Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    Arriva Solaris, e ci (ri) porta i capolavori della fantascienza russa (08/05/2018)    [20/04/2019] 20 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Seconda Edizione Premio letterario: “Tene Tene” Collana libri per l’infanzia indetto da Catartica Edizioni scadenza 2019-04-20    Premio Letterario Tene Tene - seconda edizione scadenza 2019-04-20    XI Premio Internazionale Navarro 2019 scadenza 2019-04-20     Vincenzo Padula scadenza 2019-04-20    Passioni, desideri, tentazioni, fra realtà e fantasia. scadenza 2019-04-23    SCENICCHIA UNA SEGA #2 PRATICAMENTE UN CONCORSO LETTERARIO scadenza 2019-04-26    La Farnia d'Oro In terra nostra scripta apparuerunt scadenza 2019-04-30    Il Prete Bambino scadenza 2019-04-30    Premio drammaturgico per testi a tematica gay scadenza 2019-04-30    La tecnologia è magia? scadenza 2019-04-30    L’Ebbrezza della vita scadenza 2019-04-30    Città di Latina scadenza 2019-04-30    Onigo Mura bastia scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Caro Fabrizio, ti racconto di un sogno scadenza 2019-04-30    Tra Secchia e Panaro scadenza 2019-04-30    Il Sogno del Poeta scadenza 2019-04-30    OCEANO DI CARTA scadenza 2019-04-30    Nuova Scrittura Ermetica 2019 scadenza 2019-04-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi     Delusione di Christian Bigiarini letto da Alberto Sannazzaro    RECENSIONI     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo     Tenebra Lux di Alessandro Del Gaudio     Epiphaino di Guglielmo Campione     Fermento di Falesia di Stefano Giannotti     Guida ai cantautori italiani - Gli anni Settanta di Mario Bonanno    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Joseph Conrad ovvero il mare professionale     Apollo e Dafne: Quando il marmo diventa carne     L´horror psicologico di Michele Pastrello    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi     Semplicemente luce di Elisabetta Santirocchi     Testamento di Antonio Sacco    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
52 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
4 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Venere io t'amerò
di Monica Cito
PUBBLICATO su SITO


ROMANZO
Giulio Perrone 2005
Prezzo € 11 - 142 pp.
Collana Onde
ISBN 8860040256
Una recensione di Carlo Santulli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 37
Media 79.19 %


