Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    [20/06/2019] 8 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Internazionale di Letteratura Città di Como scadenza 2019-06-20    Good Morning my future scadenza 2019-06-20    Antonietta Rongone scadenza 2019-06-25    Lo Splendore Del Talento - Scintille D’Arte - 2019 scadenza 2019-06-28    Cenerentola con gli stivali scadenza 2019-06-30    Elena M. Coppa scadenza 2019-06-30    Aneddoti dal cuore 2019 scadenza 2019-06-30    VERSI IN VOLO scadenza 2019-07-01    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi    RECENSIONI     8 e un quarto di Paquito Catanzaro     Ho gettato Dio in pattumiera di Bruno Previtali     Insabel di Vera Ambra    I paradossi dell’esistenza di Laura Rapicavoli     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Alla mia terra di Agane, campi e acque sorgive     Joseph Conrad ovvero il mare professionale    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
30 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Ileana Vulpescu: nel profondo dell'anima
a cura di Lorena Curiman
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 2434
Media 81.01 %

Articoli

“ Nel profondo dell’anima si accumulano parole non dette, pensieri ai quali  non sapresti nemmeno darli un nome, lacrime non ancora piante al momento opportuno che arrivano di colpo  come l’acqua di  una pioggia  torrenziale …” (D’amore, d’amarezza, d’un cuore blu – Ileana Vulpescu).

Come l’acqua tempestosa di un torrente, ogni volta che penso a chi potrebbe mai occupare il posto più importante nella letteratura romena  fra tutti gli scrittori contemporanei,  si rovesciano nella mia mente pensieri legati ad un’unica scrittrice che ha segnato la vita di tanti lettori, cosi come la mia, in tal modo da avere sempre pronti citati dei suoi libri, citati cosi semplici e sinceri come pieni di forza e verità.

Il citato che avete appena letto, secondo me, è pieno di significati , molto carico del significato complesso dell’anima e della durezza della vita, ma anche con un utile avvertimento, di non lasciarci mai abbandonare all’impulso di chiuderci come un riccio ma di dare voce ai pensieri che ci tormentano per sentirci di nuovo leggeri e freschi proprio come dopo il passare di un diluvio.

“L’ottimismo, la speranza, sono i migliori investimenti da fare nella vita. L’uomo è effimero ed instabile. Alla fine della vita ti rendi conto che, a parte qualche bel pensiero e un po’ d'immaginazione, non ti è rimasto nulla.” (L’arte del compromesso – Ileana Vulpescu).

Ileana Vulpescu , obiettiva davanti alla vita e sincera con se stessa e con i lettori , è riuscita a trasmettere tramite i suoi libri il senso di responsabilità di assumersi ogni uno  l’attitudine di essere giusto nella vita e di conseguenza essere contento nel cuor suo, ovvio con difficoltà e magari anche sacrifici, perché la correttezza è sempre un’attitudine incomoda  che attira guai…tanto appagante alla fine di una vita! Perché “ la vita è superiore a noi” (L’arte della conversazione – Ileana Vulpescu).

Con un linguaggio a portata di tutti e con tono  a volte ironico a volte scherzoso , ogni sua parola entro nel nostro cuore e non ci lascia più come se fossero da sempre esiste dentro di noi  nel profondo più profondo, risvegliate da una voce che appena sentita , prendono volo liberamente, finalmente alla luce di una verità tenuta nascosta per principi, timore o solo negligenza.

Gli argomenti trattati dalla scrittrice nei suoi undici libri (la sua carriera è iniziata tardi, a trentasette anni, ma non per questo meno valorosa)  sono vari e tocca volutamente soprattutto la moralità dell’uomo, attirata come una calamita dalla lotta contro il sistema (comunismo) e le debolezze umane. Considerata da alcuni critici “letteratura femminile”, forse perché rispecchia molto bene la natura della donna, sensibile e fragile, forte e caparbia, è semplicemente un esempio vivido di coraggio nel descrivere  e spogliare di tutte le vesti il genere umano, con tutti i suoi difetti e le sue qualità, soprattutto arreso davanti all’amore: “…ti amavo per quello che immaginavo fossi e tu , non rispettando la legge della cospirazione, ti sei fatto conoscere  cosi come sei. Non hai nessuna colpa e non voglio farti neanche un  rimprovero per “cosi come sei”.  So che ti farà male quello che ti dico adesso:  scoprivo in te cose di cui scappavo, di cui volevo scappare: l’indifferenza, la mancanza di preoccupazione per quello che provochiamo nell’altro con i nostri gesti e le nostre parole.  Ti ripeto, non hai nessuna colpa,  la colpa è la mia perché amavo un uomo che non esisteva.” (Candidati alla felicità – Ileana Vulpescu).

 L'insistenza con la quale un suo romanzo in particolare, “L’arte della conversazione”, ritorna sempre nella mia mente ogni volta che ho bisogno di una lettura nuova, intensa, appagante si spiega facilmente tramite le stesso parole della scrittrice:..." nella vita si deve imparare a leggere fra le righe...a volte un sospiro dice più di un romanzo, uno sguardo più di una biblioteca" .

"L'arte della conversazione" è una vera e propria conversazione sulla vita di una donna la cui vita è decisamente insolita, in cui si possono rispecchiare tantissime donne: donna medico, donna sensibile, donna innamorata di uomini da cui ha avuto figli, ma a che ha dovuto lasciarli andare rinunciando al suo orgoglio, ma anche donna forte, cresciuta da una madre colta che nonostante i duri sacrifici ha dato alla società romena degli anni '80 una persona sincera e corretta.
La protagonista, Sanziana Hangan, racconta  la sua vita  con parole cosi semplici e sinceri che ti sconvolgono dalla prima pagina , proseguendo per tutta la durata del romanzo con un intreccio di immagini caotiche dell'universo della sua vita: ricordi dell'infanzia accanto alla madre, rimpianti di amori insoddisfatti o non dichiarati, l'esperienza di madre di due figlie educate con il metodo della madre Smaranda Hangan. Fondamentalmete impotente di sentire odio verso persone che sono entrate nella sua vita solo per ferirla e verso il sistema (comunismo), non si stanca mai di lottare per la giustizia e la sua forza si respira da ogni sua parola pronunciata, mai a caso ma al posto giusto ed al momento adatto.
Un libro vivace che può essere letto a qualsiasi età e che ogni volta che lo rileggi hai la sorpresa di scoprire aspetti nuovi!

Tutti i suoi romanzi seguono l’evoluzione delle protagoniste (in un' intervista la scrittrice  a dichiarato scherzosamente che i suoi romanzi sono femminili perché non è riuscita a superare la sua “condizione da donna”)  e come sono riuscite ad attraversare la vita non come avrebbero voluto, ma come sono riuscite meglio a farlo, provano con tutte le loro forze a vivere onestamente e seguono con ostinazione il principio vivere e lasciar vivere. Sono persone che intendono la vita come un andamento naturale delle cose: “ mai è stato qualcosa che non sia stato in qualche modo”( gioco di parole tipico dell’intelligenza semplice e vera del campagnolo romeno, della quale categoria ritiene con orgoglio la scrittrice faccia parte).

Non so come si fa a rimanere indifferenti a parole di cosi forte impatto , a non ritrovarsi nei personaggi descritti, nelle loro emozioni  e non avere voglia di aprire ancora un altro libro di Ileana ( volutamente chiamata cosi perché troppo vicina alla mia anima, e spero di non fraintendere una mancanza di rispetto nei suoi confronti), e un altro ancora e un altro ancora…e poi riaprire di nuovo un altro già letto e riletto, per rinfrescare la memoria delle sue parole dolci e amare, dure e carezzevoli, ma tanto piene di dignità e rispetto.

Grazie, signora Vulpescu!


Nota biografica: Ileana Vulpescu , nata il 21 maggio 1932 a  Bratovoesti, provincia Dolj, è stata sposata con il poeta e traduttore Romulus Vulpescu.  Laureata in Lettere – Lingua e letteratura francese, ha lavorato come lessicografo all’Istituto di Linguistica ed ha collaborato alla redazione del Dizionario della Lingua Romena.

Ha pubblicato:

1968 – La vita meravigliosa del grande Gargantua , il padre di Pantagruel. L’incredibile vita di Pantagruel, il figlio del gigante Gargantua.

1975 - Addio

1980 – L’arte della conversazione

1987 – Bacia questa terra

1990 – Addio alla casa natale

1996 – Il quaderno di port-hart

2002 – Candidati alla felicità

2002 – L’arte del compromesso

2005 – D’amore, d’amarezza, di cuore blu

2007 – Vita, vita appesa a un filo

2009 – Sulla via del non ritorno

2011 – Nota informativa battuta a macchina

© Lorena Curiman




Recensioni ed articoli relativi a Lorena Curiman

Nessun record trovato

Testi di Lorena Curiman pubblicati su Progetto Babele

(1) De vita beata di Teodoro Lorenzo- Il Parere di PB
(2) Candidato al consiglio d'istituto di Massimo Cortese- Il Parere di PB
(3) In principio fu il mare di Cinzia Pierangelini - RECENSIONE
(4) Non dobbiamo perderci d'animo di Massimo Cortese- Il Parere di PB
(5) Ileana Vulpescu: nel profondo dell'anima a cura di Lorena Curiman - ARTICOLO
(6) Bacia questa terra di Ileana Vulpescu - RECENSIONE
(7) Scoprire il mondo dalle vetrate di un autobus di Lorena Curiman - RACCONTO


>>ARCHIVIO ARTICOLI

>>Archivio vecchi articoli (fno al 21/05/2007)

 

 




-

dal 2012-10-15


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.