Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [27/11/2021] 2 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    L\'AMORE E\' scadenza 2021-11-30    PREMIO STORICO LETTERARIO METAUROS scadenza 2021-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
35 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Attimo di vita
di Evian Aldandi
Pubblicato su PBSE4


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 5280
Media 80 %



Gli occhi. Quando l’ho visto arrivare verso quella corriera ho capito nei suoi occhi che qualcosa era successo, ho visto che brillavano di una luce strana, come se guardando le cose vedessero al di la di esse stesse. Da quegli occhi era passata la vita, non sapevo ancora in che forma ma ne ero sicuro, e quella scintilla di vita era ancora lì mentre Andrea camminava verso di me.
Altre volte mi era capitato di sentirla pulsare in me, o di percepirla in qualche situazione, e per questo non potevo sbagliarmi.
Venti minuti prima eravamo insieme, eravamo in tre seduti sul tavolino di un “Burger King” di Mahon, e dovevamo incamminarci verso il deposito delle corriere, dovevamo tornare dagli altri amici, dovevamo tornare a Cala n’Porter. Ma il destino bussa alla porta nei momenti che ci sembrano sempre i meno opportuni, per questo è difficile seguirlo, per questo il profumo di vita è così difficile da annusare. Appassisce subito.
Quel pomeriggio il destino si era manifestato rompendo la mia ciabatta destra e si era già messo avanti mostrandomi la mattina stessa, mentre salivo sull’autobus che portava da Mahon ad una spiaggia vicina, un negozio di ciabatte poco distante dal centro.
Non riuscivo a camminare in quel modo: la scelta era obbligata, non ne parlammo neanche. Così mentre io e l’altro amico entravamo a rubare una ciabatta singola e correvamo veloci verso il deposito, Andrea sbatteva la testa contro la sua strada.
Aveva visto un cartello davanti ad una saracinesca: “Jeans a 5 euro”. Non importava nulla dei Jeans a 5 euro, a lui che ama vestirsi in modo così particolare, ma avendo poca voglia di scappare da un commesso si era deciso ad entrare.
Prima di riuscire a guardare i “Jeans da 5 euro” i suoi occhi sono stati catturati dal volto della ragazza che stava dietro al bancone. Si è diretto subito verso di lei, senza volerlo e forse senza pensare, sospinto da quell’impulso che a volte guida gli uomini ed è presente in essi senza far parte di essi, ma li riempie.
Le parole sono uscite dalla sua bocca, musicali come mai le aveva pronunciate, un sorriso da bambino gli ha pervaso il volto ed una strana serenità gli ha invaso il cuore, come sciogliendo il suo corpo nel tutto, fra le sillabe il tempo i sorrisi e i jeans. Non era la bellezza in se, e nemmeno la simpatia che non riusciva e percepire con la suo conoscenza dello spagnolo, non era il corpo che lo colpiva di quella ragazza ma il fatto che il suo volto non gli risultasse sconosciuto e nuovo.
Era un volto che lui aveva sempre visto, che aveva sempre avuto chiaro in se e che ora si manifestava miracolosamente in quel corpo.
Lei gli sorrideva e a lui questo sarebbe bastato, sarebbe potuto rimanere per tutta l’eternità a contemplare quel sorriso, disegnato dal suo cuore, che riusciva a racchiudere tutta la vita in un attimo. Sarebbe potuto restare li per sempre, consegnato a quel volto, ma il richiamo della realtà e della consuetudine, che suole infrangere tutti i sogni, gli ricordò che doveva rispettare un impegno un orario una corriera. La scintilla che aveva sentito nel cuore, tanto intensa e tanto sua, ora stava li davanti e brillava con il sapore del rimpianto nascosta dietro un vetro. Quel vetro eravamo noi, l’orario dell’ultima corriera, il tetto sotto cui doveva dormire quella notte, tutto questo mondo di convenzioni e di abitudine.
La salutò e camminò verso il deposito, felice come un bimbo che assaggia la Nutella, disilluso come se gli avessero già strappato il barattolo. Quando si sedette al nostro fianco e ci raccontò la storia erano ancora le sette e trentotto minuti, gli feci notare che aveva ancora due minuti per scegliere fra la vita e qualcos altro. Ripercorremmo con uno sguardo reciproco tutto ciò di cui avevamo parlato in quegli anni, tutte le nostre idee e le nostre intuizioni, e capimmo che era tutto vero.
Aveva già cambiato espressione e forse avrebbe fatto a meno delle mie parole, ma ho voluto ricordargli che in certi casi è necessario rompere quel vetro attraverso il quale spesso capita di veder scorrere la propria vita, per cominciare ad “esistere”, o anche soltanto per “esistere” un attimo.
Alle sette e quaranta si accesero i motori e Andrea si alzò. Anche il mio cuore era contento.
Lo guardavo correre verso il paese e mi sembrava che i suoi piedi non toccassero mai terra, il mio amico aveva rotto un vetro e stava volando verso una scintilla non ancor spenta. Poco importa se le schegge del vetro lo avessero ferito o se la scintilla lo avesse fatto smarrire fra il fumo, poco importa.
Ci siamo chiesti cosa gli sarebbe successo, che risultati avrebbe ottenuto, come sarebbe tornato a casa e a che serviva questa scelta, ma tutto questo non conta nulla. I risultati riguardano il mondo delle cose, qui stiamo parlando di spirito.

© Evian Aldandi



Recensioni ed articoli relativi a Evian Aldandi

Nessun record trovato

Testi di Evian Aldandi pubblicati su Progetto Babele

(1) Attimo di vita di Evian Aldandi - RACCONTO


Libri pubblicati da nella collana I libri di PB

Premio Unibook ANNO SECONDO
A.A.V.V.
Copertina
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: LE ANTOLOGIE - 14
Anno: 2011 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: 9781790517354
pg. 136 - Octavo (12,85x19,84) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.72

(...)Apparentemente, il filo conduttore che che lega tra loro tutti i brani qui raccolti sembra essere la malinconia; una malinconia che rasenta la rassegnazione, cupa ed onnipresente anche quando, nonostante tutto, i personaggi rifiutano la resa e vanno avanti, brancolando con cieca testardaggine tra le tenebre di una esistenza apparentemente senza scopo. Segno dei tempi che stiamo vivendo, indubbiamente, ma chi ha contagiato chi? Sono stati gli autori ad influenzare i giurati o, viceversa, i giurati, inconsciamente, hanno scelto racconti in cui si rispecchiano gli elementi più tipici di questo triste inizio di millennio? O non è, piuttosto, qualcosa che aleggia nell'aria e si infiltra dovunque, anche tra le pagine di Progetto Babele?(...) Marco R. Capelli, dalla Prefazione.

Anteprima
( 152)

Acquista una copia

Emanuele Serra, Mi mancano i plugin e altri racconti
Emanuele Serra
Copertina
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: NARRATIVA - 11
Anno: 2010 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: n/a
pg. 103 - A5 (13,5X21) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.19

Questo libro contiene alcuni racconti e molte domande. Ci si potrebbe chiedere, ad esempio, quale sia la linea di demarcazione fra innocenza e crudeltà. Fin dove possa spingersi un padre per salvare la vita di sua figlia. Se si possa spiegare cosa sia la morte ad un bambino o perdonare chi ci ha rubato l’infanzia.  Ma, forse, tutto questo non ha la minima importanza. In fondo, a chi importa se un operaio di Torino, lentamente, impazzisce, perchè non ha altra via per sottrarsi ad un ciclo produttivo che lo vuole ingranaggio, puleggia, biella. A chi importa se ci sono milioni di uomini e donne costretti a lasciare casa e memorie per inseguire un sogno di disperazione. A chi importa di un gabbiano ferito o di un bambino che scrive lettere alla sorella morta. Forse non ci sono risposte, forse l’importante è non voltarsi, mai. E, nel frattempo, si può leggere questa antologia. Non risponderà alle vostre domande, ma farà nascere qualche dubbio. E non è poco. (Marco R. Capelli)

Anteprima
( 59)

Acquista una copia

Premio Unibook ANNO PRIMO
A.A.V.V.
Copertina
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: LE ANTOLOGIE - 12
Anno: 2010 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: n/a
pg. 104 - Octavo (12,85x19,84) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.2

All'interno di questo libro ci sono molte cose (suppongo sia nella natura delle antologie), alcune delle quali decisamente inusuali. Se deciderete di aprirlo, vi troverete ad ascoltare operai che impazziscono perchè usurati, come banali strumenti di lavoro, dall'alienazione del quotidiano, editori che si suicidano per protestare contro l'assurdità delle leggi razziali, figli che attendono il ritorno di padri bugiardi (o solo sfortunati) e figlie che gridano, mute, il loro diritto alla vita; ma anche tappettappatori (come, non sapete di cosa stiamo parlando? Suvvia, siamo seri!) che raccontano la loro storia in forma di preambolo, unicorni che giocano a calcio, amori cui si sopravvive reinventando i ricordi e ricordi (ed amori) che tornano dal passato, psicanalisti, infine, che si chiedono se qualcosa, in fondo, li distingua dai loro pazienti... Ma soprattutto, all'interno di questo libro, troverete molto talento ed un pizzico di genio. (Marco R. Capelli)

