Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [24/01/2021] 7 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Storie Vagabonde scadenza 2021-01-24    LUCENERA scadenza 2021-01-24    Parole e Poesia scadenza 2021-01-30    12 CONCORSO LETTERARIO CITTA DI GROTTAMMARE scadenza 2021-01-31    BANDO CONCORSO LETTERARIO PER SCRITTORI E POETI EMERGENTI scadenza 2021-01-31    "Romanzi con le ali" scadenza 2021-01-31    Premio InediTO-Colline di Torino scadenza 2021-01-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Edizione Speciale Online per Il Mitreo - CORVIALE URBAN LAB (EVENTO 2021-01-31)    AUDIOLIBRI     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 06 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio     Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa     La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli     Raúl Castro di Domenico Vecchioni    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo     La vera letteratura non è un placebo      L'incendio nell'oliveto     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale    Racconti     Il mostro di Cinzia Baldini     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri     Giorno Quinto di Consolato Mercuri    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Secolo grottesco di Luca Baratta     Un giorno allo Stibbert di Luca Baratta     Profondità d’autunno di Gabriela Verban     Sette poemi di Mervyn Taylor, tradotti da Susana H. Case di Susana H. Case     Dresda 2006 di Luca Baratta    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
33 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
35 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Il limite presente
di Cesarina Scognamiglio
Pubblicato su SITO


ROMANZO
Editrice Nuovi Autori 2004
Prezzo € 12 - 200 pp.
Collana Narrativa
ISBN n/a
Una recensione di Carlo Santulli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 180
Media 81.33 %



