Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [21/11/2019] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    PREMIO NABOKOV scadenza 2019-11-30    Residenze Gregoriane 2019 scadenza 2019-11-30    Premio Poesia dell'Anno” (2019) scadenza 2019-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
30 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

La commedia umana
di William Saroyan
Pubblicato su SITO


Anno 2010 - Marcos y Marcos
Prezzo € 10,00 - 254 pp.
ISBN 9788871685458

Una recensione di Carlo Mocci
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8536
Media 79.52 %



commedia umana;La

Bene, diciamolo subito: la commedia umana che intende Saroyan nel libro omonimo non è il lato comico dell'essere umani. Ciò che intende Saroyan per commedia, e appare chiaro sin dalle primissime pagine del libro, è la comedia dantesca. Ma andiamo con ordine.
Se si dovesse schematizzare o categorizzare questo romanzo, che Saroyan ha scritto nel 1943 e dal quale è stato tratto un film che ha pure vinto un Oscar per il miglior soggetto, si potrebbe dire che è una spiegazione di come è fatta la nostra vita ma in modo induttivo. Niente ampie sperimentazioni dai quali far discendere spiegazioni universali, niente legge dei grandi numeri e ampie statistiche per mostrare, se non dimostrare, come pensiamo, ragioniamo, amiamo, viviamo. No, niente di tutto questo. Saroyan prende una famiglia americana assolutamente comune, così comune che più comuni non ce n'è, e la fa muovere in un teatro di persone che, ognuna con le proprie peculiarità di persona semplice e comune, incarna in piccolo un eroe, un coraggioso, anche un combattente contro un mondo che va innanzitutto accettato per ciò che è, e poi studiato nei dettagli delle vita di tutti i giorni che, sommati, costituiscono almeno una parvenza di serenità, se non di felicità.
La famiglia in questione è la famiglia Macauley, con il suo capofamiglia di fresca nomina, il quattordicenne Homer, che cerca di mantenere gli altri da quando il fratello maggiore, Marcus, è in guerra, considerato che il padre è morto anni prima. E mentre gira per Ithaca, California, la città nella quale il romanzo è ambientato, vive insieme a centro altri personaggi che vengono resi, nella pienezza e complessita della loro vita, anche in poche semplici frasi: il fratellino Ulysses, gli amici, il direttore dell'ufficio del telegrafo per il quale Homer fa il fattorino dopo la scuola.
La Ithaca di Saroyan è una città che si immagina a strade diritte, perpendicolari tra loro, con case basse col portico davanti, e polvere dappertutto; una città di operosa piccola follia quotidiana, che in qualche modo fa accettare il recapito di un telegramma con l'annuncio della morte di un figlio durante la propria festa di compleanno, o il fatto che il piccolo Ulysses rimanga intrappolato per un sacco di tempo in una avveniristica trappola per animali, o che si possa morire mentre si decodifica il telegramma che annuncia la morte del fratello di un tuo amico.
Ecco, alla fine La commedia umana è questo: prendere insieme i nostri gesti, le piccole cose di una vita, materiali e immateriali, e provare a metterle insieme senza pretendere che ci sia un ordine, dietro. E semplicemente, viverle.


Una recensione di Carlo Mocci






Recensioni ed articoli relativi a William Saroyan

(1) La commedia umana di William Saroyan - RECENSIONE

Testi di William Saroyan pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Mocci

(1) Mette pioggia di Gianni Tetti - RECENSIONE
(2) Bugiarda no, reticente di Franca Valeri - RECENSIONE
(3) Una famiglia americana di Joyce Carol Oates - RECENSIONE
(4) Aperto tutta la notte di David Trueba - RECENSIONE
(5) Una catena di rose di Jeffrey Moore - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2011-10-19
VISITE: 12332


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.