Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    [24/08/2019] 7 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Rocca Flea scadenza 2019-08-27    ASTOLFO SULLA LUNA | Le Cose Perdute scadenza 2019-08-30    “Ut pictura poesis” Città di Firenze scadenza 2019-08-30     Giallo Festival 2019 scadenza 2019-08-31    MittAffett allo Scrittore, Arum Apulum 2019 - con il Patrocinio del Parlamento Europeo scadenza 2019-08-31    500 Parole scadenza 2019-08-31    500 Parole scadenza 2019-08-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    PAT - Percorsi di Avvicinamento al Teatro - II edizione - 6 incontri, tutti gratuiti (Roma) (NOSCELTA 2019-09-26)    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     La predatrice di Giuseppe Costantino Budetta     Nel bel mezzo di un gelido inverno di Donatella Magnani     La Piscina di Maurizios Stefanelli     La moglie dell'assessore di Maria grazia Midossi     La macchina (im)perfetta di Marco Canella    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
28 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
2 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Lo spagnolo senza sforzo
di Gabriele Pedullà
Pubblicato su SITO


Anno 2009 - Einaudi
Prezzo € 14.00 - 181 pp.
ISBN 9788806196240

Una recensione di ALBERTO VOLPI
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 12692
Media 79.59 %



spagnolo senza sforzo;Lo

“La vita è fatta così, non puoi prevedere ogni cosa”: potrebbe essere questa la battuta introduttiva per i personaggi dei cinque racconti di Gabriele Pedullà. Prevalentemente giovani, romani, di più che buona condizione economica, “a cui è andato sempre tutto troppo liscio”, le loro vicende quotidiane incappano, talvolta per scelta talvolta no, nell’imprevisto. Nei primi due racconti (Miranda, Armoniosa e risonante) si tratta di accidenti di comunicazione. Due compagne di Università fanno shopping in centro, una di loro è cieca: un problema, certo, ma anche un’opportunità per descrizioni attente degli oggetti, un confronto con “un’idea tutta privata dei colori”, metaforica ma stimolante. L’inghippo capita quando Stefi si benda ed entra nel territorio buio di Miranda, andando incontro al panico e all’incertezza su ciò che accade tra loro. Quanto ai due ragazzi in vacanza a Stromboli, lei è tedesca e non conosce altre lingue, mentre lui, italiano, non conosce affatto il tedesco; proprio così nasce un linguaggio comune dei segni corporali che “li avvicina piuttosto che allontanarli”. Ma anche qui Lele vuole forzare le giuste distanze insegnando la sua lingua a Ulla e procedendo verso un ribaltamento dei rapporti di forza che lo spiazza. Nell’ultimo racconto, che dà il titolo alla raccolta, Mario non rispetta la lingua, che vuole imparare con massima passività e desiderio di sfruttamento economico, ed ecco che essa si vendica impadronendosi di lui nel finale più metafisico dell’intero libro. Dal terzo racconto in poi i finali diventano più drammatici, forse perché i protagonisti provocano il caso cercando di dominarlo. I ragazzini di Valle della morte, che salgono e scendono dagli autobus per una fermata, la coppia di Ritiro bagagli che scambia sistematicamente le valige altrui alla ricerca di biografie da saccheggiare. Già Stefi e Miranda bendando si scambiavano i ruoli, Lele metteva linguisticamente a soqquadro il corpo di Ulla e Mario recitava una parte in spagnolo: invadere i campi, disordinare il reale, giocare con il caso conduce al pericolo o a un ritorno del rimosso, come nel finale di Ritiro bagagli, personalmente il più bello. Il ragazzino corre nel traffico “senza contatto con la terra proprio come nei sogni”, a Mario “sembra di aver già vissuto quella scena”, Michele ama Mara “come se lei non fosse Mara e lui non fosse Michele”. Questo leggero sfasamento muove in un fuori fuoco affascinante lo stile del testo. La lingua è infatti omogenea ma segue il pensiero dei protagonisti oppure risulta sensibile al paesaggio reso con pochi tocchi: s’allunga e divaga nell’indefinita vastità delle periferie, s’increspa appena più lirica nella luce delle Eolie. Un’atmosfera mai esplicitata di nostalgia transita sui ragazzini, che crescono mettendosi alla prova con il caso (“Jacopo che da quando è alle superiori non gioca più con noi e studia tutto il tempo”), i giovani per i quali la vacanza porta via tutto il resto dell’anno, la coppia quarantenne che riempie con i viaggi la propria mancanza di maturità (“sembrano tutti e due più giovani dell’età che stava scritta sui loro passaporti”). Al termine la sensazione che nella vita poco si dia senza sforzo e che quel poco si disperda in fretta senza il dovuto rispetto ai suoi codici.


Una recensione di ALBERTO VOLPI






Recensioni ed articoli relativi a Gabriele Pedullà

(1) Lo spagnolo senza sforzo di Gabriele Pedullà - RECENSIONE

Testi di Gabriele Pedullà pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di ALBERTO VOLPI

Nessun record trovato


 

Altre recensioni:






-

dal 2009-05-05
VISITE: 20941


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.