Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    [17/08/2019] 6 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Rocca Flea scadenza 2019-08-27    ASTOLFO SULLA LUNA | Le Cose Perdute scadenza 2019-08-30    “Ut pictura poesis” Città di Firenze scadenza 2019-08-30     Giallo Festival 2019 scadenza 2019-08-31    MittAffett allo Scrittore, Arum Apulum 2019 - con il Patrocinio del Parlamento Europeo scadenza 2019-08-31    500 Parole scadenza 2019-08-31    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Ketchum, Idaho di Andrea Prando     Io aspetto a casa con le bambine, da brava. di Marinella Giuni     In viaggio di Marina Bisogno     Il segreto di Anna La Rosa     Il fiume Lete di Matteo Guerrini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
25 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Non gettate cadaveri dal finestrino
di Gero Mannella
PUBBLICATO su SITO


ROMANZO ALTRO
Coniglio Editore 2007
63 pp.

ISBN
Una recensione di n/a
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 36
Media 76.39 %


Non gettate cadaveri dal finestrino

Un fenomeno che ho qualche difficoltà a capire è l’interesse e lo studio, presente per l’oulipismo (ovvero quella scuola che fa dell’umorismo e del grottesco, spinto fino all’assurdo, gli ingredienti per una nuova e possibilmente sorprendente letteratura) in area napoletana. Gero Mannella, l’autore di questo “libello”, come egli stesso lo definisce ne è una chiara, forse preoccupante, conferma. Preoccupante, perché sembra vi sia insita, come lo stesso autore mi ha confermato, quasi una sorda ribellione contro il patetico, che appare come un’inevitabile attributo dell’animus partenopeo. Per cui, io, che ho una certa considerazione per un certo tipo di patetico, mi agito un po’ e tendo le orecchie. Cerchiamo di situare l’autore: dunque, c’è Campanile, ci sono i dintorni di Queneau, e naturalmente c’è una specie di Calvino rivoltato, c’è Georges Perec, vagamente, ma specialmente c’è una certa comicità di matrice partenopea, solo tutta girata in nero (ah, c’è una scenetta costruita equivocamente su una parola detta solo a metà, che sarebbe piaciuta anche a Franchi ed Ingrassia). La storia, sottilmente inquietante e ricca di humour nero, di un certo Alcenero Mangallo, che elimina in due riprese la moglie Elettra, e che di conseguenza si muta in un poliziesco, un poliziesco strano, ma ormai siamo abbastanza abituati ad investigatori non infallibili e pieni di tic, che l’ispettore Liberovici non spicca particolarmente. Per circa un terzo del romanzo Liberovici cerca una via. Ma i nomi delle strade sono dati in forma enigmatica, anzi enigmistica, e la suddivisione dei quartieri della città in modo estremamente schematico, tanto da aumentare (naturalmente e campanilianamente) la confusione. Non che questo non sia vero nella realtà: in varie città italiane c’è via Giove (Dio romano) e via Giove (paese in provincia di Terni), e poi via Tempio di Giove, via campo di Giove, ecc. E vieppiù naturalmente, passando dalle parti dell’informatica, non può mancare il numero di Fibonacci, che è però un numero di telefono. E ci sono camerieri che servono al contrario e treni con avvisi inquietanti: è insomma un mondo parallelo, o forse inverso, il mondo dei pensieri nascosti ed inconfessabili invece di quello reale (ma esiste, la realtà?). Mannella ci si muove disinvoltamente, e sembra molto a proprio agio, agio che non è sempre quello del lettore, in verità: perché, ad essere onesti, qualcosa manca, e si avverte. Forse la chiara coscienza di quello che questo breve romanzo vuole essere: l’umorismo ha una sua, anche feroce e severa, logicità, che nel caos dei sentimenti vuole portare una piccola testimonianza di una realtà, che va al di là delle cose (una specie di vendetta a freddo, come avrebbe detto Campanile): se Gero Mannella sia giunto a questa consapevolezza, non mi è chiaro: stilisticamente, certo, ma per il resto spesso il racconto sembra stare troppo addosso alle vicende, ed alle battute. Se il mondo parallelo dell’autore celi una filosofia di vita, non è per ora facile dire: lo stile acuto e brillante promette tuttavia bene per le successive sue prove.

Recensione di n/a






Recensioni ed articoli relativi a Gero Mannella

(1) Non gettate cadaveri dal finestrino di Gero Mannella- Il Parere di PB

Testi di Gero Mannella pubblicati su Progetto Babele

(1) Il letto d'ottone di Calogero Mannella - RACCONTO


 

Altre recensioni:





-

dal 2007-06-04
VISITE: 4920


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.