© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Il gruppo di Progetto Babele su Facebook
SCARICA GRATUITAMENTE LA RIVISTA IN FORMATO PDF ACQUISTA UNA COPIA STAMPATA DELLA RIVISTA SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Contatta il WebMaster help&faq
 
 
Ultimo topic: inserito il 2017-01-14 (ultimo aggiornamento 2017-01-14) >PB NEWS:    HTTP://WWW.PROGETTOBABELE.IT/php/forum/mostratopic.php?ID=840    [29/09/2014] Res ineffabile - Annotazioni critiche a margine di Tutto il ferro della torre Eiffel    [13/06/2012] Terremoto in Emilia - sospensione temporanea attivit Progetto Babele    [18/03/2012] Novit in arrivo per le edizioni Anordest    [13/10/2011] Il cacciatore di titoli    Ultimo post: inserito da il 2017-01-14 sul topic    [19/01/2017] 10 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    [29/09/2014] Res ineffabile - Annotazioni critiche a margine di Tutto il ferro della torre Eiffel    Mystery in history scadenza 2017-01-20    ULTIMI INSERIMENTI SUL SITO AL 19/01/2017 >[13/06/2012] Terremoto in Emilia - sospensione temporanea attivit Progetto Babele    Recensioni >http://www.progettobabele.it    [18/03/2012] Novit in arrivo per le edizioni Anordest >http://www.progettobabele.it/rec_libri/libri_lug.php    [13/10/2011] Il cacciatore di titoli >http://www.progettobabele.it/NEWS/SHOWRAC.PHP?ID=160     Io non sono la Coop di Alessandro Angeli >http://www.progettobabele.it/NEWS/SHOWRAC.PHP?ID=157     Malbianco di Sandro Capodiferro >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6580     Il ponte delle Vivene di Davide Dotto >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6567     Leo Longanesi - Il borghese conservatore di Francesco Giubilei >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6565    Il segno del telecomando - Dallo sceneggiato alla fiction di Biagio Proietti Maurizio Giannotti >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6470    Il parere di PB >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6469    [19/01/2017] 10 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni >http://www.progettobabele.it/recensioni.php    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI >http://www.progettobabele.it/concorsiesegnalazioni/concorsilett.php     Pap mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone >http://www.progettobabele.it/concorsiesegnalazioni/mostre.php    Mystery in history scadenza 2017-01-20 >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=660    Le rose di Eusebia di Claudio Secci >http://www.progettobabele.it/concorsiesegnalazioni/evento.php?ID=3548    ULTIMI INSERIMENTI SUL SITO AL 19/01/2017 >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=659    Recensioni >http://www.progettobabele.it     Io non sono la Coop di Alessandro Angeli >http://www.progettobabele.it/rec_libri/libri_lug.php    La lama nera di Dario De Judicibus >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6580     Malbianco di Sandro Capodiferro >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=658    Le coincidenze necessarie di Patrizia Marzocchi >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6567     Il ponte delle Vivene di Davide Dotto >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=656    Il 18 vampiro di Claudio Vergnani >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6565     Leo Longanesi - Il borghese conservatore di Francesco Giubilei >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=645    Articoli e saggi >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6470    Il segno del telecomando - Dallo sceneggiato alla fiction di Biagio Proietti Maurizio Giannotti >http://www.progettobabele.it/rubriche/rubriche2.php    Il parere di PB >http://www.progettobabele.it/rec_libri/mostrarecensione.php?id=6469     ANTONIO ALTOMONTE emblematico ricostruttore di perdute dimensioni. >http://www.progettobabele.it/recensioni.php     Pap mi presti i soldi che devo lavorare? di Alessia Bottone >http://www.progettobabele.it/rubriche/showrac.php?ID=6581     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=660     FRANCESCO PERRI (Careri 1885 Pavia 1975): il primo scrittore antifascista della letteratura italiana e il primo cantore dellemigrazione meridionale >http://www.progettobabele.it/rubriche/showrac.php?ID=6570    Le rose di Eusebia di Claudio Secci >http://www.progettobabele.it/rubriche/showrac.php?ID=6563    La lama nera di Dario De Judicibus >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=659     La donna indiana tra letteratura e realt. Anita Desai e Kamala Markandaya. >http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=658    Le coincidenze necessarie di Patrizia Marzocchi >http://www.progettobabele.it/rubriche/showrac.php?ID=6530    http://www.progettobabele.it/mostrarecensione.php?ID=656    
 
