Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    Nasce una nuova ArtFanZine in Alessandria 2020 (02/04/2020)    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    [06/12/2020] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Navarro scadenza 2020-12-19    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 5 di Grazia Deledda letto da C.Caria     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 4 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Viaggio al centro della terra - Capitolo 1 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 3 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa     La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli     Raúl Castro di Domenico Vecchioni     Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili    I Figli di Dio di Glen Cooper    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     L'incendio nell'oliveto     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita    Racconti     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri     Giorno Quinto di Consolato Mercuri     Foglio 19 Particella 35 di Giuseppe Antonio Martino    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Tre poesie di Marinella Giuni     Su una stinta panchina di Angelo michele Cozza     Il Gatto Nero di Sandro Fossemò     Leggerezza di Elena Cacciapuoti     Estate di Annalisa Franza    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
26 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
19 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Napoli è
di Ettore Bonato
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 2403
Media 80.22 %



Guardando il film Lo spazio bianco, di Francesca Comencini, ambientato a Napoli, ho smesso la lente distorta con cui osservavo la capitale partenopea. Mia moglie è di Scampitella, un paesino di tre anime nella Provincia di Avellino, nei pressi del confine con la Puglia. Lei è una viola, come quella che narra il Pascoli in L’aquilone, una viola allegra e sola, nata nei rovi di quella terra arsa ed assolata. A Napoli le è morto il padre, e se la ricorda maestosa e triste, bellissima e inarrivabile. Nei suoi occhi osservo le vie vuote, un sottobosco di artisti, musicisti, pittori, persone che si dannano in questa esistenza che macina e in questa città che ti dona la vita eterna. Il mare di Napoli è simile ma diverso da quello di Rimini, la mia città. È di un azzurro stranito, compresso tra il Vesuvio, le colline che si diradano e i tetti catramati e antichi. I commercianti di piccole cose, caparbi, fieramente orgogliosi della loro mercanzia, li puoi trovare anche a Rimini, sul Lungomare domestico e pericoloso. La criminalità diffusa, la viabilità, l’amore che si cerca e si trova negli anfratti mistici e popolosi. I grandi contenitori, la gente di varie etnie che si mescola al vociare chioccio dei giovani. Nel film con Margherita Buy si coglie il silenzio, il non essere mai solo, la fratellanza che fuoriesce dalle case dignitose e speciali. Quando c’è l’addio, esso si consuma tra sognanti colori e gente che calpesta con violenza il pavé dei borghi. Il rosso del sangue che ti perfora le vene e quello dei cappelli di giovani metalmeccanici in gita. Il bianco dei cresimandi e degli sposi esterrefatti. Non esiste il tempo, è scandito solo dal seno magro di una donna che allatta, non scalfita dalla solitudine opprimente. L’insegnante, in una scuola media serale, con vecchi malati, segnati e giovani orgogliosi e timidi, è il mestiere più bello della terra. Insegni il sapere a chi ne sa più di te, questo è il succo. Forestiero integrato, perché le due città ti accolgono in toto.
La ragazza bianca con il velo da sposa e i jeans scoloriti che cammina nei tetti lastricati e vicini, è il viatico alla vita, il sogno che diventa reale e per questo sanguinante e misterioso. Un’immagine onirica che fa di Napoli quello che è Rimini, in fondo; i pattini bianchi e rosi dal sole e i baci in alto mare con le ragazze che non vedrai mai più. Il rivedersi e il dirsi addio, questo, moglie mia, ho trascorso prima di te. Le viole di Napoli e Rimini, i mari diversi e la gente simile. Tu sei tutto questo per me, compagna dolce, cresciuta tra rovi che odorano di vento.

© Ettore Bonato




-

dal 2010-03-31
VISITE: 4595


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali