Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [14/12/2019] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Festival Nazionale di Poesia per e dei Bambini scadenza 2019-12-14    La diversità dell'Italia scadenza 2019-12-20    Concorso Letterario Tre Colori scadenza 2019-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
28 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Il profumo del vento d'Autunno
di Renato Coppola
Pubblicato su SITO


ROMANZO
linea grafica editrice 2013
Prezzo € 12 - 326 pp.
(fuori collana)
ISBN 978 88 95453 12 5
Una recensione di Luisa Bolleri
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 64
Media 77.34 %


profumo del vento d'Autunno;Il

Renato Coppola – abruzzese di nascita ma da anni abitante a Lucca – con il romanzo "Il profumo del vento d'autunno" segna il suo esordio. Si tratta di un'opera a sfondo storico, che narra la storia di una famiglia coinvolta direttamente in alcuni tragici avvenimenti storici del primo Novecento, a partire dal terremoto del 1915 a Sulmona e attraverso le guerre che insanguineranno l'Europa durante gli anni successivi, fino al 1955.

Il plot narrativo di questo romanzo tende al ricongiungimento dei protagonisti, il padre Giovanni e i suoi due gemellini Marta e Aldo, costretti dagli eventi a vivere lontani l'uno dall'altro per molti anni.

Un violento sisma devasta la Marsica. Giovanni con il crollo della sua casa, perde sua moglie e ogni suo avere. Della sua famiglia sono sopravvissuti soltanto i suoi due gemellini di pochi mesi, Aldo e Marta. L'uomo, in quella distruzione generale, perde anche il lavoro e non sa come provvedere al benessere dei suoi piccoli.

Dopo aver cercato un rimedio, inutilmente, li abbandona entrambi sul sagrato di una chiesa e si imbarca per l'America, destinazione Detroit e le sue fabbriche di automobili. È stata la disperazione e la miseria a obbligarlo a questo passo doloroso, si ripete, ma giura a se stesso che la separazione sarà il più breve possibile e, appena avrà messo insieme dei risparmi, tornerà a riprendersi i suoi bambini.

I piccoli vengono allevati amorevolmente dalla madre del parroco. Dopo cinque anni, alla morte dell'anziana donna, i due gemellini vengono separati e mandati a vivere in due diverse famiglie, Marta a Ferrara e Aldo a Cecina, in provincia di Livorno. Per i due inseparabili fratellini questo rappresenta un vero e proprio evento traumatico. Aldo, in particolare, soffre per la propria mancanza di radici, nei conflitti con un suo compagno di giochi. ... gli farebbe piacere far parte del gruppo del "Terrano", di cui Franco è il capo. Quella parola però: "Orfanello", è come una fredda lama infissa nel suo petto.

Crescendo entrambi conosceranno l'amore, l'amicizia, patiranno per i tradimenti subiti e la distanza che li costringe a stare divisi, tenteranno molte volte di ritrovarsi.

In Italia, come sullo scacchiere internazionale, la guerra terrà drammaticamente in pugno la vita di intere generazioni, non permettendo a nessuno di vivere una vita normale. Il destino vedrà i due fratelli schierarsi su opposte fazioni politiche, sebbene comunque fedeli al rispetto umano. Aldo farà carriera tra i fascisti, nominato Centurione della milizia, mentre Marta diverrà una partigiana combattente, nome in codice Gazza.

Marta vive in una famiglia ricca, studia e si innamora di Alfredo. Ma non tutto è idilliaco e bucolico. Una forma di fastidio si fa strada nel nobile animo di Marta condiviso anche dal cugino Alfredo. Non riesce più a tollerare i gruppi organizzati di Camicie nere che scorrazzano ormai per tutta la città, provocando disordini e tafferugli.

Aldo ha intrapreso la carriera militare. La politica del suo Duce gli piace, apprezza i concetti d'italianità, di patria, di onore. Non riesce però ad accettare le violenze, le sopraffazioni, l'arroganza, l'esaltazione del sopruso che ormai dilaga tra larghi strati della milizia fascista. È un ufficiale e deve obbedire agli ordini e non può criticare o commentare gli atteggiamenti dei suoi superiori.

Coppola ci spiega, tra l'altro, anche le motivazioni dei primi scioperi dei lavoratori nelle fabbriche per la conquista dei diritti, in un'epoca di forti contraddizioni sociali e culturali. Dopo un'interessante incursione della storia nella guerra civile spagnola, a Madrid e poi a Guernica, e in quella d'Albania, a Valona, con il ritorno di Aldo in un'Italia ancora a ferro e fuoco, il ricongiungimento dei due fratelli avrà finalmente luogo nella provincia di Lucca, a fine agosto del 1944, proprio durante il periodo della liberazione della penisola dal nazi-fascismo. Ma il destino avrà ancora in serbo per Marta e Aldo un'altra sorpresa.

Con una scrittura ricca di descrizioni e aggettivazioni, senza mai scadere nel prolisso, e uno stile scorrevole e accattivante, Renato Coppola dipana un'avventura lunga quarant'anni, densa di colpi di scena, costellata da pregevoli istantanee di vita, se non vera, credibile. Nonostante il romanzo sia abbastanza corposo, presenta un ritmo serrato, che non concede troppe pause, che sa legare sapientemente il lettore. I suoi punti di forza: una trama ampia e articolata, dialoghi ben costruiti e un'ottima introspezione psicologica dei vari personaggi, che risultano sempre convincenti, nell'alternante scelta tra ragione e sentimento. Personaggi che ci conquistano con la loro carica umana e ci mostrano il coraggio della scelta, valorizzando il libero arbitrio. Ma anche, purtroppo, pedine del caso e del tempo in cui vivono.

Amicizia, amore, eros, amore familiare, invidia, odio, disperazione, solitudine, sono solo alcuni degli elementi emotivi sapientemente dosati e amalgamati dall'autore per quest'apprezzabile opera.

Recensione di Luisa Bolleri






Recensioni ed articoli relativi a Renato Coppola

(1) Il profumo del vento d'Autunno di Renato Coppola- Il Parere di PB

Testi di Renato Coppola pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Luisa Bolleri

(1) Era il mio paese di Cristiano Parafioriti- Il Parere di PB
(2) Ali e Corazza di Daniele Trovato- Il Parere di PB
(3) D'odio, d'amore e di altro ancora di Giorgio Marconi- Il Parere di PB
(4) Le rose di Eusebia di Claudio Secci- Il Parere di PB
(5) Le coincidenze necessarie di Patrizia Marzocchi- Il Parere di PB
(6) Il profumo del vento d'Autunno di Renato Coppola- Il Parere di PB
(7) Primus Acto di Riccardo Jevola- Il Parere di PB


 

Altre recensioni:





-

dal 2013-09-09
VISITE: 638


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.