 
Email
PSWD
CONSIGLI DI LETTURA
Arretrati e copie stampate
PB International
PB Interactive
IN PRIMO PIANO


OnlineUtenti connessi: 13
Utenti collegati in chat 0

Dal 01/01/2003
questo sito ha generato
17.194
esposizioni

 
     

Lettera ad una cucciola
di Cinzia Baldini
Pubblicato su SITO



VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 191
Media 78 %



Ciao cucciola,

amorevole tiranna che ci hai sconvolto l’esistenza.

Cogliamo l’attimo di tregua per lasciarti questa breve dichiarazione d’amore prima che, bianca e rosea con la pelle serica e delicata, paffuta e imbronciata ti porterai la manina alla bocca e inizierai a suggere il piccolo pollice, come un’ape il nettare di un fiore. «Non è ancora l’ora della pappa» ti ricorderò ma tu, spalancando i tuoi occhioni innocenti, con adorabili smorfiette ci farai capire che non sei d’accordo e l’avrai vinta.

Sei così minuscola eppure già così decisa che non posso che capitolare, così ti attaccherò al seno mentre papà ci osserverà con un filino di gelosia sentendosi un po’ escluso.

Abbiamo condiviso la stessa vita, siamo state un unico essere per nove lunghi, meravigliosi mesi. Ho respirato, mangiato, dormito per te e tu, minuscola cellula creata dall’amalgama di due gocce d’amore, cullandoti al battito del mio cuore, giorno dopo giorno ti sei impegnata a crescere fino a diventare una piccola donna. Non riesco a smettere di provare meraviglia per come sei piccola ma già così perfetta.

Da quando non sei più dentro di me, e me ne dispiace un po’, questo contatto, intenso e fondamentale alla tua crescita, sostituisce quello intimo e profondo che ci ha legate per tanti mesi. Non ti proteggerò più nel pancione dove, avvolta nel tuo bozzolo come un bruchino, attendevi di divenire una meravigliosa farfalla e sospesa nel liquido vitale tutto ti arrivava attutito ed ovattato, filtrato dal mio corpo, ma non per questo devi sentirti abbandonata. Ora saremo in due a vegliare su di te.

Sapessi in quale stato confusionale ci hai messi, a me e al tuo papà quando hai chiesto la tua autonomia e la tua indipendenza. Che ansia mentre attendevamo che facessi il tuo ingresso nel mondo! Poi, quando sei spuntata gridando come un’ossessa la tua voglia di esistere, siamo rimasti inebetiti e tremanti ad osservarti, senza riuscire a proferire una sola parola del lungo discorso di benvenuto che ci eravamo preparati.

Ci hai sedotti a prima vista quando, ancora sporca degli umori fetali, ti raggomitolavi sul mio ventre cercando istintivamente il seno. E che emozione quando hai aperto i tuoi occhietti stupiti e ci hai guardati abbozzando un angelico sorriso! «Questo è il tuo papà» ti ho sussurrato presentandotelo e tu hai ricambiato con qualche mugolio e agitando i pugnetti grinzosi sbalordendolo. Per lui i nove mesi di attesa erano sembrati eterni mentre noi siamo state sempre insieme e ci siamo tenute compagnia a vicenda.

Nostra figlia… Il sentimento che si è fatto respiro.

Un legame ferreo, granitico, solido e resistente fatto di cellule e di sangue, di pensieri e di sogni, di emozioni e sensazioni, di gioie e dolori, di buio e colori, di giochi e di responsabilità, di diritti e doveri, di consapevolezze e incoscienza, di ragione e istinto, di tenerezza e inflessibilità, di profumi seducenti e aromi pungenti, di dolcezza e amarezza.

