Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Nasce una nuova ArtFanZine in Alessandria 2020 (02/04/2020)    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    [09/04/2020] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Fuori dal cassetto scadenza 2020-04-15    XII Concorso Internazionale di Poesia Città di Acqui Terme scadenza 2020-04-18    Trofeo RiLL, il miglior racconto fantastico scadenza 2020-04-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Un falang in Laos alla ricerca del drago del Mekong di Marco Marengo     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
45 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
21 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Barbara Becheroni intervista
Carla Manea


Copertina de:
"Lo sciopero dei pesci"
di Salvo Zappulla,
illustrato da Carla Manea
Prezzo € 11,90
32 p., ill. - ISBN 9788861240469
Editore Il Pozzo di Giacobbe 2009
(collana Educhiamoci)

Parlare con la giovane e frizzante illustratrice che porta il nome di Carla Manea è stata per me un'esperienza ricca di emozioni. Innanzi tutto ho avuto l'impressione di riuscire a comunicare con un personaggio unico, dotato di una vitalità così intensa e di un carattere talmente scoppiettante da restare quasi spiazzata.
Poi ho anche avuto il privilegio di guardare i suoi lavori…
È stato come precipitare in un mondo di fiaba, dove imperano leggi fisiche differenti da quelle imposte nel nostro, un universo in cui si gioca con la forza di gravità, il moto accelerato è una questione personale, il tempo e lo spazio elementi con cui divertirsi a inventare nuove prospettive… viene voglia di sorridere, di chiudere gli occhi e di sognare…
Ottenere risultati simili, anche se apparentemente sembrano tanto semplici, è frutto di anni di studio. Carla Manea infatti si è diplomata al Liceo Artistico, ha poi preso anche il diploma di illustratrice e di web designer. Inoltre ha partecipato ad almeno una decina di esposizioni collettive di artisti e illustratori italiani e stranieri.

D) Leggendo il suo curriculum ho appreso che la sua passione per il disegno è, praticamente, nata con lei. Quindi mi trovo di fronte una privilegiata, nel senso di una di quelle poche persone che sono riuscite a fare il lavoro che amano. Possiamo addirittura osare, dicendo "il lavoro gioco", di marxiana memoria. Ma quando si è resa conto che poteva permettersi di mantenersi con il disegno? Ci è voluto molto coraggio per compiere questo passo?
R) Non me ne sono ancora resa pienamente conto! Nel senso che non faccio solo "illustrazione" per vivere, anche se questa attività mi impegna moltissimo. Mi occupo di grafica, di laboratori e tengo delle lezioni sui vari software per impaginazione. E tutto questo mi arricchisce di esperienze. Ho comunque molta fiducia per me e per il mio futuro. Forse sono anche coraggiosa. Se non dovesse andare bene, posso sempre dire: "ok, ci ho provato fino in fondo".

D) Cosa significa: illustrare un libro? Intendo: immagino che sia necessaria una lettura approfondita, critica, alla ricerca di quegli spunti che abbiano in sé l'anima del racconto. Come riesce a scovare le tracce migliori?
R) Non è una cosa facile da far capire con le parole. A dire il vero, mi sembra di non essere capace di spiegare la sensazione che provo, se non che più fai questo lavoro più riconosci a naso o a istinto i momenti salienti. Sembra banale ma qualcosa "risuona". A volte l'immagine è nitida, altre volte ha bisogno di studi, di ricerche approfondite. Ma se si segue quella traccia si arriva sicuramente ad un'ottima conclusione.

D) Parliamo un po' di tecnica. Osservando le sue opere, vedo un tratto sicuro, idee ben chiare riguardo alla tecnica del colore e fantasia ad libitum… Quanto lavoro di ricerca c'è sotto… Possiamo anche menzionare qualche buon maestro che l' ha aiutata a trovare la strada.
R) Lavoro… Di lavoro dietro a un'immagine ce n'è veramente molto, sì. La ricerca è continua sia quando lavori ad una specifica illustrazione sia quando stai facendo dell'altro. Ti ritrovi a guardare il punto di fuga, il chiaro scuro, il taglio dell'immagine…
Credo poi che tutto, ma proprio tutto può aiutarti a trovare la strada. Dai grandi pittori, al cinema, a internet, dove scopri illustratori fantastici saltando (solamente) da blog a blog.

D) Che rapporto intercorre tra l'illustratore e lo scrittore? C'è uno scambio, un dialogo, magari qualche raccomandazione da parte di chi scrive…
R) Dipende molto dallo scrittore, dal rapporto che si ha con esso (e dall'influenza che ha sull'editore). Il più delle volte non lo conosco personalmente, ma è sempre bello avere un dialogo, degli imput. Logicamente ambedue devono rispettare il proprio ruolo. A volte non è così facile. Se fossi una scrittrice credo non lo sarebbe per me. Su questo noi illustratori siamo forse un po' più fortunati.

D) Esiste un particolare testo, anche del passato, che ha un posto particolare nel suo cuore e che lei sogna di illustrare?
R) Tutte le copertine dei libri di Amélie Nothomb, l'adoro!

D) La maggior parte dei testi da lei illustrati rientrano nella letteratura per l'infanzia. Come riesce a mantenere aperto il canale di comunicazione con i bambini? Quanto è difficile per un adulto restare in sintonia con il modo di sentire e di vedere il mondo dei bambini?
R) Non è semplice, guardiamo il mondo con occhi adulti. Filtrandolo. Credo di non avere una risposta se non quella banale che è che "fortunatamente" si resta sempre un po' bambini. Forse non tutti… Ma ci vuole applicazione per farlo!!!

D) E come vede e sente il mondo un artista?
R) Artista è una parola troppo grossa! Mi augurerei di diventare un ottimo artigiano... e di riuscire a "vedere" veramente il mondo.

D) Qual è lo scrittore di cui ha dovuto illustrare il testo con cui si è sentita più in armonia?
R) Domanda non politically correct! Non vorrei far torto a nessuno.... Posso dire che il piccolo Lele dalle unghie sempre sporche è stato un personaggio che mi ha divertito moltissimo e dove mi sono ritrovata. ( ZAc, zac, zac Storia di forbici e unghie. Scritto da Claudia Camicia - ED. Corsare in pubblicazione per il prossimo anno)
La cosa preoccupante è che mi ritrovo anche in dei ricci di mare o in una balena con occhiali da sole!!! (Lo sciopero dei pesci di Salvo Zappulla, ed. Il Pozzo di Giacobbe in pubblicazione dicembre 2008/ gennaio 2009)

Per gentile concessione di Carla Manea
e Barbara Becheroni


inserito 30/01/09
VISITE: 3343



© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.