Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    [30/03/2020] 9 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Un libro in vetrina scadenza 2020-03-30    “Angiè” scadenza 2020-03-30    Letture nel Borgo scadenza 2020-03-30    Clara Sereni scadenza 2020-03-30    Clara Sereni scadenza 2020-03-30    Andrea Torresano scadenza 2020-03-31     Premio Internazionale di poesia e racconti brevi SAn Gerardo Maiella scadenza 2020-03-31    Cipressino d'Oro scadenza 2020-03-31    Roccagloriosa scadenza 2020-03-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
33 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
11 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Elisabetta Bilei intervista
SILVIA PINGITORE


Chi è... Silvia Pingitore


Silvia è giovane, effervescente. E come lei il suo libro, "Via Ripetta 218", (Giulio Perrone editore).
Un romanzo diverso dalle classiche storie adolescenziali, divertente ma anche pungente. È la storia di una scuola superiore, un liceo artistico per la precisione, che l’autrice, Silvia Pingitore, racconta con un tono amaro e sarcastico.
In questo mondo in cui alunni e insegnanti vivono e convivono con paure, aspettative ed esperienze si sente forte e presente la critica alla società, alla realtà scolastica che spesso non sembra affatto così formativa come dovrebbe essere.
Un romanzo irriverente e sottilmente ironico, ma anche malinconico e profondo scritto con uno stile accattivante. Un esordio che sicuramente lascia il segno, e non solo in chi l’ha scritto.
Un libro ragionato e pensato, credo concepito in ben più di una notte insonne. Ma questo chiediamolo all’autrice, Silvia Pingitore.

 

Quando la critica
si fa libro


Come nasce l'idea di "Via Ripetta 218", (Giulio Perrone editore)?
L'idea è nata sui banchi di scuola, il romanzo vero e proprio durante centinaia di notti insonni.
Ho iniziato a scrivere appunti, pensieri e assurdità su vari foglietti durante l'ultimo anno di liceo, ma la stesura del testo è cominciata solo dopo il diploma, nel primo settembre da persona libera, come lo chiamo io!

Il tuo stile è molto particolare, difficilmente imitabile. Come sei riuscita a svilupparlo?
Cerco di mantenere un'attenzione particolare per la sonorità del testo, giocando con i suoni e i doppi sensi delle parole. Esistono vocaboli che fanno ridere se accostati ad altri, ma possono risultare taglienti in altri contesti. In questo senso, non solo la lettura mi ha aiutato. Dalle vecchie canzoni italiane e dalle imitazioni di comici come Maurizio Crozza e Antonio Albanese si può imparare molto.

Cosa ha significato per te scrivere questo libro?
Si scrive per gli altri, non per se stessi. La vera soddisfazione è venire a sapere che si è dato qualcosa agli altri. Se anche solo una persona, (che non sia un parente!) viene a dirti che il tuo libro l'ha divertita, stupita o commossa, finalmente capisci che ne è valsa la pena. Se anche solo una tua frase ha aggiunto qualcosa alla vita di un altro, allora sì che puoi ritenerti felice.

Perché hai scelto di raccontare la scuola e l'adolescenza di oggi?
Non sono partita con l'idea di rivelare chissà quali verità su scuola e adolescenza. Forse questo è il risultato, ma il fulcro del romanzo resta la critica: verso l'Italia di questi anni, la politica, i giornalisti, il concetto di arte contemporanea.

Cosa deve avere un buon libro per essere tale?
Non deve lasciar trapelare la fatica di scrivere.

Quanto e cosa hai messo di te in questo romanzo?
Non troppo, se parliamo di pura autobiografia. Tutto, se si considerano gli sguardi delle persone che ho incontrato. Ho cercato di lasciarli il più possibile intatti perché chiunque potesse riconoscersi.

Per gentile concessione Silvia Pingitore
ed Elisabetta Bilei

 

inserito 20/09/08
VISITE: 6403



© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.