Venere io t'amerò

"Vuoi mettere uno scrittore calmo, non vessato dalla vita, con in testa un'idea precisa di ciò che vuole raccontare ed una come me, che ha dedicato il suo tempo a capire e scrivere una folle biografia?" (p. 140).
E' una frase che, posta quasi alla chiusura del romanzo d'esordio di Monica Cito, "Venere, io t'amerò", punta senza reticenze, ma con una specie di ingenua vitalità, al grande dilemma della letteratura: se si debba raccontare se stessi, e farsi narrazione, o se si debba trascendere la propria autobiografia, e cercare di scrivere altro. In realtà, i due estremi si toccano, e forse si confondono: lasciando libero spazio ai pensieri che vagano su qualunque tema, financo sulla morte, e sulla mancanza di poesia in cui l'abbiamo, modernamente, racchiusa. I morti che diciamo (poeticamente) finire sottoterra, quando invece sono (prosasticamente) rinchiusi sotto una colata di cemento, sono un’efficace metafora dell’apparire, invece che essere, apparire per necessità in quanto schiacciati sotto un giudizio sociale, che non lascia requie né perdono.
C'è una vena trasgressiva in "Venere, io t'amerò" ed una rabbia che sembra sempre sul punto di rompere gli argini della pagina, e di traboccare in un'invettiva piena di livore e, diciamolo, una certa dose di vittimismo. All’altro estremo, c’è anche la dimensione vagamente favolistica, cui Monica Cito non pretende che noi crediamo fino in fondo, ma che, tra demoni troppo umani e moderni e mesi d'invenzione, come ottembre, mese del calendario personale di Luce, ha il risultato di mettere tra virgolette la rabbia e la necessità di esprimere se stessi.
Per questo, non mi piace descrivere questo testo interessante solo in termini di un’esperienza personale di sessualità diversa nell’Italia del sud-est. Piuttosto l’autrice cerca, basandosi su questa sofferenza psicologica e fisica, spesso ai confini della disperazione, di costruire autonomamente il suo romanzo, che superando l’esperienza personale, possa raccontarla realmente. I filtri culturali utilizzati, primo fra tutti una distaccata, a volte acre, ma spesso efficace, autoironia, riescono non a velare la storia, ma a rivelarne il vero significato.
Personalmente, la dimensione trasgressiva di questo romanzo mi colpisce fino ad un certo punto, e stona leggermente, specie nel momento in cui l’autrice vuole denunciare una situazione, la svagatezza e l’assenza di meta precisa che il romanzo alla fine rivela, come in controluce. C’è sì quel senso di soffocamento che pare, in associazione col sole inquieto ed ossessivo dei giorni d’estate, inevitabilmente collegato alla piccola vita di provincia ed alle sue meschinità, familiari e paesane, ma non tutto è nuovo, molte immagini sono nel complesso ben note e quasi stereotipate, e sembra mancare la reale nemesi della protagonista, fortemente autobiografica, ma che resta fluttuante intorno alle sue paure ed alle sue incertezze. Il diario non si evolve, rimane raccolto nella propria natura provvisoria, in attesa di una “bella copia” che non verrà, non ancora. E non verrà perché forse solo lo “scrittore calmo”, di cui si diceva all’inizio, potrebbe produrla: è l’eterno contrasto tra la forza della storia da raccontare, il necessario outing, che non è solo sessuale, ma letterario, e la necessità di riviverla e narrarla a se stessi davanti ad uno specchio, per raggiungere lo scopo che ci si è prefissi. Più in generale, penso che quando l’autrice si sarà “liberata” nella e dalla sua storia, verrà anche quel “primo romanzo” che ella auspica: la capacità di scriverlo mi sembra ci sia tutta, e si coglie senza difficoltà, pur tra le imperfezioni ed a volte le ridondanze di questo “secondo romanzo”.

Recensione di Carlo Santulli






Recensioni ed articoli relativi a Monica Cito

(1) Venere io t'amerò di Monica Cito- Il Parere di PB
(2) La sonnolenza delle cose di Fortuna Della Porta - RECENSIONE
(3) Le vele di Astrabat di Antonio Messina - RECENSIONE
(4) La memoria dell'acqua di Antonio Messina - RECENSIONE

Testi di Monica Cito pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Carlo Santulli

(1) Quei gran pezzi dell'Emilia Romagna di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini - RECENSIONE
(2) Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi- Il Parere di PB
(3) La gallina volante di Paola Mastrocola- Il Parere di PB
(4) Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti- Il Parere di PB
(5) Operazione Arca di Noè di Andrea Coco- Il Parere di PB
(6) Il castello incantato di Emiliano Grisostolo- Il Parere di PB
(7) Cassandra di Laura De Santis- Il Parere di PB
(8) Cuore e acciaio - estetica dell'animazione giapponese di Marcello Ghilardi- Il Parere di PB
(9) La nascita della bellezza - da Bruegel a Basquiat ritratti di un mondo segreto di Maria Grazia Mezzadri Cofano- Il Parere di PB
(10) Sia fatta la tua comicità. Paradise strips di Pietro Pancamo- Il Parere di PB
(11) Le parole e la pietra di Fabio Clerici- Il Parere di PB
(12) I traditi di cefalonia - la vicenda della divisione Acqui 1943-1944 di Paolo Paoletti- Il Parere di PB
(13) Alloggio vista mare di Cesarina Bo- Il Parere di PB
(14) Geules Noires (Musi Neri) di Monica Ferretti- Il Parere di PB
(15) Arca allo sbando? di Enrico Meloni- Il Parere di PB
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:





-

dal 2005-12-10
VISITE: 7616


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.