Anteprima
( 147)

Acquista una copia

La ricognizione del dolore
Pietro Pancamo (curatore)
Copertina
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: POESIA - 08
Anno: 2007 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: 9781730884917
pg. 100 - Octavo (12,85x19,84) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.2

Chiunque utilizzi la penna per “questioni personali”, e dare almeno il sollievo di un grido lirico alle incertezze o pene private con cui quotidianamente è costretto a misurarsi, viene tacciato subito d’essere un incompetente, in preda a svaghi emozionali e meramente liberatori.(...) E l’abbrivio intrepido dell’assalto è puntualmente costituito dall’antologia telematica che voi lettori state ora sfogliando coi tasti del mouse: La ricognizione del dolore; ovvero un e-book assortito, forte di ben dodici autori scelti, i quali - oltre a meditare, senz’ombra di vergogna (com’è giusto e sacrosanto che sia), sulle proprie vicende intime di singoli individui - ci aiuteranno (abilmente assecondando il titolo similgaddiano della raccolta) ad esplorare con cura, ma anche riscoprire, tutti i sentimenti dell’uomo; e specialmente, in ogni sua forma o implicanza, una componente fondamentale della nostra identità. Il dolore esistenziale.(...) (dalla prefazione di Pietro Pancamo)

Anteprima
( 136)

Acquista una copia

Dasetteadodici - Il meglio di PB anno secondo
A.A.V.V.
Copertina
Ordina una copia
Compra
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: LE ANTOLOGIE - 06
Anno: 2004 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: 9781731565310
pg. 140 - Octavo (12,85x19,84) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.72

Ebbene sì, lo abbiamo rifatto. Anche per il secondo anno di attività abbiamo chiesto ai nostri lettori di partecipare al nostro quasi-concorso e di dirci quali fossero, tra tutti i racconti pubblicati dal numero sette al numero dodici, i loro preferiti. Il risultato è questa antologia, che contiene i dieci racconti più votati dai lettori di Progetto babele.

Anteprima
( 136)

Acquista una copia

Dazeroasei - Il meglio di PB anno primo
A.A.V.V.
Copertina
Ordina una copia
Compra
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT
Compra questo libro su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: LE ANTOLOGIE - 01
Anno: 2003 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: 9781729313367
pg. 140 - Octavo (1285x1984) BROSSURATO - Prezzo euro: 5.72

Per celebrare il primo anno di attività, in coincidenza con l'uscita di PB6 (Luglio 2003), la redazione decise di organizzare un sondaggio per decidere quali, fra i centoquaranta racconti pubblicati nei primi sei numeri, fossero stati i più graditi dai lettori.(...)

I dieci racconti più votati sono stati raccolti in questa antologia!

Anteprima
( 138)

Acquista una copia

Emanuele Serra, Mi mancano i plugin e altri racconti
Emanuele Serra
Copertina
Esaurito
Compra questo EBOOK su AMAZON.IT

Prefazione / Indice / Scheda

Collana: LE ANTOLOGIE - 11C
Anno: 2010 Lingua: ITALIANO
Edizione AMAZON:
ISBN: n/a
pg. 106 - A5 (13,5X21) COPRIGIDA - Prezzo euro: 15

Questo libro contiene alcuni racconti e molte domande. Ci si potrebbe chiedere, ad esempio, quale sia la linea di demarcazione fra innocenza e crudeltà. Fin dove possa spingersi un padre per salvare la vita di sua figlia. Se si possa spiegare cosa sia la morte ad un bambino o perdonare chi ci ha rubato l’infanzia.  Ma, forse, tutto questo non ha la minima importanza. In fondo, a chi importa se un operaio di Torino, lentamente, impazzisce, perchè non ha altra via per sottrarsi ad un ciclo produttivo che lo vuole ingranaggio, puleggia, biella. A chi importa se ci sono milioni di uomini e donne costretti a lasciare casa e memorie per inseguire un sogno di disperazione. A chi importa di un gabbiano ferito o di un bambino che scrive lettere alla sorella morta. Forse non ci sono risposte, forse l’importante è non voltarsi, mai. E, nel frattempo, si può leggere questa antologia. Non risponderà alle vostre domande, ma farà nascere qualche dubbio. E non è poco. (Marco R. Capelli)

Anteprima
( 59)

Acquista una copia



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB

dal 2005-03-09
VISITE: 14002


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali