Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [15/12/2019] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    La diversità dell'Italia scadenza 2019-12-20    Concorso Letterario Tre Colori scadenza 2019-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
28 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Non si sa mai
di Donatella Placidi
Pubblicato su PBSR2006


ROMANZO
Nonsoloparole Edizioni 2004
105 pp.

ISBN
Una recensione di Salvo Ferlazzo
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 68
Media 77.06 %


Non si sa mai

Claudia: donna pronta a tradire per viltà? O eroina coraggiosa? Su questi due piani esistenziali, paralleli, si muove la protagonista del libro della Placidi. In un gioco quasi assurdo di chiaroscuri, Claudia rinnova la sua esistenza, in un intreccio travolgente di passione, enfasi, per poi precipitare nella notte più nera, dove i pensieri stentano a farsi voce. Dove soltanto il ricordo di Francesca rimbalza fra le coordinate esistenziali che Claudia traccia ogni giorno, come fossero un piano di volo. Al check-in della sua coscienza si presenta la protagonista con un ingombro di bagaglio non indifferente: Francesca, che perpetua ancora la sua presenza come se fosse la sola certezza di questa esistenza. Tra questi due piani paralleli, Claudia getta un ponte, come fosse l’esito del concepimento della libertà. Ma è un concepimento che attesta l’assurdità del concetto dei rapporti amicali e parentali di Claudia, che pervade di questa sua concezione ogni sua manifestazione quotidiana. Il personaggio di Claudia associa aspetti emozionali, quali potrebbero essere quelli relativi ai suoi momenti di tristezza, di collera, di vergogna, di agitazione, a quelli più squisitamente cognitivi, come dimostrano il suo sogno, all’inizio del racconto, la sua richiesta di fare un figlio, il viaggio in Nepal. La sua è una valutazione che mostra che lei non ha agito bene, come avrebbe dovuto, nei confronti di Francesca. Sarà vero? Cosa avrebbe dovuto fare, Claudia, perché gli eventi non avessero avuto quello svolgimento, e quella fine? Fra questi due interrogativi dal profilo fortemente esistenziale, Claudia cerca di collocare tutte le sue possibili risposte. Claudia è alla ricerca del risultato migliore e delle migliori scelte possibili: in questa recherche della perfezione si espone ancora di più al rimpianto, perdendo di vista l’obiettivo del giusto mezzo e del rapporto migliore tra costi e benefici nelle azioni quotidiane. Attraverso alcuni eventi trasversali, la protagonista cerca di strutturare , con maggiore efficacia, una personalità, una soggettività che vengano sollecitate fino alle estreme conseguenze. La separazione dei genitori, gli amici di Gabriele, e l’impossibilità di instaurare un rapporto positivo con questi, disegnano uno schema intellettuale che poco a poco la conduce, con una casualità non percepita, fino al punto di un’apertura della propria coscienza a nuove scelte. J. La Bruyere, osservava che:”il rimpianto degli esseri umani per il cattivo uso fatto del tempo già vissuto non sempre li conduce a fare un uso migliore del tempo che ancora rimane loro di vivere”. Claudia smentisce in pieno questa osservazione, e comincia a fare un bilancio del suo passato. Con l’apertura di un credito a suo favore, prova a gestirlo con intelligenza, piuttosto che evitarne i contraccolpi. Silenziosamente, diventa l’elemento collante di una ripresa del rapporto genitoriale; rivitalizza quello con Gabriele. E questo è possibile grazie al fatto che, comunque, Claudia non rinuncia all’azione; anzi, aumenta il la propria tolleranza all’insuccesso, imparando dagli errori, positivizzando le occasioni perse. L’incontro con la viaggiatrice cinese è lo spartiacque esperenziale della protagonista: la parabola della presenza di Francesca, l’insofferenza, non tanto nascosta, verso amici che non sente fare parte del suo mondo cosciente, cominciano a cedere per fare posto ad un lavoro di recupero del proprio”sé” , di ricucitura di un tessuto esistenziale sfilacciato, sgranato da episodi poco, o per nulla gratificanti. L’avvio di un rapporto, diverso, con la sua collega Silvia apre scenari di indubbia efficacia. Donatella Placidi, questo lo sa. Con orgoglio di donna aperta al confronto, a nuovi orizzonti, ci consegna una Claudia dal profilo personale profondamente mutato, a tal punto da anticipare la risposta ad una domanda di Silvia.

Recensione di Salvo Ferlazzo






Recensioni ed articoli relativi a Donatella Placidi

(1) Non si sa mai di Donatella Placidi- Il Parere di PB
(2) Piccoli doni di Donatella Placidi- Il Parere di PB

Testi di Donatella Placidi pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Salvo Ferlazzo

(1) Ho gettato Dio in pattumiera di Bruno Previtali - RECENSIONE
(2) La vigilia di Natale di Maurizio Bassani- Il Parere di PB
(3) Le vie dei ritorni di Luciana Caranci- Il Parere di PB
(4) Quando i media staccano la spina di Gilberto Mastromatteo- Il Parere di PB
(5) La marina del mio passato di Alejandro Torreguitart Ruiz- Il Parere di PB
(6) Non si sa mai di Donatella Placidi- Il Parere di PB
(7) Il ghiaccio nei tubi del verderame di Tito Ettore Preioni- Il Parere di PB
(8) L' ottavo giorno della settimana di Roberto Stranieri- Il Parere di PB
(9) Tre semplici sconosciuti di Andrea Franco- Il Parere di PB
(10) I sessanta nomi dell'amore di Tahar Lamri- Il Parere di PB
(11) Il confine invisibile di Alfio Cataldo Di Battista- Il Parere di PB
(12) Transit di Abdourahman A.Waberi- Il Parere di PB
(13) La collezionista ovvero la Sindrome di Babbo Natale di Chiara de Luca- Il Parere di PB
(14) Mai - Linkami l'immagine di Leonardo Marini - Carmine De Falco- Il Parere di PB
(15) Di mostrare le cose a parole di Giovanni Di Muoio- Il Parere di PB


 

Altre recensioni:





-

dal 2005-09-02
VISITE: 5657


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.