Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    Dopo quindici anni, chiude la rivista Segreti di Pulcinella (ma resta il BLOG) (03/05/2018)    La biblioteca più alta del mondo (forse) (01/05/2018)    [18/10/2018] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Un Museo senza pareti. Alla scoperta degli Ecomusei del Trentino scadenza 2018-10-26    Il Prete Bambino scadenza 2018-10-30    Socc'mel...che viaggio! scadenza 2018-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Capelli struggenti di Franz Krauspenhaar     L’incredibile vicenda che portò Jack Lanarco a salvare l’iperspazio da fine certa di Vincenzo Trama     Polaroid di Davide Rocco Colacrai     Ce sto io … poi ce sta De Niro - Mario Brega Biografia di Ezio Cardarelli     Breve inventario di un’assenza di Michele Paoletti    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello     ANTONIO ALTOMONTE «emblematico ricostruttore di perdute dimensioni».     Il mondo poetico del calabrese Rocco Nassi    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
31 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
8 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Cinque poemi di Indran Amirthanayagam
traduzione a cura di Susana H. Case
Pubblicato su SITO



VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 7
Media 87.14 %

La Pioggia

Brutto spruzzo di pioggia
penetra la pelle; il pensiero
lavato, sognato,
intrappolato a torrenti, spezzo

l'acqua scrollando
il sogno per salutare i vetri
striati
e un colibrì

infrangendosi sulla finestra,
lasciando piccole tracce bagnate.
Come posso bere
questa pioggia…i miei

connazionali rotolando
nel mare,
provando a aggrapparsi
agli alberi

anche sradicati
e buttati indietro a una spiaggia
piena di rifiuti
di una città fatta a pezzi?

Rain

Cold twist of rain
penetrates skin; thought
washed, dreamed,
trapped in sheets, I break

through waters shaking
off sleep to greet streaked
window panes
and a hummingbird

crashing glass,
leaving tiny, wet prints.
How shall I drink
this rain…my island

friends tumbling
out into ocean,
trying to latch
on to trees

also uprooted
and flung back to a beach
filled with the rubbish
of a city smithereened?

----- 

I Confini

Non parliamo
di paesi o di patrie;
c'è un oceano
e c'è una spiaggia
pieni di corpi,
e un mare ignaro

della calamità umana,
la luna illuminata
negli occhi d'un amante,
i passeri
la mattina dopo
ritornati per ballare.

Raccogliamo
i morti ora, tutti
gli accordi di pace,
i documenti dell'assicurazione.
Andiamo attraverso
i confini ora.

Borders

Let's not speak
of countries or homelands;
there's an ocean
and beach
full of bodies,
and a sea unaware

of human calamity,
moon bright
in some lover's eye,
sparrows
the morning after
returned to dance.

Let's pick up
the dead now, all
the peace agreements,
insurance papers.
Let's walk across
the borders now.

----- 

La Cintura

Ho seguito le istruzioni
per allacciare
la mia cintura
e il mio giubbotto
prima
di rendere sicura
quella del mio bambino.

Quando l'onda
ha colpito, mio figlio
mi ha tenuto stretto,
le sue dita
puntate
nelle mie
spalle;

l'acqua
ci ha ingoiato,
preso dal panico,
pensando
che saremmo
annegati; l'ho
lasciato andare

pensando
che avrebbe
avuto una migliore
possibilità
di sopravvivere.
Ho vissuto.
È morto.

Belt

Instructions say
to secure
your belt
and jacket
before
tucking
in your child.

When the wave
struck, my son
held me tight,
his fingers
pressed
in my
shoulders;

water
engulfed us,
I panicked
thinking
we would
drown; I
let him go

thinking
he would
have a better
chance
to survive.
I lived.
He died.

----- 

Gli Uccelli

Quelli che mangiano sale,
stanno ai cimiteri,
cercano nei lotti abbandonati,
i corvi della guerra civile
grassi di carneficina
delle bombe artigianali,
gli avvoltoi abbuffati
saltellando da corpo
a corpo, divorando
gli occhi all'inesistenza
prima di arrampicarsi
sugli alberi
che sono sopravvissuti
aspettando ancora
sulla spiaggia
silenziosa.

Birds

Birds that eat salt,
hang about cemeteries,
forage in abandoned lots,
civil war crows
fattened on carnage
from roadside bombs,
gorged vultures
loping from body
to body, picking
eyes clean
before clambering
up into trees
that have survived
hanging still
over the silent
beach.

-----

Sfasciati: Noci di cocco

Ho perso tutti i miei compagni,
andavo da villaggio
a villaggio, ho trovato un coltello grande,
scorticavo le noci di cocco e mangiavo
fino a quando una nave mi ha trovato,
25 giorni dopo-hanno detto-
sulla spiaggia,
emaciato ma vivo.

Volevo ritornare.
Non c'è un'altra
vita per me
ma solo gettare le reti.
Mia moglie, i miei figli
sono stati spazzati via,
ma troverò
amici.

A qualcuno andrebbe
di riunirsi a me
sull'isola?
Pianterò un giardino.
Ci sono noci di cocco
e pesce. Il mare
è dolce
quasi sempre.

Wrecked: Coconuts

I lost all my companions;
walked from village
to village, found a large knife,
husked coconuts and ate
until a ship found me,
25 days later they said,
on the beach,
emaciated but alive.

I want to go back.
There is no other
life for me
but casting nets.
My wife and children
were swept away,
but I will find
myself company.

Would anybody
like to join me back
on the island?
I will plant a garden.
There are coconuts
and fish. The sea
is gentle
most of the time.

____________________________________________________

Indran Amirthanayagam scrive poesia in inglese, spagnolo, francese, creolo haitiano, e portoghese. I suoi libri più recenti sono l'ile lointaine, Pwezi a Kat Men (con Alex LaGuerre), Ventana Azul e Uncivil War. Con il suo primo libro, The Elephants of Reckoning, ha vinto il premio Patterson nel 1994. È stato un accademico della New York Foundation for the Arts e il US/Mexico Fund for Culture. BIO: Susana H. Case (https://susanahcase.com) è l'autrice di nove raccolte di poesia, la più recente delle quali è Drugstore Blue (Five Oaks Press). La sua prima raccolta, The Scottish Café è uscita in una versione bilingue, inglese e polacca, Kawiarnia Szkocka (Opole University Press). Case è una professoressa alla New York Institute of Technology a New York City. 

http://indranamirthanayagam.blogspot.com

Autore: Indran Amirthanayagam
Traduzione a cura di Susana H. Case



Recensioni ed articoli relativi a Indran Amirthanayagam

(1) Cinque poemi di Indran Amirthanayagam trad.di Susana H. Case - TRADUZIONE

Recensioni ed articoli relativi a Susana H. Case

(1) Cinque poemi di Indran Amirthanayagam trad.di Susana H. Case - TRADUZIONE

Testi di Susana H. Case pubblicati su Progetto Babele

(1) Cinque poemi di Indran Amirthanayagam trad.di Susana H. Case - TRADUZIONE


>>ARCHIVIO TRADUZION

>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2018-02-19
VISITE: 290


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.