Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    [26/09/2021] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    "Appuntamento in nero" scadenza 2021-09-30    Domani non puo\' aspettare scadenza 2021-09-30    ZONAEBOOK scadenza 2021-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Chiusura di Marco Pataracchia     Il suo nome? di Amedeo Bruni     Se io fossi ancora qui di Giulia Calfapietro     Angelo invisibile di Giulia Calfapietro     Il cuore in saldo di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
11 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
45 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Rosso di sera
di Cinzia Baldini
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 6219
Media 79.19 %



La battaglia era stata feroce ma l’esito scontato già dal primo istante. La mente rifiutava di accettare, opponendo ragionamenti inoppugnabili, ciò che il mio cuore desiderava. Istinto contro ragione, una guerra lacerante, distruttrice, aspra e senza esclusione di colpi mi dilaniava l’anima ma che, come sempre, si spegneva davanti alla profonda intensità del tuo sguardo, alle parole non dette, alle promesse mai formulate, alla tenerezza delle tue carezze, alla dolcezza infinita dei tuoi baci. Il risultato era lì, evidente, davanti ai miei occhi, come la realtà, che si mostrava chiara ed inequivocabile, in quei pochi metri quadri affacciati sul mare. Il letto gualcito, vissuto, i vestiti sparsi frettolosamente all’intorno, l’impronta appena abbozzata del mio corpo da un lato e tu, l’uomo della mia vita, addormentato, dall’altra parte. Mi ero alzata furtiva, senza fare rumore. Adoravo guardarti, studiare il tuo corpo, spiare ogni pulsione involontaria di vita, attendere il tuo risveglio. Osservavo in silenzio il torace che si alzava e si abbassava ritmicamente mentre accompagnava il tuo respiro regolare. La fronte alta e spaziosa su cui ricadeva un arruffato ciuffo di capelli castani, unico indizio rimasto dell’intensa passione appena condivisa. I lineamenti del viso appagati e distesi, le palpebre abbassate e la leggera ombra di barba, ti rendevano vulnerabile come un bambino e non più l’amante virile e appassionato di pochi istanti prima. Ero innamorata di te, me lo ripetevo fino allo stordimento mentre fissavo l’orizzonte oltre le persiane semiaccostate. Avevo il tuo cuore e conoscevo la profondità del tuo sentimento ma i bagliori fulvi del giorno ferito che lentamente moriva, abbandonandosi, sfinito, tra le braccia della nera notte incipiente, acuivano la mia disperazione e rendevano ancora più doloroso il senso della mia impotenza. Quell’originario prodigio della natura si rifletteva nei miei pensieri. La rossa atmosfera, li circuiva e se ne impossessava, tingendo dei suoi colori infuocati, la mia inarrivabile chimera, la sconveniente relazione che come un gorgo impetuoso travolgeva e sprofondava la mia vita in baratri abissali.
Ci incontravamo di nascosto, da oltre tre anni ormai, nei pomeriggi rubati al lavoro. La minuscola mansarda che si affacciava sul mare era il nostro rifugio, il luogo dove, nei brevi ritagli di tempo che riuscivamo a trovare, costruivamo il nostro sogno ad occhi aperti. Inventavamo insieme un rapporto impossibile ed alimentavamo, per non farlo appassire, il nostro sentimento di ingenue illusioni benché, da un pezzo, non fossimo più ragazzi.
In quel tardo pomeriggio d’autunno la spiaggia era deserta. Dopo il chiasso caotico dell’estate appena trascorsa tutto appariva tranquillo, solitario, immobile ed immutabile… Ma nella natura come nella vita tutto cambia, niente è per sempre, tutto si muove e lentamente si trasforma. Le piccole onde che ora sciabordavano frizzanti sulla riva, in inverno, gonfiate dal vento di libeccio avrebbero sferzato la spiaggia con la loro irruenza, violentandola e modificandone i contorni e lasciato sulla riva i resti della sua irriverenza: conchiglie, legnetti, tronchi e immondizia. Più o meno quello che sarebbe accaduto nella mia esistenza. Eppure nonostante la clandestinità, gli incontri segreti, il dover cancellare le mie impronte dalla tua vita non mi sentivo sporca. Mi chiedevo solo quanto ancora sarebbe durato? Quanto avremmo resistito ad essere noi stessi solo per poche ore la settimana? Per quanto ancora mi sarei dovuta accontentare delle briciole che lasciavi cadere per me dalla tua vita? Non mi servivano spiegazioni, montagne di parole superflue. Avevo preso consapevolmente la decisione di entrare in quel ruolo e non mi importava di essere l’altra! L’avevo istintivamente saputo fin dall’inizio e lo avevo accettato nello stesso momento in cui il mio corpo, con amore e senza riserve, aveva accettato il tuo. Ma adesso, mentre attendevo che la mareggiata spazzasse le ombre dalle nostre vite, cancellasse antichi errori personali, scelte sbagliate, che gravavano sulle esistenze di entrambi, avevo paura. Paura di non trovare le nostre impronte sulla spiaggia ma solo conchiglie, legnetti, tronchi e una montagna di immondizia…
Ti giri nel letto, apri gli occhi e mi avvolgi nel calore del tuo sorriso. Allunghi le braccia per invitarmi a ormeggiare il mio cuore in quel porto sicuro. Il contatto con la tua pelle cancella ogni dubbio, mi restituisce la forza per aspettarti. Forgeremo insieme il nostro futuro nonostante tutto e contro tutti. In quel tramonto solenne, persa nel tuo respiro odoroso di brezza marina, lascio affogare i pensieri tra le creste spumose del desiderio che con ondate prepotenti sommerge di nuovo il mio corpo mentre un carminio dardo di fuoco colpisce, beffardo, il tuo anulare dove ancora inutilmente brilla, spavalda e arrogante, la fede nuziale.

© Cinzia Baldini



Recensioni ed articoli relativi a Cinzia Baldini

(1) Non Nobis Domine - I custodi della verità di Cinzia Baldini e Simone Draghetti - RECENSIONE
(2) Il veleno di Circe di Cinzia Baldini e Michele Zefferino - RECENSIONE
(3) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE
(4) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE

Testi di Cinzia Baldini pubblicati su Progetto Babele

(1) Una vita da bipolare di Paola Gentili - RECENSIONE
(2) La bestia di Cinzia Baldini - RACCONTO
(3) Via crucis po-polare di Cinzia Baldini - RACCONTO
(4) La roulette di Cinzia Baldini - RACCONTO
(5) Il mostro di Cinzia Baldini - RACCONTO
(6) In nome della legge di Cinzia Baldini - RACCONTO
(7) Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro - RECENSIONE
(8) Epiphaino di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(9) Ukemì di Cinzia Baldini - RACCONTO
(10) Incunabolo di Riccardo Merendi- Il Parere di PB
(11) La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora - RECENSIONE
(12) Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati - RECENSIONE
(13) Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini - RECENSIONE
(14) Io sono respiro puro di Maria Fornaro - RECENSIONE
(15) Il lungo cammino del fulmine di Guglielmo Campione - RECENSIONE
>>Continua (click here)



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB

dal 2009-10-29
VISITE: 11475


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali