull’asfalto per due volte per poi sbattere sullo sportello di una macchina e infine di nuovo asfalto.
Il ladro si fermò.
Il derubato sentì quel rumore nitido, chiaro, lo collegò subito ai passi che si erano interrotti dietro di lui.
Si-fermò-e-si-voltò.
La pistola era lì, equidistante, potente, onnipotente.
Si guardarono per la prima volta in faccia, gli occhi-il naso-la bocca.
L’espressione di tutti e due.
Ferocia, mista ad incredulità.
Paura, mista a rabbia, mista ad incredulità.
No, non era proprio il momento per fermarsi.
Con uno-due-tre gesti si chinò-raccolse-la-pistola-scattò di nuovo.
Il ladro ricominciò a scappare.
Lui dietro. Adrenalina furibonda.
Lo stava raggiungendo, si lo stava raggiungendo.
Quel meccanismo sarebbe continuato in eterno.
Pensò, pensò al senso di tutto ciò.
Non aveva senso.
Smise di correre.
Il ladro scomparse dalla sua vista.
Originale.
Federico sbadigliò.
Schiacciò il tasto di gomma del telecomando, l’impulso elettrico che ne scaturì inviò le onde elettromagnetiche verso l’apparecchio.
La molla fece a sua volta pressione dal basso verso l’alto facendo tornare il tasto nella posizione iniziale.
Il tubo catodico interruppe il flusso di onde elettromagnetiche.
Schermo buio con un minuscolo flash al centro.
Azione restituisce sempre reazione.
Stato di quiete.

© Flavio Carbone



Recensioni ed articoli relativi a Flavio Carbone

Nessun record trovato

Testi di Flavio Carbone pubblicati su Progetto Babele

(1) 1981 di Flavio Carbone - RACCONTO
(2) La stanza di Flavio Carbone - RACCONTO
(3) Varenne di Flavio Carbone - RACCONTO
(4) Pisa Centrale di Flavio Carbone - RACCONTO
(5) La Guillotine di Flavio Carbone - RACCONTO
(6) L'ultima cartuccia dell'Uomo-Proiettile di Flavio Carbone - RACCONTO
(7) Azione e reazione di Flavio Carbone - RACCONTO
(8) Formaggio di capra di Flavio Carbone - RACCONTO
(9) Visite di Flavio Carbone - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2006-04-05
VISITE: 22221


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.