Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [14/10/2019] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Linee di Paesaggio” scadenza 2019-10-28    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Presentazione del romanzo storico Il Barone - Una offerta di lettura agli studenti di un Liceo (NOSCELTA 2019-10-15)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
27 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
5 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Sul filo di lama
di Marcellino Lombardi
Pubblicato su SITO


Anno 2007 - Nuovi Autori
Prezzo € 9,00 - 52 pp.
ISBN 9788875682248

Una recensione di Alessandra Di gregorio
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 2526
Media 79.91 %



Sul filo di lama

Di rado la satira mi è apparsa così gradevole, intelligente, razionale e originale, come mi è capitato di pensare scorrendo le pagine della breve raccolta “Sul filo di lama”, di Marcellino Lombardi.

La raccolta si articola in una serie di racconti dal carattere fresco e ironico, nei quali l’Autore pone l’accento – ora in maniera più sottile, ora in maniera più vistosa – su argomenti di attualità, temi scottanti e di pubblico interesse.

La realtà da lui vagliata è riconducibile sicuramente a quella italiana, a quella “nostrana”, dati i notevoli ed espliciti riferimenti concreti ed attuali alla malasanità, al lavoro, all’occupazione/disoccupazione, all’università, alla criminalità, alle prospettive sociali etc. A tali riferimenti però possiamo aggiungere quelli di carattere più – per così dire – “paradossale”, ovvero quella serie di elucubrazioni di carattere più squisitamente intellettuale, relative all’analisi degli aspetti più assurdi e degenerativi della nostra realtà passata e odierna.

Mi viene da pensare che l’approccio del Lombardi, lungi dal voler essere didascalico o, in qualche modo, anche solo vagamente programmatico, in verità sia incentrato sulla necessità e sul dovere di palesare, attraverso il ricorso alla satira, l’uso del raziocinio, applicato in maniera coerente a quanto attiene la sfera sociale e collettiva, a cui tutti noi facciamo riferimento.

Infatti, ciò che risulta più evidente, è senz’altro il DINAMISMO non solo nell’approccio narrativo concreto, visibile anche al lettore meno esperto, ma anche nel pensiero, nell’analisi schietta e particolareggiata delle incongruenze sociali di cui siamo vittime e testimoni; l’Autore, lungi dal voler prospettare false soluzioni ad annosi problemi, e lungi dal voler utilizzare il solito patetismo/paternalismo patriottico-popolare, propone in modo arguto e franco chiavi di lettura che sondano più la natura umana imperfetta e corruttibile, che le nude cause e occorrenze di un problema.

Sebbene principiando la lettura si possa sospettare una mancanza di efficacia – tanto narrativa che filosofico-speculativa – nei racconti, vista la scrittura in apparenza troppo fiacca, leggera e unicamente descrittiva, modulata sul classico schema della “barzelletta” – o al massimo della vignetta satirica – in realtà, scorrendo le pagine, ci si congratula con la positiva svolta intrapresa dal libro. A subire una svolta è non solo l’impianto linguistico ma anche quello concettuale; questo ribaltamento di prospettive permette dunque di apprezzare uno stile asciutto e lineare, un amore per la parola poco sofisticata ma molto intelligente, vivace e brillante. Il periodare, infatti, è sempre molto andante. Il taglio dei racconti, perlopiù di natura argomentativa, è reso tonico dalla scelta di un lessico colloquiale ma non banale, e da uno stile prospettico, chiaro e marcatamente funzionale allo scopo che l’Autore si è proposto.

Egli, infatti, non sceglie di assoggettare il fine argomentativo e/o educativo, né il proprio proposito di portatore sano di lente di ingrandimento, agli scopi di “trama”, come farebbero lo scrittore e il pensatore poco esperti. Al contrario, le trame, brevi e volatili, sono – com’è giusto quando si vuole fare della satira degna di questo nome – solo l’ornamento, il vestito più o meno appariscente, di un corpo fatto di masse muscolari ben distinte. Attraverso il vestito siamo chiamati a imparare qualcosa di più su di noi e sul corpo collettivo.

L’Autore, che oltre a scrivere pensa, sa che non ha bisogno, per raggiungere il fine di divulgare e diffondere, di sostanziare eccessivamente il suo dettato, iper-accessoriandolo e impoverendolo dal punto di vista della qualità e dell’efficacia; per questo sceglie un’ironia che s’irraggia gradualmente da un racconto all’altro, soprattutto a seconda del tema trattato e del punto su cui vuole che si raccolga l’attenzione del lettore.

L’intensità della riflessione e della denuncia è un climax.

Da LE ELEZIONI, passando per VIVO PER ERRORE, a REALIZZA UN SOGNO, IN MEZZO A UNA STRADA, IL CASTELLO IN ARIA e L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA, passiamo attraverso tematiche e ricorrenze pregnanti. Il primo racconto è una riflessione sui costumi politici; il secondo su un caso di buona-sanità, il terzo tratta del sogno di un bambino di diventare malavitoso per un giorno, il quarto di come arrivano i soldi per chi studia (uno dei miei racconti prediletti), il quinto è uno di quei racconti che s’incentrano sul paradosso (qui l’Autore manifesta una coerenza e una creatività a dir poco geniali), il sesto racconta di paradossi storici e sociali reali, paradossi che a guardarli così, denudati, fanno persino ridere, ma d’amarezza, più che altro. Insomma “Sul filo di lama” ha tutto ciò che occorre per richiamare l’attenzione di quanti, stanchi della solita approssimazione con cui i media e la cosiddetta intellettualità trattano tutto ciò che ruota attorno ai grandi temi sociali, la coerenza non la predicano soltanto ma la rivendicano prima di tutto per se stessi.

La rivendicazione maggiore, a mio avviso, è quella relativa all’uso del proprio senso critico.


Una recensione di Alessandra Di gregorio






Recensioni ed articoli relativi a Marcellino Lombardi

(1) Sul filo di lama di Marcellino Lombardi - RECENSIONE

Testi di Marcellino Lombardi pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Alessandra Di gregorio

(1) Il verme (Una favola moderna) di Gionata Soldatini- Il Parere di PB
(2) Cavalcando il bene e il male di Antonio Rubino- Il Parere di PB
(3) Via Crucis per corpo e anima svestita di Francesca Mazzuccato- Il Parere di PB
(4) Qualche lontano amore di Carla De Bernardi - RECENSIONE
(5) Sangue di rosa scarlatta di Vittorio Graziosi - RECENSIONE
(6) Tu non sei bionda di Lupo77, Desta83 - RECENSIONE
(7) Parole di fuoco di Daniela Montanari - RECENSIONE
(8) Terra silenziosa di Alberto Scuderi - RECENSIONE
(9) Donne senza fede di Daniela Montanari - RECENSIONE
(10) Antimateria di Andrea Blu - RECENSIONE
(11) Non prima di te di Paolo Scriboni - RECENSIONE
(12) Mi mancano i plugin di Emanuele Serra - RECENSIONE
(13) Per Elisa di Azzurra Mangani - RECENSIONE
(14) Dus Dopo una sbronza di Gionata Soldatini - RECENSIONE
(15) Dolcetti e Scherzetti di a cura di Matt Bernstain Sycamore - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2011-11-21
VISITE: 4848


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.