Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [24/10/2021] 4 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    LA VOCE DEI LUOGHI scadenza 2021-10-26    Luigina Parodi 2021 - X Edizione scadenza 2021-10-29    VICTORIA 3.0 Premio Letterario scadenza 2021-10-31    "I Versi non scritti" scadenza 2021-10-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Arretrati
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
13 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
41 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Apri le porte all’alba
di Elena Gianini Belotti
Pubblicato su PBH0


ROMANZO
Feltrinelli 1999
Prezzo € 15 -

ISBN
Una recensione di Carlo Santulli
UN SOLO VOTO AMMESSO
Riprova tra 24 ore
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 149
Media 84.43 %



Apri le porte all’alba

Molti animali muoiono sulle strade, perché non si aspettano che passi un'auto (magari il traffico è modesto in quel momento) o meglio perché, a ragione, ritengono che quel territorio loro appartenga, come e forse più di quanto appartiene a noi umani. Sono fatti di ogni giorno, di cui si parla poco, che insomma non fanno notizia. Un altro fatto che desta poco interesse è la presenza tra noi di persone con grave disagio psichico: se in conseguenza del disagio nasce un delitto sì, allora se ne parla, ma normalmente no. Si pensa che ci sia una predisposizione genetica alla malattia psichiatrica (idea curiosa e che trovo, lo ammetto, abbastanza immorale, anche se utile alla vendita continua, vita natural durante, degli psicofarmaci). Della multiculturalità poi, in Italia, si parla pochissimo in modo serio; ogni tanto c'è la sparata di qualche politico terrorizzato dal fatto che Roma (o Milano o...) stia diventando la patria di tanta gente con abitudini e costumi diversi dai nostri (che sono per concetto quelli giusti), con un oscuro senso di minaccia, anche qui nella convinzione un po' spaventosa (ma in fondo tristemente ebete) che essere nati in un certo posto ci dia il diritto esclusivo ad escludere gli altri dal nostro mondo. Le nostre città, che a volte sono spaventose per gli anziani, specie se non autosufficienti, cui è di fatto negato il diritto di vivere dignitosamente: quel politico di prima (o un altro, non importa), proseguendo la serie delle "sparate", si lamentava che i marciapiedi romani fossero divenuti troppo larghi, col risultato che ci sono meno parcheggi. Che i marciapiedi vengano allargati perché un anziano col bastone, o perché no, in carrozzina, possa passarci comodamente, è un dubbio che non lo sfiora. Così, quando si legge un romanzo come "Apri le porte all'alba" di Elena Gianini Belotti, dove si parla degli argomenti qui sopra, ed anche di molto altro, e se ne parla con il desiderio di spiegare e di capire, senza farsi prendere la mano dai luoghi comuni, è come se finalmente un po' di intelligenza delle cose ci aprisse la mente. Doris, la protagonista, è una donna ormai di una certa età, ma che, come molte delle sue amiche, si sente ragazza dentro. E questo non è un modo di dire, ma significa prendere la vita come materiale di sperimentazione, con una specie di innata attitudine alla ricerca. Può sembrare anche snob, Doris, come quei romani di una certa cultura che vanno in campagna alla ricerca di un mondo incontaminato che non esiste (e probabilmente, aggiungo io, non è mai esistito), perché a Caprarola, ignari delle bellezze sparse a piene mani nel paese e nella campagna circostante, ci si dedica alla sagra della salsiccia, perché a Bomarzo ci sono torme di ragazzini in gita scolastica, intenti alle loro merende più che alla scoperta dell'arte. In realtà, però, il romanzo si carica di un sentimento più profondo nell'incontro con il disagio, con la difficoltà, che può essere quella del corvo che muore attraversando la strada, o dei due cigni uccisi "per divertimento" (!) a Villa Borghese, ma naturalmente anche del proprio padre, con difficoltà di deambulazione, e del personaggio per conto mio più riuscito ed inquietante del romanzo, l'ombrosa signora Sebastiani, la "matta" che il condominio, con la sola, e coraggiosa opposizione di Doris, e dell'amica e femminista convinta Irene, vuole cacciare. La signora Sebastiani nasconde un segreto, che non va svelato, ma è certo meno "matta" di tanti di noi, che ci proclamiamo savi (e magari anche saggi). E poi c'è il ragazzo egiziano Moam e la capoverdiana Margarida, che incespicano sull'italiano, in modo non sempre convincente (ma va detto che è molto difficile rendere la lingua di un adulto che inizia appena a parlarla), ma rappresentano un po' la gioia di vivere: allegri come cinciallegre, avrebbe detto Moam. Ci sono le riunioni femministe, anche in certo senso la loro ingenuità e un po' forse tenerezza, pur nella serietà e, diciamolo anche, urgenza delle tematiche trattate. E c'è il desiderio di affetto, perché no, anche in senso sessuale, delle donne di una certa età, un vero e proprio tabù della nostra epoca che finge di essere tanto trasgressiva, desiderio di essere amate per quel che si è, anche per il tempo che è passato, ma amate completamente e senza dover necessariamente costruire rapporti duraturi, se i precedenti sono falliti (per inciso, quanti rapporti coniugali falliscono o per meglio dire terminano: è un merito dell'autrice non aver paura di parlarne e cercare, ancora una volta, di capire perché). Su tutto, domina una lucida e non pigra, ma attiva ed interessata, indulgenza, nella consapevolezza che per cambiare il mondo (ammesso che esso voglia esser cambiato) dobbiamo prima ad uno ad uno, e l'uno con l'altro, rivedere i nostri errori, prender distanza insomma da noi stessi. E' sempre la scrittrice che negli anni '70 ebbe un notevole successo con "Dalla parte delle bambine": la mano è la stessa, l'attenzione alle cose è, se possibile, ancora maggiore. Significativamente, in un paese strano come l'Italia, un libro di questo livello non lo trovate su IBS, dove è esaurito: forse su altri siti, come www.libreriauniversitaria.it, ma in ogni modo, suggerisco, val la pena di cercarlo (magari in qualche biblioteca pubblica).

Recensione di Carlo Santulli






Recensioni ed articoli relativi a Elena Gianini Belotti

(1) Apri le porte all’alba di Elena Gianini Belotti- Il Parere di PB

Testi di Elena Gianini Belotti pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) La qualità dei sentimenti di Giampaolo Giampaoli - RECENSIONE
(2) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(3) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(4) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(5) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(6) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(7) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(8) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(9) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(10) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
(11) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo- Il Parere di PB
(12) Le parole e la pietra di Fabio Clerici- Il Parere di PB
(13) I traditi di cefalonia - la vicenda della divisione Acqui 1943-1944 di Paolo Paoletti- Il Parere di PB
(14) Alloggio vista mare di Cesarina Bo- Il Parere di PB
(15) Geules Noires (Musi Neri) di Monica Ferretti- Il Parere di PB
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:





-

dal 2008-03-23
VISITE: 9094


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali