Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [16/10/2019] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Linee di Paesaggio” scadenza 2019-10-28    Concorso per artisti emergenti scadenza 2019-10-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
5 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Assurdo virtuale
di Mauro Antonio Miglieruolo
Pubblicato su PB19


Elara Libri
Prezzo € 26 - 420 pp.

Una recensione di Andrea Coco
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 9727
Media 79.58 %



Assurdo virtuale

Cosa c’è di peggio di sognare un incubo? Vederlo realizzato. E peggio di un incubo realizzato? Viverne uno più brutto. E peggio ancora? Non riuscire più ad uscire dall’incubo perchè tra sogno e veglia non c’è più alcuna differenza, rimpiazzati entrambi da una nuova dimensione temporale, virtuale. E come non bastasse è caduta anche la distinzione tra reale ed irreale, diventati una cosa sola, un assurdo appunto. La realtà è, insomma, diventata un assurdo virtuale.
E “Assurdo Virtuale” si chiama proprio l’ultimo libro scritto da Mauro Antonio Miglieruolo, premiato come la migliore opera di fantascienza italiana del 2007. Il riconoscimento è stato consegnato all’autore, sabato 24 marzo, a Fiuggi, dopo la cena di gala dell'Italcon, la convention degli addetti ai lavori ed appassionati della fantascienza letteraria, la più importante iniziativa dedicata ad un simile genere letterario in Italia, giunta alla sua 33 ma edizione.
Un premio che rappresenta un doppio riconoscimento: alla bravura dello scrittore e all’intuito della casa editrice Perseo, che ha pubblicato un volume antologico contente il meglio della narrativa breve di un autore considerato come il più originale e anticonformista scrittore italiano di science fiction.
Una definizione rafforzata dalle parole dello stesso autore che, nel corso del suo intervento di presentazione dell’opera ha, infatti, lanciato una sorta di appello alle forze sane della fantascienza nazionale per lasciar perdere pessimismi e banalità e creare, tutti insieme, senza divisioni di generi e di settori, quella felicità creativa e propositiva che la fantascienza ha come essenza.
D’altronde che Mauro Antonio Miglieruolo sia originale ed anticonformista, lo si può intuire scorrendo le pagine del libro, un romanzo breve, Assurdo virtuale, ed undici racconti, attraversati da una ventata di ribellione, di scherno e denuncia contro il “sacro” ed il “profano” quando tali valori diventano istituzioni (e quindi imposizioni), strutture rigide e come tali prive di vita, di significato.
Un simile vento si porta dietro con sé una continua attività di denuncia e smascheramento delle ipocrisie del potere, sempre alla ricerca di una strada attraverso la quale opprimere l’umanità e convincerla della bontà delle sue idee, del pensiero unico.
Miglieruolo è, senza dubbio, il più impegnato degli scrittori italiani di fantascienza, l’uomo che non mai ha rinunciato a credere nell’esistenza di un mondo migliore, descrivendo attraverso le sue storie alcune possibile vie di uscita dall’inferno in cui viviamo.
A livello stilistico, la prosa di Miglieruolo è semplice. L’autore ha scelto di scrivere il libro utilizzando uno stile colloquiale con sprazzi di prosa aulica ed incursioni nei modi di dire del mondo del foro, della curia e della burocrazia. Il risultato è una prosa solo all’apparenza modesta che, invece, grazie alla sua apparente semplicità, cattura il lettore fin dalle prime pagine e senza annoiarlo mai lo porta con sé fino all’ultima riga.
Assurdo virtuale: Internet è la Realtà oppure una grande Finzione? E’ un altro mondo o è il Mondo? E possiamo fare a meno di Internet senza correre dei rischi?
Il Muro: Il muro separa i buoni dai cattivi, ma chi sono i buoni e chi i cattivi? E se l’erba del vicino è più verde perché non posso andare a vederla? E se la pubblicità è l’anima del commercio perché il commercio non ha un’anima?
Il giardino dei rovi: Si nasce e si muore da soli. Almeno fino a quando non si tornerà ad esistere un mondo solidale.
Merda di cane: Il liberismo selvaggio è la faccia peggiore del capitalismo, che trasforma tutti in merce. E alcuni in merde.
Sopravvivenza: Quando la nave affonda ognuno pensa a sé, ma per fortuna non va sempre così. A volte, in simili frangenti, torna a galla la dignità umana.
Riforestazione: Avendo distrutto la terra per i propri bisogni, ora l’uomo deve porre rimedio all’equilibrio sconvolto.
Signora morte: Quando il denaro diventa la misura di tutte le cose, si possono commettere errori fatali.
Metamorfosi: I bambini con la loro innocenza sono i veri diversi in una società di uguali, così diversi da sembrare dei deficienti oppure sono…
Pazza: Robot che si comportano come uomini e uomini che sembrano robot.
Mogli: Un duro atto d’accusa contro il pregiudizio, la crudeltà e il cinismo.
Tema: Gesù attore: vita, morte e miracoli: Gesù visto come il più grande attore di tutti i tempi. Così bravo da sembrare un Dio.
La fine di Giuda: “Povero Giuda, perduto per la disperazione, non per il tradimento, piccolo misero uomo di poca Fede!” (Andrea Coco)

L’autore:
Mauro Antonio Miglieruolo, nato in Calabria nel 1942, è attualmente residente a Roma. I suoi primi racconti apparvero in appendice alle riviste di fantascienza “Galassia” ed “Oltre il Cielo” e nelle antologie “Destinazione Uomo” (Galassia 113 del 1970), “Amore a quattro dimensioni” (Galassia 137 del 1971). Il suo primo romanzo, “Come ladro di notte”, fu pubblicato nel 1972 all’interno del volume 159 della rivista Galassia.

L’opera non è in vendita nelle librerie, ma deve essere ordinato direttamente al sito web della casa editrice (www.elaralibri.it)


Una recensione di Andrea Coco






Recensioni ed articoli relativi a Mauro Antonio Miglieruolo

(1) Assurdo virtuale di Mauro Antonio Miglieruolo - RECENSIONE

Testi di Mauro Antonio Miglieruolo pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Andrea Coco

(1) Elogio della follia di Erasmo da Rotterdam - RECENSIONE
(2) Gente di Dublino di James Joyce - RECENSIONE
(3) CyClone di Antonio Fazio - RECENSIONE
(4) Il giornalino di Gian Burrasca di Vamba (Luigi Bertelli) - RECENSIONE
(5) Il bar sotto il mare di Stefano Benni - RECENSIONE
(6) In viaggio verso casa di Maeve Binchy - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2008-09-14
VISITE: 16218


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.