Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica    [03/08/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito    Poesie     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
52 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Le non stagioni del buio
di Cinzia Baldini
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 154
Media 79.16 %



È tardi. Nel volgere di un battito di ciglia è scesa la notte.
Le ombre della sera da tempo, ormai, si sono distese sull’agglomerato urbano e ne hanno mutato l’aspetto.
L’illuminazione sbiadita, spesso inesistente, dei lampioni nelle vie deserte, nei vicoli inariditi, nei piccoli recessi nascosti non riesce a contrastare il nero imperante che macchia quella parte di mondo e la nasconde persino agli occhi di Dio.
L’uomo si rifiuta di sentire, di vedere, di annusare oltre i muri scrostati di quei poveri tuguri crivellati dai colpi delle mitragliatrici, massacrati dai mortai e falciati dai razzi, le esistenze in essi custodite.
Miseri scrigni di terra e mattoni che racchiudono vite dimenticate il cui valore è inferiore a quello dello straccio consunto e annerito dal carbone con cui le donne, velate e ingobbite, puliscono il forno ancora caldo e profumato di pane.
Forse c’è qualcosa di sbagliato in ciò che sta facendo o forse ad essere sbagliate sono le scelte a cui lo ha portato la sua fede.
Si siede divenendo invisibile, lui stesso ombra tra infinite ombre.
La percezione, imprecisa e nebulosa, di una minuscola fessura vuota, una microscopica crepa da colmare, in mezzo a infiniti spazi pieni, lo porta a riflettere e a scoprire di avere paura.
Paura non della morte, sorella del buio in cui si muove e che lo avvolge come una materna placenta, ma paura delle sue riflessioni.
È stato abituato a non pensare, istruito ad agire in maniera automatica come il piccolo ingranaggio di un gigantesco meccanismo.
Gocce di sudore gli inumidiscono il corpo, ricordandogli le lacrime di rabbia e di dolore con cui la nera signora dalla lucida falce avvolge gli scenari delle sue stragi. Sacrifici rituali compiuti in nome di un delirante ideale.
Richiamati da un profumo, forse da qualche oggetto di cui il buio ha confuso i contorni, da vaghe somiglianze a cui la notte ha cambiato le forme, rapidi ricordi gli scivolano nella mente dagli spazi sconfinati del passato.
Com’è bello il sapore del ricordo e del passato quando si sa di non avere più un presente né un futuro…
Qualcosa rimane impigliato nell’anima e la graffia. Un bruciore basso e pulsante lo avverte di una nuova, inattesa, presenza.
La nostalgia si avvicina sollecita. Lo accarezza con dita esitanti quindi, serrandolo in un intimo abbraccio, lo stordisce di obliate emozioni. Infine lo abbandona, dileguandosi rapida, come un’amante colta in flagrante ma lasciando al suo posto un disarmante senso di incompletezza e sulle spalle il peso quasi tangibile della solitudine.
Lui è un uomo. E i veri uomini non provano sentimenti inutili.
Lui è un uomo. E gli uomini degni di questo nome non si lasciano andare a stupide emozioni.
Lui è… il frutto del ventre di sua madre che con il corpo avvolto nella lunga veste nera, lo tiene stretto accanto a sé per rendere meno gelide le notti nel deserto. …Il riflesso orgoglioso che si accende negli occhi scuri di suo padre, i cui tratti severi del viso vengono arabescati dai bagliori della danza selvaggia e primitiva delle fiamme di un fuoco da campo. …Un bambino perso nella visione delle stelle che gli sembrano talmente vicine da sentirne il calore sulla pelle.
Alza gli occhi al cielo ma, ora, a fatica riesce a distinguerle. Sono lontanissime e con esse, irraggiungibili, ci sono i suoi sogni e la sua adolescenza negata.
Nell’interminabile notte le certezze vacillano. La ragione reclama risposte a domande troppo a lungo ignorate. Eluse o appositamente fuorviate da chi ha manipolato la sua intelligenza condizionandola, umiliandola e massificandola.
Anche la luna appuntata sull’oscuro drappo del cielo sembra estranea e sfuggente, quasi ostile. I suoi argentei riflessi rendono il paesaggio esangue, spettrale.
Vorrebbe lasciare alla notte la spaventosa processione di demoni e fantasmi che si porta dentro. Nasconderli tra le sue non stagioni. Eclissarli tra le spire del buio. Annegarli nel nero opprimente dell’assenza di luce.
L’uomo riporta lo sguardo davanti a sé. Tutto procede secondo i piani, ma nei suoi desideri più reconditi vorrebbe che qualcosa si inceppasse. Che quel meccanismo lo stritolasse e lo portasse via come le prime luci dell’aurora fanno con il buio delle tenebre che lo attanagliano e di cui si nutrono i suoi incubi.
Una sventagliata di mitra lacera il profondo silenzio della notte fiocamente illuminata dalla piccola falce di luna calante.
La serie di colpi sparati a distanza ravvicinata fischiando, impattano contro il suolo e sollevano sbuffi di sabbia, davanti ai suoi piedi.
È stato scoperto.
Ha poco tempo.
Sa che non rivedrà mai più il giorno vestirsi di luce dorata e alimentare la vita.
«Sdraiati con il ventre a terra e le mani dietro la nuca. Veloce!» gli intima una voce dura e autoritaria dall’accento straniero e un numero indefinito di soldati lo circonda.
Nella penombra che lo avviluppa si accoccola in posizione fetale. “È il mio dio che lo vuole… così, almeno, mi è stato insegnato”. Il fiato a lungo trattenuto nei polmoni esce con forza e imprime alle parole un’enfasi rabbiosa «Allah akhbar».
Mentre l’oscurità lo ingoia e si richiude su di lui, all’intorno la notte esplode con un fragore d’inferno tingendo l’alba di rivoli rosso sangue.

© Cinzia Baldini



Recensioni ed articoli relativi a Cinzia Baldini

(1) Non Nobis Domine - I custodi della verità di Cinzia Baldini e Simone Draghetti - RECENSIONE
(2) Il veleno di Circe di Cinzia Baldini e Michele Zefferino - RECENSIONE
(3) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE
(4) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE

Testi di Cinzia Baldini pubblicati su Progetto Babele

(1) Una vita da bipolare di Paola Gentili - RECENSIONE
(2) La bestia di Cinzia Baldini - RACCONTO
(3) Via crucis po-polare di Cinzia Baldini - RACCONTO
(4) La roulette di Cinzia Baldini - RACCONTO
(5) Il mostro di Cinzia Baldini - RACCONTO
(6) In nome della legge di Cinzia Baldini - RACCONTO
(7) Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro - RECENSIONE
(8) Epiphaino di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(9) Ukemì di Cinzia Baldini - RACCONTO
(10) Incunabolo di Riccardo Merendi- Il Parere di PB
(11) La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora - RECENSIONE
(12) Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati - RECENSIONE
(13) Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini - RECENSIONE
(14) Io sono respiro puro di Maria Fornaro - RECENSIONE
(15) Il lungo cammino del fulmine di Guglielmo Campione - RECENSIONE
>>Continua (click here)



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB

dal 2012-08-07
VISITE: 837


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali