Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [10/05/2021] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Drammaturgico LGBT Carlo Annoni scadenza 2021-05-15    "Giugno di San Vigilio" scadenza 2021-05-20    Alcova Letteraria II Edizione scadenza 2021-05-23    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Avrò cura di te di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale     Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio     Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa    La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale     Poe: L’uomo della folla     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo     La vera letteratura non è un placebo     Racconti     Il pane di Agostino di Nicola Lo Bianco     Il mostro di Cinzia Baldini     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     La chimica dell’odore di Amedeo Bruni     Eclissi di donna di Debora Palmieri     Raccolta da sonno perso di Simone Notari     Miraggio di Alberto Moretti Ricci     Poesie di Edoardo Firpo    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
13 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
36 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Compleanno
di Alessandro Berardelli
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 5898
Media 79.32 %



Compleanno



Lucia compiva, quel giorno, quarantacinque anni.
Fino a quando era stata in vita, la madre era stata l’unica a non farle mancare mai gli auguri. La chiamava la mattina presto di ogni 13 ottobre e, negli ultimi anni, oltre a rinnovarle la formula di rito, per confermarle che quel 13 ottobre del ’61 era stato il più bel giorno della sua vita, le ripeteva immancabilmente il racconto della sequenza precisa dei momenti che avevano preceduto e seguito la sua nascita. Sempre con immutata emozione.
Sua madre era morta in primavera e il telefono né quella mattina, né dopo aveva squillato.
Quella sera Lucia aveva capito quanto potesse mancarle quel momento di intimità con la madre, anche se ricordava di averlo sempre vissuto, al momento, con quel leggero senso di insofferenza con cui si accolgono le premure degli altri quando queste si credono niente più che formali.
Ora che se ne stava, sola, a riflettere sui suoi quarantacinque anni e su quelle parole, per la prima volta s’era resa conto che quegli auguri non rappresentavano soltanto un semplice rito, ma la speranza della madre che il futuro per Lucia potesse essere migliore del presente.
Glielo ripeteva sempre: “Ragazza mia, vedrai che tutto s’aggiusta!”.
Ma che cosa si sarebbe dovuto aggiustare!? Alla sua eta’ ormai i giochi erano fatti.
Di questo Lucia era convinta e rassegnata mentre, con in mano un bicchiere di vino rosso e una sigaretta nell’altra, se ne stava, in pigiama, buttata sul divano di casa.
Di fronte a lei la televisione accesa su un telegiornale che non la interessava.
Non era bella, Lucia. Non brutta, questo no, ma i suoi lineamenti si erano appesantiti e segnati con gli anni. Il trucco leggero che le bastava da giovane per stare dalla parte delle “carucce”, ora non faceva piu’ l’effetto desiderato. Quando l’aveva scoperto si era demoralizzata e invece di intensificare gli accorgimenti, si era lasciata andare in preda allo sconforto. Non faceva più molto caso alla linea e alla moda. Ora tendeva a vestirsi “casual”, così diceva, per mascherare l’assoluta assenza di capi firmati nel suo guardaroba.
Un sorriso triste le aveva increspato, per un attimo, il viso quando le erano tornati in mente ancora una volta i racconti della madre: sapeva perfettamente che la povera donna con quel suo reiterare la gioia provata nel metterla al mondo aveva anche il malcelato e ingenuo obiettivo di indurla a decidersi “una buona volta a metter su famiglia”, unico modo, secondo lei, di condurre una vita “come si deve”.
Ma Lucia non ne aveva mai voluto sapere di legarsi stabilmente a qualcun altro dopo Lorenzo.
Ah, si! Quanto l’aveva amato Lorenzo!
S’erano conosciuti sui banchi di scuola. Per lei era stato amore a prima vista.
Il giorno in cui lui le aveva chiesto se potevano studiare insieme, lei si era sentita mancare.
Lui era il più bello di tutti e a Lucia non era parso vero che avesse scelto proprio lei tra tutte quelle, ed erano tante, che gli facevano gli occhi dolci.
Erano stati quattro anni di sogno. Sempre insieme anche all’università.
Poi un giorno Lucia aveva scoperto di essere incinta.
Era certa che anche lui ne sarebbe stato felice, ma dovette accorgersi subito che non era per niente così: “Mica lo vorrai tenere?”
Al che Lucia quasi piangendo: ”Non c’ho ancora riflettuto”.
“Oh, non fare scherzi, cerca di provvedere subito, eh!”.
Si sarebbe aspettata dell’altro da parte di Lorenzo: almeno un abbraccio e un bacio. Dovette, invece, subire soltanto quell’ intimazione.
Abortì, ma non lo volle più rivedere.
Da quel giorno e per cinque anni Lucia si era dedicata esclusivamente allo studio, poi pian piano, dopo la laurea in medicina e le prime esperienze in ospedale, aveva iniziato ad accettare gli inviti di colleghi e colleghe e a riprendere una vita “normale”, come la definiva la madre.
Ma non si era più voluta innamorare e quando qualcuno con cui si vedeva aveva tentato di stabilizzare la relazione, lei aveva fatto chiaramente intendere di non averne nessuna voglia.
Ora aveva compiuto quarantacinque anni ed era sola e triste.

Al suono del campanello, Lucia si tira su stancamente, con ancora in mano bicchiere e sigaretta.
A qualche passo dalla porta grida:”Chi e’?”
“La pizza!”
Apre la porta al ragazzo che le stava consegnando la pizza ordinata in fretta tornando a casa dal suo turno di guardia all’ospedale.
“Entra!” fa lei, scostandosi un po’ per far passare il ragazzo.
“Dove la poso?” risponde quello con fare frettoloso.
“Mettila pure in cucina”.
Lucia gliela indica e poi lo segue.
“Avrà ventidue o ventitre anni” pensa Lucia “Giusto l’età che avrebbe avuto oggi mio figlio. Chissa’ se sarebbe stato bello come questo”.
“Posso offrirti un bicchiere di vino? Oggi è il mio compleanno. Brinda con me!”
“Ho fretta, signo’ e poi non bevo”
“Allora fammi almeno gli auguri”
“Tanti auguri, signo’”
Lucia gli si avvicina e gli accenna una carezza.
Il ragazzo, fraintendendo il gesto, si scosta con fastidio e scappa letteralmente, sbattendo la porta dietro di sé.
Lucia torna a sedersi sul divano, accende un’altra sigaretta, si riempe ancora una volta il bicchiere e chiude gli occhi abbandonandosi sullo schienale.
Mentre il telegiornale continua a parlare dei danni provocati dal maltempo e la pizza si raffredda in cucina.


© Alessandro Berardelli



Recensioni ed articoli relativi a Alessandro Berardelli

Nessun record trovato

Testi di Alessandro Berardelli pubblicati su Progetto Babele

(1) 2008: finalmente è finita di Alessandro Berardelli - RACCONTO
(2) Compleanno di Alessandro Berardelli - RACCONTO
(3) La principessa bambina di Alessandro Berardelli - RACCONTO
(4) Cyberspazio di Alessandro Berardelli - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2007-07-29
VISITE: 14080


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali