Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [13/06/2021] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    SCIENZA FANTASTICA scadenza 2021-06-15    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro     Essi partivano, noi partiamo di Giusi Sapienza Joven     Quadri veneziani di Carla Menon    Una musica costante di Vikram Seth    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale     Poe: L’uomo della folla     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo    Racconti     Il manichino di Vittorio luciano Banda     La divoratrice di anime di Davide Stocovaz     Dentro di Massimo Martinelli     Attese di Stefania Lami     Growl di Paola Emma Labate (diana Jett)    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano    Poesie     Spero presto di Amedeo Bruni     06 Aprile di Debora Palmieri     Da un rifiorire di memorie di Angelo michele Cozza     Parole di Palmira De Angelis     In Paradiso c’è di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
43 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Antonio Porchia (1885-1968)


Antonio Porchia (1886-1968), era nato in Italia, ma ha abitato in Argentina dall’adolescenza fino alla morte. La sua modesta casa, in Olivos, era un luogo d’incontro per chi vedeva in lui un vero maestro nell’espressione della verità e la bellezza.

La sua opera VOCES fu pubblicata diverse volte (1943, 1948, 1956, 1964, 1965, 1966, 1970 e così in successive ristampe).

Già nel 1949 Roger Cai Porchia llois tradusse quest’opera in francese. In Belgio, nel 1962, Fernand Vehesen incluse in una selezione di autori argentini che ha tradotto al francese con il titolo di “Poesie vivante en Argentine”. Ugualmente, negli Stati Uniti, E.S. Merwin tradusse e pubblicò nel 1969 una selezione di poesie intitolata “Voices”. Egli nel prologo che anticipa il suo libro, riferendosi ad alcuni aforismi di Porchia, dice che hanno particolari affinità con frasi di scritture buddiste e taoiste, mentre che altri non solo ricordano Kafka ma anche Litchtenber e Blake. (a cura di Maria De La Paz Barbirotto)

 

Voces di A.Porchia Voci di A.Porchia
trad. Maria De La Paz Barbirotto
Sabe de que se llena todo.

Las pequeneces son lo eterno, y lo
Demas, todo lo demas, lo breve, lo
muy breve.

Sin esa tonta vanidad que es el
Mostrarnos y que es de todos y de
Todo, no veriamos nada y no existiria
Nada.

El hombre no va a ninguna parte.
Todo viene al hombre, come el mañana.

Quien me tiene de un hilo no es
Fuerte; lo fuerte es el hilo.

Se me abre una puerta, entro y me
Hallo con cien puertas cerradas.

Se vive con la esperanze de llegar
A ser un recuerdo.

El hombre habla de todo y habla
De todo como si el conocimiento de
Todo estuviese todo en el.

El universo no costituye un orden
Total. Falta la adhesion del hombre.

A veces etoy como en un infierno
Y no me lamento. No encuentro
De que lamentarme.

Desde hace mil años me pregunto:
¿que hare´ ahora? Y aun no necesito
responderme.

Habla con su propria palabra solo
La herida.

Quiero por lo que quise, y lo que
Quise, no volveria a quererlo.

Si´,son millones de estrellas. Y
Millones de estrellas son dos ojos que
Las miran.

Hablo pensando que no debiera
Hablar: asi´ hablo.

Hay dolores que han perdido la
Memoria y no recuerdan por que son
Dolores.

El hombre, cuando no se lamenta,
Casi no existe.

Sa di cosa si riempie tutto

Le piccolezze sono l’eterno, e il
Resto, tutto il resto, il breve, il
Molto breve.

Senza questa sciocca vanità che è il
Mostrarci e che è di tutti e di
Tutto, non vedremmo niente e non esisterebbe. Niente.

L’uomo non va da nessuna parte.
Tutto viene all’uomo, come il domani.

Chi mi tiene da un filo non è
Forte; il forte è il filo.

Mi si apre una porta, entro e mi
Incontro con cento porte chiuse.

Si vive con la speranza di arrivare
Ad essere un ricordo.

L’uomo parla di tutto e parla
Di tutto come se il conoscimento di
Tutto fosse tutto in lui.

L’universo non costituisce un ordine
Totale. Manca l’adesione dell’uomo.

A volte sono come in un inferno
E non mi lamento. Non trovo
Di che lamentarmi.

Da mille anni mi chiedo:
¿che farò adesso? E non ho bisogno
di rispondermi.

Parla con sua propria parola solo
La ferita.

Voglio per quel che ho voluto, e ciò che
Ho voluto, non tornerò a volerlo.

Si, sono milioni di stelle. E
Milioni di stelle sono i due occhi che
Le guardano.

Parlo pensando che non dovrei
Parlare: così parlo.

Ci sono dolori che hanno perso la
Memoria e non ricordano per cosa sono
Dolori.

L’uomo, quando non si lamenta,
quasi non esiste.

 


VISITE:

Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali