Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [21/10/2021] 5 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    FIORI D’INVERNO scadenza 2021-10-23    LA VOCE DEI LUOGHI scadenza 2021-10-26    Luigina Parodi 2021 - X Edizione scadenza 2021-10-29    VICTORIA 3.0 Premio Letterario scadenza 2021-10-31    "I Versi non scritti" scadenza 2021-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
14 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
41 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Un ritmo per l'esistenza e per il verso - metrica e stile nella poesia di A.Bertolucci
di Fabio Magro
Pubblicato su SITO


SAGGIO
Esedra Editrice 2005
Prezzo € 21 - 280 pp.
Collana L'upupa. Studi italiani e romanzi
ISBN N/A
Una recensione di Carlo Santulli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 214
Media 80.7 %


In un certo senso, la poesia italiana del novecento si può considerare orfana dell'endecasillabo. Non è un'osservazione nuova, ma è sempre pregnante, quella che anche laddove i versi appaiono rispondere a ritmi diversi, la "trappola" dell'endecasillabo torna, in modo magari ellittico, a funzionare. Questo per due motivi, credo, che sono poi collegati: perché l'endecasillabo, dalla Divina Commedia in poi, è per così dire il "verso di successo" della nostra poesia, e perché, avvicinandosi di più al ritmo del parlato italiano, è il verso che ci suona più "familiare". Per uscire pienamente da questa trappola, e restare leggibile e vero dopo quasi due secoli, bisognava forse essere Leopardi.
Questa premessa, anche banale forse, serve per dire che l'analisi della metrica di un poeta del novecento italiano non può prescindere dal rapporto tra regolarità del discorso, rappresentata dall'endecasillabo, e la rottura di tale regolarità a fini espressivi (ma anche, in qualche caso, semplicemente di sonorità o di flusso del discorso).
Nella sua lunghissima attività, che spazia dalla fine degli anni '20 quasi alla fine del secolo scorso, Attilio Bertolucci non sembra aver mai dato per scontato ed acquisito il verso, con una certa scontrosa e tacita scontentezza per la sua apparente facilità. E' molto interessante il percorso compiuto dall'endecasillabo all'interno della sua poesia: da verso minoritario, com'è a partire dalla prima raccolta di Bertolucci, "Sirio" (1929), utilizzato per legare e distendere (solo un apparente ossimoro) la quieta tensione lirica dei componimenti, a verso narrativo di raccolte successive, come "La capanna indiana" (1955) teso al recupero dell'omogeneità del discorso, della necessità della "storia". Storia che può divenire dominante e strutturare la forma poetica in un'opera alquanto anomala nel novecento italiano come il romanzo in versi "La camera da letto" (1984-87). Narratività che, per inciso, rende Bertolucci ancor più isolato, e proprio per questo interessante, nell'ambito della lirica post-montaliana, un poeta che ha seguito il proprio percorso, attento allo svolgersi delle modalità espressive intorno a sé, ma disinteressato ad inquadrarsi nell'ambito di una qualche tendenza o gruppo.
Questo libro è nato dalla tesi di laurea di Fabio Magro, ma - e lo si vede chiaramente - è stato meditato ed esteso ad abbracciare l'intera figura poetica di Bertolucci, nella consapevolezza che rimane ancora molto da scoprire in un poeta che ha avuto sì una certa attenzione dalla critica, specie a partire dagli studi di Pier Paolo Pasolini e Giovanni Raboni, ma che risulta purtroppo poco presente nel nostro panorama librario, forse per la sua stessa natura di uomo schivo e signorilmente appartato. Eppure si tratta di un poeta capace di sorprendente pregnanza psicologica e di accenti di verità non comuni, dove la mai banale musicalità aderisce senza apparente difficoltà all'espressione. Basta pensare alla dimessa complessità, prima che sintattica, sentimentale di una breve lirica, come "Le more", molto esemplificativa dello stile di Bertolucci: "La luce di settembre dentro gli occhi/voglendoti mi hai chiesto delle more/che l'estate piovosa non matura/sull'Appennino quest'anno del tuo primo/ricordare, quest'anno che declina,/ci porta via, foglie sbandate/che si cercano, che ancora si ritrovano,/come quando sul Bratica ti chini/a una flottiglia verde e silenziosa". Certamente, nello studio di Fabio Magro c'è molto più di una rivisitazione della poesia di Bertolucci, l'analisi si estende anche ai titoli delle sue poesie e raccolte, cercando di carpir loro il mistero delle origini di questo forse anomalo poeta del nostro Novecento. La lettura solida e sicura, ma priva d'enfasi, che Bertolucci dà della koiné pascoliano-dannunziana che aveva dato forma anche al crepuscolarismo, gli impedisce quell'indeterminatezza di una generica malinconia, che l'avrebbe forse condannato ad essere un epigono fuori tempo di certi modi gozzaniani. Determinatezza e concretezza, pur nel tono sempre misurato e nell'aspirazione di un'attualità non di facciata, che l'autore riferisce alla lettura della Recherche proustiana da parte di Bertolucci: il che ci fa capire come quell'"elusivo gentiluomo", come da espressione felice di Pier Vincenzo Mengaldo, aveva un retroterra molto più esteso di quanto la sua natura appartata potesse far sospettare.

Recensione di Carlo Santulli






Recensioni ed articoli relativi a Fabio Magro

(1) Un ritmo per l'esistenza e per il verso - metrica e stile nella poesia di A.Bertolucci di Fabio Magro- Il Parere di PB

Testi di Fabio Magro pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) La qualità dei sentimenti di Giampaolo Giampaoli - RECENSIONE
(2) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(3) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(4) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(5) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(6) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(7) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(8) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(9) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(10) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
(11) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo- Il Parere di PB
(12) Le parole e la pietra di Fabio Clerici- Il Parere di PB
(13) I traditi di cefalonia - la vicenda della divisione Acqui 1943-1944 di Paolo Paoletti- Il Parere di PB
(14) Alloggio vista mare di Cesarina Bo- Il Parere di PB
(15) Geules Noires (Musi Neri) di Monica Ferretti- Il Parere di PB
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:





-

dal 2005-09-02
VISITE: 9368


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali