Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    [21/08/2019] 7 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Rocca Flea scadenza 2019-08-27    ASTOLFO SULLA LUNA | Le Cose Perdute scadenza 2019-08-30    “Ut pictura poesis” Città di Firenze scadenza 2019-08-30     Giallo Festival 2019 scadenza 2019-08-31    MittAffett allo Scrittore, Arum Apulum 2019 - con il Patrocinio del Parlamento Europeo scadenza 2019-08-31    500 Parole scadenza 2019-08-31    500 Parole scadenza 2019-08-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     La grande e inanerrabile riunione gastronomica di Piero Gurgo salice     La donna dimenticata di Mara Sansonetti     L'abulico di Bruno Corino     La campanella di Pasquale Francia     L'Alhambra di Marco Pinnavaia    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
26 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Joseph Sheridan Le Fanu, il fascino del mistero
A cura di Laura Landi (DA PB11)


Joseph Sheridan Le Fanu nasce a Dublino il 28 Agosto 1814 da una famiglia d'origine francese ed ugonotta, che in seguito alla revoca dell'editto di Nantes si stabilì in Irlanda agli inizi del settecento. Trascorre la sua infanzia tra il villaggio di Chapelizod ed Abington (Dublino), a stretto contatto con il mondo contadino irlandese, ricco di folklore e superstizione, da cui non può fare a meno di rimanere affascinato, conservando tale passione anche in età adulta, come risulta dai suoi scritti. Nel 1832 Le Fanu si iscrive al Trinity College, dove si laurea in giurisprudenza, e dove pubblica nel " Dublin University Magazine" il racconto " The Ghost and the Bonesetter". In questa rivista i suoi racconti continueranno ad uscire fino al 1839, anno in cui si laureerà. All'avvocatura, preferisce però il mestiere di scrittore, dedicandosi al giornalismo e divenendo editore. Nel 1844 si sposa con Susan Bennet, figlia di un avvocato di Dublino, che morì dopo soli 14 anni di matrimonio. Dopo la morte della moglie, Le Fanu si ritira sempre più dalla vita sociale, dedicandosi alla letteratura, a tal punto da meritarsi il soprannome di " The Invisible Prince " (Principe Invisibile). Amava scrivere in particolar modo nelle ore buie della notte, a lume di candela e sottraendo alla notte stessa gli incubi del suo mancato sonno. I suoi racconti narrano le gesta di spettri che vivono in antichi e solitari castelli, di animali fatati e creature fantastiche, diventando così noto per le sue ghost stories. Poco prima di morire, pubblica le raccolte di racconti " Chronicles of golden Friars " (1871) e " In a Glass Darkly" (1872). Morì a Dublino il 7 Febbraio 1873. Usciranno postumi " The Purcell Papers" e " Madame Crowl's Ghost and Other Tales of Mistery ", che raccolgono i racconti pubblicati solo su rivista. La fama di Le Fanu va oggi attribuita ai suoi racconti piuttosto che ai suoi romanzi storici.

L''opera maggiore di questo solitario scrittore notturno è senza dubbio la celebre "Carmilla", racconto contenuto nella raccolta "In a Glass Darkly". Il racconto narra di una inquietante donna-vampiro, bellissima aristocratica seduttrice, ma allo stesso tempo fragile e dolce, estenuata dal misterioso segreto che la segue. E' un personaggio algido, minuziosamente erotico, forse leggermente scandalistico per il suo tempo (gli atteggiamenti lesbici di Carmilla nei confronti di Laura ne sono, seppur in modo delicato, segno evidente). Carmilla (o Mircalla) ci si presenta come una creatura lunare che sceglie la notte per le sue macabre azioni, ma non si tratta del solito vampiro che odia la luce del sole, orribile e tenebroso (come siamo abituati a vedere nella maggior parte delle riprese cinematografiche), ma di una vampira che ama il giorno e le belle passeggiate, dai movimenti sinuosi ed aristocratici, che si sfamerà di bellezza fino a perirne. Fa il suo ingresso in un castello della Stiria (ma la vera apparizione avvenne anni prima nella stanza dei bambini dove riposava Laura) e viene descritta come una donna di non indifferente bellezza, dal viso candido (candore molto probabilmente dovuto al fatto che la contessa Carmilla (o Mircalla) Karnestein era morta nel 1698) e vestita di bei abiti. Aristocratica e lussuriosa, Carmilla seleziona le sue vittime: mentre dei braccianti si nutre solo per non morire, è con vero piacere che si sfama del sangue dei ricchi. Laura, per esempio, benché non enormemente ricca, vive in un castello con una modesta rendita. Sarà lei l'ultima vittima di una lunga serie: Laura, benestante e impacciata, è il personaggio ideale per condividere momenti di vera lussuria fatti di dolci carezze, languidi baci e flebile passione. Quando capisce che la fine è vicina, Carmilla trova rifugio in una bara, immersa da sette pollici di sangue, fra le tombe e le ragnatele, nella cappella gotica in cui dimorano le salme della dinastia Karnestein. In questa storia entra a far parte anche uno dei personaggi più famosi di Joseph Sheridan Le Fanu, ovvero il dottor Hesselius, un borghese a caccia di vampiri, che sarà presente anche in altri racconti. La pena che egli suggerisce per un'aristocratica creatura, quale Carmilla, sarà il taglio della testa. Spunto da questo racconto lo prese Bram Stoker per il suo Dracula, riprendendo l'idea del vampiro seduttore. Portato sullo schermo da Roger Vadim (1960) nel film " Il sangue e la rosa", Carmilla perde una parte del suo fascino per le libertà che il regista si prende nella trasposizione.
Altro racconto breve abbastanza famoso è " Il gatto di Drumgunniol ", la storia del gatto bianco, presagio di morte, che perseguitava la famiglia Donovan. Maledizione che cadde sulla famiglia a causa di Connor Donovan, che abusò di Ellen Coleman, bellissima ragazza, con la promessa di sposarla. Promessa che venne meno, in quanto esso si invaghì poco dopo di un'altra donna molto più facoltosa e la sposò incurante del dolore che attanagliava la povera Ellen, fino a condurla alla morte, da cui il lato romantico della storia, che permette anche di scoprire molti dei misteri legati a questo animale malefico.
Tra i romanzi di Le Fanu, i più famosi sono "Uncle Silas" (Zio Silas), la storia di Maud, orfana che viene lasciata ad un misterioso zio paterno dal passato criminale; più che un horror questo potrebbe "catalogarsi" tra i thriller; e " The House by the Churchyard" (La casa presso il Cimitero), un mix tra romanzo, mistero e giallo, ambientato a Chapelizod, un luogo dove non mancano brividi vagamente soprannaturali.

© Laura Landi - laly79.79@libero.it


Argomenti correlati:

>>J.S.Le Fanu (1814-1873)

VISITE: 8525


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.