limite presente;Il

Non è una sensazione infrequente nell'adolescenza, un'epoca della vita che recentemente estende le sue propaggini ben addentro all'età adulta, quella di avere bisogno di un amico, o di un supporto, che faccia uscire allo scoperto le cose che abbiamo dentro, che ci riveli insomma a noi stessi. E' forse inutile dire quanto questa sensazione finisca inevitabilmente per rivelarsi fallace, semplicemente perché siamo noi gli unici attori del film della nostra educazione sentimentale, ed è difficile perfino pensare che qualcun altro (tanto meno i cosiddetti leader tipici dei gruppi adolescenziali) possa farne, per così dire, il co protagonista o forse il suggeritore. Questo succede specialmente se un'innata timidezza ci conquista, come accade alla voce narrante di questo primo romanzo di Cesarina Scognamiglio, e ci impedisce di far quel che vorremmo (o almeno, questo è quanto crediamo accada). Alex lo esprime chiaramente in vari passi del romanzo, fitto di dialoghi, molto spesso percorsi da una sottile inquietudine, e da un più profondo senso di inutilità: "Il rossore è sempre stato uno dei miei problemi maggiori. Adesso, non lo è più. Non lo è più stato nel momento in cui ho ripreso a fare la persona tranquilla e chiusa di una volta. Dopo aver sperimentato e aver deciso di tornare indietro sulla mia strada naturale. La mia timidezza ora, non può essere un ostacolo a nulla".
Una storia-non storia, in cui quel che accade ha un'importanza relativa, sembra soltanto un'asse di equilibrio che aiuta a solcare il vuoto. Con un'incapacità di volere ed in definitiva di vivere, Alex è quasi irretito da Manuel, un personaggio che gli appare carismatico, e che forma con D una coppia che, forse perché molto libera, egli percepisce come perfetta, ideale. La propria soggezione arriva per Alex quasi al bisogno di farsi guidare perfino nelle scelte essenziali dell'adolescenza, che risultano non-scelte, più che altro pretesti per continuare a non vivere, a non esistere autonomamente.
L'autrice si pone volenterosamente ad esplorare questa specie di universo perduto, rivolgendo claustrofobicamente sempre gli stessi concetti: l'inadeguatezza di Alex, la sicurezza o forse soltanto presunzione di Manuel, ed incidentalmente di D, che però a sprazzi mostra maggiore umanità. Naturalmente, date le sue condizioni psicologiche, Alex percepisce come reale superiorità il balbettio di certezze indistruttibili di Manuel (sono miraggi possibili per un adolescente timido ed in buona sostanza passivo). In questo modo, nasce un triangolo, a volte quartetto con l'occasionale, quasi incidentale presenza di qualche ragazza, come Sara o Claudia, con cui Alex esce senza che si abbia mai la sensazione del nascere di un vero rapporto sentimentale. Sembra aver troppo bisogno di approvazione per intraprendere qualunque strada, così da lasciar via libera alla coppia "perfetta": "Alle volte erano terrificanti, non potevi farci nulla. Erano perfetti. Sarcastici e taglienti, ma mai cattivi. D'altra parte, Sara e io eravamo troppo permalosi e suscettibili. Invidiosi senz'altro".
E' una vicenda che si preclude qualunque tipo di evoluzione: Manuel vive come ha deciso di fare, sembra già oltre il guado, mentre Alex non può, o forse non riesce; in una situazione del genere, la scena del dramma appare illuminata e vuota, e può insinuarvisi una coltre di chiacchiere irrisolte, con le quali l'Alex adolescente cerca di negarsi alla sola idea della morte, come anche a quella della vita. Così tutto si spegne senza mai essersi veramente acceso, come forse era naturale.
Al suo esordio, l'autrice mira in alto, tentando di raccontare quasi in tempo reale la storia di una dipendenza psicologica tanto pesante ed assoluta, quanto invalidante. Alex non riesce, nei continui dialoghi che costellano il romanzo, a trovare una via d'uscita, e lo seguiamo aggirarsi sperduto, e giustificarsi, tanto cosciente dei propri limiti, quanto vago ed incerto nel descrivere la povertà di spirito del suo amico, cui presta quel carisma basato sulle parole più che sulla realtà dei fatti tipico di tanti gruppi di adolescenti. Non è un tema facile, Cesarina Scognamiglio tenta in tutti i modi di ancorare i sentimenti ad un realismo ripiegato sulle nostre, spesso inutili, frasi di conversazione. Il gioco riesce solo in parte, malgrado il romanzo tenti di velocizzarsi con un continuo ribaltamento di scena fisica, mentre la psicologia dei personaggi rimane intelligentemente filtrata attraverso la percezione che Alex ha del modo di vedere le cose di Manuel. Quel che manca, pur nell'accurato controllo di linguaggio, è una maggiore varietà di espressione: oltre che mimare il linguaggio di giovani annoiati e tesi alla loro vita piccina e ristretta si dovrebbe, a mio avviso, far trapelare l'esistenza di un "altro da sé", di un altro modo di gestire e controllare la propria esperienza umana. Alex, che si racconta, ormai adulto, sembra invece non aver perso nulla della dipendenza psicologica, anche il suo linguaggio vuole ancora e sempre giustificare le proprie asfittiche rinunce di allora.

Recensione di Carlo Santulli






Recensioni ed articoli relativi a Cesarina Scognamiglio

(1) Il limite presente di Cesarina Scognamiglio- Il Parere di PB

Testi di Cesarina Scognamiglio pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) La qualità dei sentimenti di Giampaolo Giampaoli - RECENSIONE
(2) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(3) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(4) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(5) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(6) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(7) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(8) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(9) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(10) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
(11) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo- Il Parere di PB
(12) Le parole e la pietra di Fabio Clerici- Il Parere di PB
(13) I traditi di cefalonia - la vicenda della divisione Acqui 1943-1944 di Paolo Paoletti- Il Parere di PB
(14) Alloggio vista mare di Cesarina Bo- Il Parere di PB
(15) Geules Noires (Musi Neri) di Monica Ferretti- Il Parere di PB
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:





-

dal 2005-01-15
VISITE: 7491


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali