Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [20/11/2019] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Nika Georgievna Turbina 1974 - 2002 scadenza 2019-11-20    PREMIO NABOKOV scadenza 2019-11-30    Residenze Gregoriane 2019 scadenza 2019-11-30    Premio Poesia dell'Anno” (2019) scadenza 2019-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Il Possidente (La Saga dei Fisrsyte I)
di John Galsworthy
Pubblicato su SITO


Anno 2004 - Garzanti
Prezzo € 8,50 - 325 pp.
ISBN 9788811366492

Una recensione di Rosella Rapa
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 1800
Media 79.73 %



Possidente (La Saga dei Fisrsyte I);Il

Non tragga in errore la parola “saga”: si tratta di un romanzo compiuto, e non proprio facile. Narra le vicende di una ricca e numerosa famiglia, ma l’analogia con certi interminabili sottoprodotti moderni finisce qui. I Forsyte sono presi come esemplificazione dell’alta e prospera borghesia vittoriana, nel momento del suo massimo fulgore (1880 e anni a seguire). Sono molti, perché molteplici sono gli aspetti da analizzare. Lo stile narrativo è particolare: inizia dall’esterno, in terza persona, poi, impercettibilmente si sposta all’interno, ora dall’uno ora dall’altro dei tanti Forsyte, osservando gli eventi secondo il loro personale sentire. Questo continuo cambiamento del punto di vista consente un’analisi psicologica estremamente profonda, ed anticipa la dissoluzione della trama che avrà i suoi massimi esponenti in Joyce e Woolf. L’immedesimarsi nei diversi protagonisti, ciascuno con propri vizi e virtù, porta il lettore a partecipare in modo molto più diretto ed intimo allo svolgersi della vicenda, anzi delle vicende, poiché lo stesso evento si frammenta, in tante parti quante sono le personalità che lo vivono. I personaggi sono numerosi, perché molti sono i caratteri da analizzare; la bravura dello scrittore sta nel rendere ogni Forsyte allo stesso tempo elemento di una ben precisa tipologia, ed insieme mostrare persone vere e sofferenti, molto sofferenti dietro la maschera d’impassibilità che era quasi un dovere ostentare. E’ una sofferenza egocentrica ed abbastanza egoista, ma non esasperata: ognuno dei vecchi Forsyte sente la vita sfuggirgli, si preoccupa per il futuro dei figli, prova affetto per i propri nipoti, disprezza quelli degli altri, e cerca di mostrarsi più ricco di quanto non sia, in un conflitto tra fratelli che increspa la facciata di solenne rispettabilità da mostrare all’esterno, ai non-Forsyte.

La vicenda ha un inizio e una fine, piuttosto aleatori: si parte dal fidanzamento tra una giovane Forsyte ed un architetto, elemento estraneo alla famiglia, non bene accettato; il finale è a sorpresa, imprevedibile, e mi guarderò bene dallo svelarlo, come ormai fanno troppi introduttori.

L’universo femminile non è altrettanto ben esplorato: le signore e signorine Forsyte restano oscure, distanti, imperscutabili.  La tecnica narrativa consentirebbe un maggiore approfondimento, quindi sorge spontanea una domanda: le donne non fanno parte a pieno titolo di questo universo di Forsyte  tipicamente maschile, o lo scrittore non osa penetrare al pieno la complessa psiche femminile?

Decisa invece la scelta di non entrare mai nei pensieri dei due elementi dissonanti, che pure costituiscono il filo sottile che lega la storia: l’architetto, fidanzato infedele, e una infelice signora Forsyte, sposata controvoglia, altrettanto infedele. Di loro non riusciamo a sapere nulla, ogni esperienza è filtrata dalla visione che i diversi famigliari Forsyte provano nei loro confronti. Amore, infedeltà, adulterio, coerenza, lotta interiore: nulla di tutto ciò ci è manifesto, e non possiamo in effetti sapere fino a che punto si spinga la deprecata relazione. Forse, non è importante. Ciò che conta è il fatto che essa esista, almeno nello spirito: uno spirito nuovo, inconsueto, che anticipa in qualche modo la silente ribellione alla casta dei Forsyte, al loro modo di essere tanto profondamente Vittoriani ed Inglesi.

Nonostante le loro deprecabili ed esplicite mancanze, i Forsyte non risultano totalmente antipatici: fatte le debite proporzioni, chi di noi non ha sperimentato su di sé l’assillante presenza di parenti che avrebbe preferito evitare, l’amore che ci suscitano i figli piccoli, la rivalità con loro una volta cresciuti? In cento anni il mondo è profondamente mutato nei suoi aspetti esteriori, le donne hanno raggiunto traguardi importanti, le classi sociali sono mutate; ma la vita spicciola, quotidiana, famigliare, resta sempre la stessa.

A mio parere sta in questo eterno riproporsi la forza del romanzo: l’Uomo, con i suoi timori, i suoi dubbi, può ammantarsi degli orpelli che la moda imperante gli offre con dovizia, ma resta e resterà sempre lo stesso: con i propri sentimenti, contradditori e al tempo stesso semplici, bisognoso d’affetto e riluttante a chiederlo.

Un testo di tale profondità merita di spendere qualche parola anche sulle sue edizioni: io l’ho letto in una versione vecchia, che soffre di una traduzione obsoleta ed approssimativa. E’ importante trovare una versione più fluida e moderna; se possibile merita di essere letto nell’originale inglese, avendo una prosa elegante, ma priva di infiorettature.

Sebbene il testo possa ritenersi già compiuto in se stesso, fornendo al lettore numerosi motivi di riflessione, ho intenzione di proseguire la lettura dei successivi capitoli della “saga”: non per la morbosa curiosità di sapere quanto accadrà, ma piuttosto per vedere come l’autore riuscirà a mantenere, forse anche a migliorare, questo suo narrare, e soprattutto: renderà esplicita una morale, un giudizio su quei tempi, già al declino mentre lui stesso scriveva?

Spero di rispondervi presto.


Una recensione di Rosella Rapa






Recensioni ed articoli relativi a John Galsworthy

(1) Il Possidente (La Saga dei Fisrsyte I) di John Galsworthy - RECENSIONE

Testi di John Galsworthy pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Rosella Rapa

(1) Una Rossa Rosa Bianca di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(2) Entro a fare due passi Fra le pieghe dell’anima di barbara Brussa - RECENSIONE
(3) Le Voci di Nike di Silvia Maria Elena Damiani - RECENSIONE
(4) Le Api di Paulette di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(5) Profumo d'Incenso di Valentina Bellettini - RECENSIONE
(6) Nel Silenzio dei Rumori di Gavino Puggioni - RECENSIONE
(7) La Settima Strega di Zannoner Paola - RECENSIONE
(8) L' odore del pane di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(9) Sulla Riva del Fiume di Giovanna Giordani - RECENSIONE
(10) I Lupi della Bruma di Daniele Picciuti - RECENSIONE
(11) L’ Uomo Invisibile di Herbert George Wells - RECENSIONE
(12) La Macchina del Tempo di Herbert George Wells - RECENSIONE
(13) Il Mondo nuovo – Ritorno al mondo nuovo di Aldous Huxley - RECENSIONE
(14) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE
(15) Millenovecentottantaquattro di George Orwell - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2012-11-18
VISITE: 4939


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.