Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [17/11/2019] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Nika Georgievna Turbina 1974 - 2002 scadenza 2019-11-20    PREMIO NABOKOV scadenza 2019-11-30    Residenze Gregoriane 2019 scadenza 2019-11-30    Premio Poesia dell'Anno” (2019) scadenza 2019-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
30 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo.
di Stefano Lanuzza
Pubblicato su SITO


Anno 2004 - Editore Nuovi Equilibri
Prezzo € 7 - 110 pp.
ISBN 887226829

Una recensione di Gordiano Lupi
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 11620
Media 79.64 %



Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo.

Fa piacere leggere un libro come questo che si propone sin dal frontespizio come un “antimanuale di scrittura e lettura” e che con un bel titolo alla Baraghini (il copyright però ce l’ha Totò) introduce al problema delle scuole di scrittura. Stefano Lanuzza oltre tutto è uomo di così grande cultura letteraria che io mi sento un po’ in soggezione a leggere tutte le citazioni che ha messo nel suo manuale, mi sa che ho trovato uno che ha letto parecchio più di me, devo mettermi in pari. Confesso che non mi pare possibile che Lanuzza parli dell’inutilità delle scuole di scrittura creativa, credevo di essere solo io a dirlo e invece no, sono in buona compagnia. Una scuola di scrittura sforna autori fotocopia, produce cloni degli insegnanti, autori senza idee che scrivono tutti allo stesso modo e soprattutto scrivono di niente, senza sangue e senza cuore. E allora invece di spendere milioni per frequentare una scuola di scrittura compratevi questo manuale di Stefano Lanuzza, che vi insegna tutto quello di cui avete bisogno prima mettervi al computer e cominciare a fare gli scrittori. Lanuzza sostiene (e questa cosa mi pare di averla già sentita) che scrivere non è un mestiere, quindi trovati un lavoro, aspirante scrittore, e dopo che hai un lavoro nel tempo libero scrivi e fallo secondo le regole della lingua italiana, della grammatica, secondo gli schemi guida che Lanuzza ti ricorda, ma che se hai frequentato le scuole superiori ti dovrebbero avere insegnato da tempo.
Il libro di Lanuzza è composto di tanti brevi capitoli che si leggono con piacere e interesse, soprattutto perché l’autore dà parecchi consigli di lettura che mi sento di condividere. Dice che dobbiamo riscoprire i classici e rileggere i libri importanti, cose come Paradiso di Lima, Ulisse di Joyce e tutto Shakespeare, mica di perdere tempo con Aldo Nove e Tiziano Scarpa! E tra i contemporanei consiglia Pedro Juan Gutierrez (che Danilo Manera su “Limes - Cuba dopo Cuba” definisce indigesto, santo Dio, ma a chi fanno parlare di Cuba e di autori cubani?), Italo Calvino e Luigi Pirandello, ma anche Alberto Moravia e Cesare Pavese. Mi sono sentito bene a leggere questo manualetto, ché mi pareva d’averlo scritto io a mo’ d’appendice di “Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura”, mi si perdoni la citazione.
L’aspirante scrittore trova in questo libro un sacco di consigli utili per affrontare tutte le difficoltà da lettore e da scrittore, ché non si può essere l’uno senza l’altro, sono due cose in simbiosi.
Mi va di citare due frasi di Lanuzza che mi sono appuntato: “Non sono scrittori coloro che leggono solo se stessi” e “La pretesa di poter insegnare la scrittura è ingannevole quanto l’idea qualunquistica secondo cui tutti scrivono...”. E poi ve li raccomando gli insegnanti di scrittura creativa di oggi, gente che si chiama Alessandro Baricco e Giulio Mozzi, mica Shakespeare e Bukowski. Pure se è vero che i corsisti di solito pretendono di clonarsi su Baricco (che ha successo e quello attira mica la scrittura) e non su Gadda o su Calvino. Di sicuro è più facile imparare a scrivere come Baricco, Nove, Nori, Scarpa, Drago e De Carlo che assomigliare vagamente a Pavese e Moravia.
Un corso di scrittura non vi servirà a niente, solo a buttare i vostri soldi, ché pure se lo tenessero Fenoglio e Bianciardi non vi trasmetterebbero le idee e la loro genialità. A scrivere non si insegna, purtroppo, a scrivere si impara solo scrivendo e leggendo, con tanto allenamento e conoscenza delle regole. E per farvi conoscere le regole questo piccolo libro di Lanuzza è fondamentale, pure perché vi mette in guardia dai recensori e dai consigli interessati, vi dice che in Italia non c’è più la critica indipendente. I recensori parlano bene dei libri editi dalla casa editrice che paga lo stipendio e guarda caso gli unici libri recensiti sono quelli degli editori che possiedono riviste e periodici. Poi ci sono i libri degli amici che vanno trattati come piccoli geni, c’è l’Aldo Nove di turno che fa comodo parlarne bene, poi lui parlerà bene di te alla prima occasione. Su questo gioco al sostegno reciproco si regge l’asse Mozzi-Covachich passando per Scarpa-Nori e tutti gli altri del giro Einaudi Stile Libero e Monadori Strade Blu. Chi resta fuori dal giro può consolarsi con la libertà di dire le cose che pensa, senza sederi da omaggiare e favori da rendere. Se ci pensate non è cosa da poco poter consigliare un libro controcorrente come questo “Punto, punto e virgola…” al posto di un’inutile stage alla Scuola Holden. Chi pubblica le sue riviste con Baricco sponsor mica se lo può mica permettere...


Una recensione di Gordiano Lupi






Recensioni ed articoli relativi a Stefano Lanuzza

(1) Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà a cura di Giuseppe Antonio Martino - ARTICOLO
(2) Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo. di Stefano Lanuzza - RECENSIONE

Testi di Stefano Lanuzza pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Gordiano Lupi

(1) La piccola cineteca degli orrori di Manlio Gomarasca e Davide Pulici - RECENSIONE
(2) Ore Piccole di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(3) Il Maradagàl, una rivista oltre le mode di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(4) Lamette di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(5) 8 e un quarto di Paquito Catanzaro - RECENSIONE
(6) Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo - RECENSIONE
(7) Tenebra Lux di Alessandro Del Gaudio - RECENSIONE
(8) Fermento di Falesia di Stefano Giannotti - RECENSIONE
(9) Guida ai cantautori italiani - Gli anni Settanta di Mario Bonanno - RECENSIONE
(10) Capelli struggenti di Franz Krauspenhaar - RECENSIONE
(11) L’incredibile vicenda che portò Jack Lanarco a salvare l’iperspazio da fine certa di Vincenzo Trama - RECENSIONE
(12) Polaroid di Davide Rocco Colacrai - RECENSIONE
(13) Ce sto io … poi ce sta De Niro - Mario Brega Biografia di Ezio Cardarelli - RECENSIONE
(14) Breve inventario di un’assenza di Michele Paoletti - RECENSIONE
(15) Coraline di Neil Gaiman Adattato e ilustrato da P. Craig Russell - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2006-05-16
VISITE: 24392


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.