Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Nasce una nuova ArtFanZine in Alessandria 2020 (02/04/2020)    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    [09/04/2020] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Fuori dal cassetto scadenza 2020-04-15    XII Concorso Internazionale di Poesia Città di Acqui Terme scadenza 2020-04-18    Trofeo RiLL, il miglior racconto fantastico scadenza 2020-04-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Un falang in Laos alla ricerca del drago del Mekong di Marco Marengo     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
45 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
21 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Faustina Tori intervista
FRANCO DONATINI



Franco Donatini è ingegnere e lavora nella ricerca di Enel, come esperto di energie alternative.
E' docente di Energia Geotermica presso l'Università di Pisa, dove tiene anche lezioni nell'ambito del Master sulle Energie Rinnovabili.
E' autore di molte pubblicazioni scientifiche in ambito nazionale ed internazionale nel campo delle tecnologie e dei sistemi energetici.
Ha partecipato a trasmissioni televisive sull'energia, quali "Linea Blu", "RAI Utile" e "Sulle tracce di Darwin", con i "Velisti per caso".
Nel 2008 ha pubblicato con la Felici editore la raccolta di racconti "In Viaggio" .

ISBN 9788860191908
Prezzo € 10,00
Editore Felici 2008

D: Da quando hai cominciato a scrivere con l'intenzione di scrivere?
R: In realtà ho sempre scritto, prima erano solo pubblicazioni scientifiche sull'energia, sulle fonti rinnovabili, sullo sfruttamento di altre risorse della terra. L'imput a scrivere altro, si è sviluppato in me circa tre anni fa dopo aver compiuto tutta una serie di viaggi in varie parti del mondo. Spesso sono stati dei viaggi per lavoro, alcuni anche avventurosi quali quello nel Pacifico "Sulle tracce di Darwin". Proprio a questa esperienza sono dovuti tre racconti pubblicati nel mio libro "In viaggio" Paradiso perduto, il giorno dopo, Giri d'inchiostro.

D: Il mestiere di scrittore è, per te, il mestiere di vivere?
R: Non se è proprio così, ma non riesco più a concepire la mia vita senza la scrittura. Essa mi permette di fissare le emozioni e soprattutto di far vivere ai miei personaggi quella parte di me che sto esplorando e mettendo alla prova di continuo, un antico detto Zen afferma che l'uomo in età adulta abbandona la famiglia e i figli per cercare se stesso. Forse sto attraversando proprio quella fase in cui ricerco me stesso, il mio mondo interiore, al di là delle convenzioni sociali e delle forme in cui siamo costretti a vivere.

D:A quali scrittori ti ispiri?
R: In questa avventura che ho vissuto, sento vicini scrittori quali Bruce Chatwin, Francesco Coloane, sono scrittori che toccano le corde del cuore.

D: Quale continente ti ha più colpito?
R: Io amo il Sud America, è un continente vitale, anche se molto povero, ma è il più ricco di bellezze naturali che suscitano emozioni profonde. Esiste una natura incontaminata, sfingeica, molto simile al Dialogo della Natura e di un Islandese del grande Giacomo Leopardi.

D: Mi sembra di avvertire nelle tue parole una certa poesia
R: Si, io amo molto la poesia e ho iniziato proprio scrivendone alcune.

D: A chi è dedicato il tuo primo libro?
R: L'ho dedicato al lettore che non conosco e a tutti coloro che vorranno seguirmi nel mio viaggio, un viaggio reale e immaginario, un viaggio nella vita.

D: Tu sei oberato di impegni , come e quando trovi il tempo per leggere e scrivere?
R: Leggo in genere di sera, ma devo confessare che ho rallentato il ritmo della lettura da quando ho iniziato a scrivere. In parte la scrittura ha sostituito la lettura, ma il tempo per le cose che si amano, si trova sempre.

D: La domanda più importante , perché un ingegnere, che risponde nell'immaginario collettivo ad una persona caratterizzata da pura razionalità e logica, diventa scrittore di racconti e forse anche di romanzi?
R: Fare l'ingegnere non è affatto un lavoro arido, inoltre io sono un ingegnere particolare perché mi sono sempre occupato di ricerca. Ho iniziato a fissare sulla carta delle parole per curiosità e per raccontare ciò che avevo provato, per esplorare un mondo diverso da quello dove io avevo sempre operato, poi la parola mi ha preso la mano. Allora ho cercato di approfondire il mondo letterario e con grande sorpresa ho scoperto che non è poi così distante come sembra da quello scientifico.

D:Tu cerchi di coniugare la scienza con la letteratura?
R: Si, forse è proprio così perché ogni uomo è fatto di ragione e di sentimento, solo che talora prevale o l'uno o l'altro. Inoltre c'è stato un evento epocale il passaggio del millennio, allora ho avvertito il passaggio del tempo e il desiderio di dare uno spazio alla memoria. Forse è l'illusione di trattenere il tempo.. non lo so . In tutta onestà credo che mi faccia un po' paura perdere tutte le emozioni e sensazioni che ho provato nel secolo scorso, un secolo segnato da eventi tragici e da grandi scoperte

D: Continuerai a scrivere?
R: Si, ho appena sbozzato un romanzo realista o quasi, ora sto cercando di apportarvi delle limature, di cesellare le parole.

D: Ma per te la parola , è proprio tutto?
R: Si, ma non intesa in senso Dannunziano, la parola deve arrivare direttamente al cuore, suscitare emozioni al lettore e perché no, farlo anche sognare.

Per gentile concessione di Franco Donatini
e Faustina Tori


inserito 30/01/09
VISITE: 5406



© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.