Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [11/12/2019] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Festival Nazionale di Poesia per e dei Bambini scadenza 2019-12-14    La diversità dell'Italia scadenza 2019-12-20    Concorso Letterario Tre Colori scadenza 2019-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
30 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Predatori di bambini. Il libro nero della pedofilia.
di Massimiliano Frassi
Pubblicato su SITO


Anno 2005 - Editore Ferrari Grafiche
Prezzo € 10 - 192 pp.

Una recensione di Karina Olivera
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 6451
Media 79.73 %



Predatori di bambini. Il libro nero della pedofilia.

“Predatori di bambini” Il libro nero della pedofilia di Massimiliano Frassi ….Chissà, forse è inutile continuare a lottare!… Comincia così l’introduzione del libro di Massimiliano Frassi, presidente dell’Associazione Prometeo, dedita alla lotta della pedofilia e alla tutela dell’infanzia violata. Sicuramente il lettore si sarà identificato più di un volta con questa frase arrendevole, del resto è umano pensare che non ci sia più nulla da fare…che ormai la pedofilia si sia insinuata ovunque e che il mercato criminale che la rende così florida sia inattaccabile. Lo stesso Massimiliano Frassi nel suo libro ci sbatte prepotentemente in una realtà brutale, violenta, sudicia, che maltratta senza alcuna pietà, anche sino alla morte, bambini di non più di dieci anni, e da quanto traspare negli ultimi dati, anche più piccoli, sempre più piccoli, sino ad arrivare a poche settimane di vita. Il grido che si eleva dalle pagine dell’ultimo libro dell’autore bergamasco è un grido di rabbia, di disapprovazione, di rimprovero ad una società civile che si è arresa, sconfitta dalla propria ipocrisia, convinta che possa trovare una soluzione ad un male che avanza lentamente, nascosto e subdolo, ma che si diffonde come un virus, un cancro che grazie ad un pubblico distratto, annienta i corpi e le anime di milioni di bambini. Massimiliano Frassi si rivolge al lettore costringendolo ad una riflessione e lo fa con racconti raccapriccianti, con parole crude, reali, chiedendo a gran voce di non essere più spettatori di un abominio, ma attori di una rivoluzione culturale che possa poggiare su basi più severe e meglio attuabili alla realtà dei fatti. La società si è dimenticata dei propri figli, il problema “pedofilia” non è considerato con l’importanza che merita, le leggi sono inadeguate a tutelare chi subisce violenza, chi viene maltrattato, seviziato, ucciso. Pagina dopo pagina si viene catapultati in un mondo che nessuno enuncia a gran voce, un mondo che passa in secondo piano, che soffoca tra reality- show diseducativi e telegiornali vuoti, quasi fosse un argomento scomodo, scottante, nefasto…e lo è. Lo è come tutte quelle realtà che turbano la vita delle società perbene, di quella parte di mondo che non vuole vedere, che non vuole sentire, che preferisce voltare le spalle alle sofferenze dei più deboli, persino se si tratta di bambini. Nel capitolo “Tutti gli zeri del mondo” l’autore ci riporta un lungo, incessante elenco di cifre che dovrebbero condurre il lettore alla riflessione, magari ad un punto di partenza per un risveglio globale di coscienze. I dati raccolti sono impressionanti e lo stupore dilaga, rigo dopo rigo, lasciando quell’amaro in bocca difficile da camuffare. Quando si spera che il tutto finisca ecco “Le storie di tutti i giorni”, fatti salienti, talmente inconcepibili da far saltare in piedi dalla sedia, per pura indignazione, anche il più distratto lettore. I toni del libro sono gravi, pesanti e spesso e volentieri l’autore incita il lettore a non mollare, anche se ne ha abbastanza, anche se il cuore non regge. Lo incita a continuare perché è giusto che tutto questo si sappia, che entri dentro le case, dove il più delle volte avviene la violenza, che si parli nelle scuole, dove ci sono stati numerosi casi di abuso, che se ne discuta anche in chiesa, dimora del Signore, spesso e volentieri infangata da comportamenti poco sacerdotali. E’ nostra la colpa di tale situazione, è la società che fa passi indietro, che si mostra inadatta, ma che non è ancora stata del tutto sconfitta. Bisogna credere in un futuro migliore e convincersi che la pedofilia non è solo un male che riguarda paesi lontani e realtà di estrema povertà. Anche a casa nostra il diavolo è presente e nella forma peggiore perché si nutre di indifferenza e ricchezza economica, perché costa quattrocento euro seviziare un neonato e trecento euro ( o di più a seconda delle trattative) abusare di una bambina di quatto anni. E’ nei paesi ricchi che tutto questo ha un senso, è grazie al benessere che la pedofilia dilaga ed impera. Quando alla fine del viaggio che il lettore ha intrapreso lo sconforto è ovunque, Massimiliano Frassi ridà la carica proponendoci figure paragonabili a Dio per bontà e sacrificio verso il prossimo, uomini come Padre Shay Cullen, candidato al Premio Nobel, missionario cattolico da anni impegnato in prima linea nel recupero dei bambini abusati nelle Filippine e nel mondo. Non sono molti questi angeli buoni, ma bastano a lenire lo spirito di chi crede che tutto sia perduto, che niente si possa più fare. Da queste persone Massimiliano Frassi trova l’energia necessaria per andare avanti nella lotta contro la pedofilia, da questi angeli buoni e da tutte le numerose vittime che ha incontrato in questi lunghissimi dieci anni di lavoro incessante. Dedica questo libro a loro, alle vittime dei predatori e alla loro indescrivibile sofferenza, spesso e volentieri resa ancora più insopportabile dall’ignoranza delle persone e dalla loro meschinità. “Svegliati, non lasciarti imbrogliare, non abituarti mai al dolore. Apri gli occhi, apriti all’Amore” è una frase tratta da una canzone di Renato Zero, testi che spesso e volentieri Massimiliano Frassi utilizza nei suoi libri e nei suoi convegni ( che si tengono i tutta Italia) per rendere ancora più forti le sue battaglie, guerra che non avrà mai fine, che non avrà speranza se l’uomo non riscoprirà di avere un cuore e di sapere ancora AMARE. “Predatori di bambini” per non dimenticare che il male “pedofilo” è ovunque e che nessun bambino può ritenersi al sicuro e protetto da una società sorda e cieca. di Karina Andrea Olivera


Una recensione di Karina Olivera






Recensioni ed articoli relativi a Massimiliano Frassi

(1) Predatori di bambini. Il libro nero della pedofilia. di Massimiliano Frassi - RECENSIONE

Testi di Massimiliano Frassi pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Karina Olivera

(1) Per amore per lavoro, storie di donne espatriate di Francesca Prandstraller- Il Parere di PB
(2) Il fiore degli abissi di Leonilde Bartarelli- Il Parere di PB
(3) Fiori di Serra di Miriam Ballerini- Il Parere di PB
(4) Ci hanno rubato il mare di Rita Gallegati- Il Parere di PB
(5) Un' inattesa lezione d'amore di Susan Richards - RECENSIONE
(6) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2006-10-15
VISITE: 16771


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.