Il calore del tuo corpicino che si agita tra le nostre braccia annulla la volontà e ci rende tuoi schiavi.

Da oggi e finché ci sarà concesso dalla sorte ti guideremo, se lo vorrai, incontro all’avvenire.

Ti sosterremo con vigore quando sentirai le forze mancare e riempiremo il vuoto delle tue giornate di solitudine.

 Ti insegneremo a non vendere la dignità al migliore offerente perché la libertà non ha prezzo e che l’onesta è superiore a qualunque altro valore morale anche se tenteranno di farti credere che il denaro è l’unico dio a cui dovrai consacrarti, a non piegarti al tradimento e all’inganno, a tirare diritto e a rialzare orgogliosamente la testa quando le sferzate della vita tenteranno di sopraffarti, a non perdere mai la speranza nemmeno quando tutto sembrerà tramare contro di te.

Ti saluteremo quando partirai e ci troverai ad attenderti ad ogni ritorno.

Ci saremo sempre anche quando ti sembreranno troppo ridotti i nostri confini e cercherai nuovi orizzonti da scrutare.

Io e tuo padre selezioneremo i ricordi più belli da conservare nel cuore per riassaporarli quando altre orme si appaieranno alle tue e il tempo impreziosirà di fili d’argento i capelli e si raggrinzerà sui nostri volti.

Non dovrai piangere né dispiacerti quando per noi inizierà il “Viaggio” perché, ovunque arriveremo, saremo il tuo legame inscindibile con il passato e il ponte proteso sul futuro.

Ti sorrideremo tra le pieghe dorate di un tramonto e ti baceremo con gli sbadigli assonnati dell’alba, ci ritroverai nel rosso dei papaveri o tra l’oro delle spighe di un campo di grano, nel gelo dell’inverno tra le sue trine di ghiaccio o nelle gocce indisponenti di un malinconico giorno di pioggia, quando alzerai gli occhi, negli accecanti raggi del sole o nel lattiginoso alone lunare.

La tua presenza ha dato un senso alla nostra vita e con te, siamo diventati una vera famiglia.

Siamo innamorati di te. Ti amiamo di quell’amore unico, intramontabile, immenso che unisce per la vita i genitori ai figli.

Mamma e papà

© Cinzia Baldini



Recensioni ed articoli relativi a Cinzia Baldini

(1) Non Nobis Domine - I custodi della verit di Cinzia Baldini e Simone Draghetti - RECENSIONE
(2) Il veleno di Circe di Cinzia Baldini e Michele Zefferino - RECENSIONE
(3) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE
(4) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE

Testi di Cinzia Baldini pubblicati su Progetto Babele

(1) Malbianco di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(2) Il ponte delle Vivene di Davide Dotto - RECENSIONE
(3) La lingua "Sanfratellana" a cura di Cinzia Baldini - ARTICOLO
(4) Peccaminosa di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(5) Io e Simone di Valerio Nasetti - RECENSIONE
(6) Lettera ad una cucciola di Cinzia Baldini - RACCONTO
(7) L'ombra di Orione sulla storia dell'umanit di Fabio e Marco Garuti - RECENSIONE
(8) Come nuvole di Daniela Taliana - RECENSIONE
(9) L'Estetica dell'Oltre di Michela Zanarella - RECENSIONE
(10) Potrei raccontarvi di Nicola Sgaramella - RECENSIONE
(11) Humanimal di Daniela Pintor - RECENSIONE
(12) Lucrezia Merisi Caravaggio di Erasmo Scinicarelli - RECENSIONE
(13) Fortuna, il buco delle vite di Jolanda Buccella - RECENSIONE
(14) Saffica di Nazareno Barra - RECENSIONE
(15) Mister Yod non pu morire di Maria Antonietta Pinna - RECENSIONE
(20) Incunabolo di Riccardo Merendi - IL PARERE DI PB
>>Continua (click here)



>>ARCHIVIO RACCONT
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB


-

dal 2014-07-07
VISITE: 4