Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [04/12/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
16 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
34 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Sai Vittorio...
di Anna Steri
Pubblicato su PBSA2021


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 0
Media 0 %



I racconti di Progetto Babele

Sai Vittorio, non so come spiegare, ma ieri, telefonandomi, è stato come rompere, in qualche modo, un incantesimo. Un cordone ombelicale strappato coi denti. Una specie di violenza. Una penetrazione non voluta. Con i tuoi coglioni fin dentro la mia vagina. Fino a sentirmeli in gola. E soffocare.
Dopo un anno di mail tra di noi, sentire per la prima volta la tua voce, i tuoi accenti, ha deviato il percorso della nostra amicizia, in qualcosa di scontato. Di banale. Di “ciò che fanno tutti”. E cioè due amici che si chiamano per parlottare di cazzate, perché diventeremo questo non è vero? Due cretini che la finiranno ad ammettere che anche questo anno le stagioni non sono più le stesse, che si suda molto di più di un tempo, che si soffoca da svenire, ma che la maglia di lana va sempre bene.

Ora, quando ti scriverò, lo farò pensando alla tua voce, e non alla tua mente. Ora, quando ti sfogherò i miei casini lo farò ricordandomi la tua risata, e forse sarò meno sincera nella scrittura, come una figlia con suo padre. Si mente molto di più ad un familiare che non ad uno sconosciuto. Si vomita volentieri davanti ad un medico che non davanti ad un amante. 
E tu ora questo sei diventato. Qualcuno che conosce proprio tutto di me, e da cui bisogna guardarsi bene d’ora in avanti, perché il coltello nascosto in una manica bisogna aspettarselo più da un parente che non da un passante.
Ho abortito un amore. Scivolato da un’ovaia senza un’emorragia d’avviso. Come pisciare un calcolo renale. Ora sono nuovamente sterile. Vuota. Contengo in me un utero avvizzito, oramai stanco di cercare di portare a termine gravidanze mentali. O dell’anima.

Anche stavolta questo bambino, questo amore, non ha voluto nascere. Ha capito in tempo che madre avrebbe avuto, e si è tirato indietro. Una specie di suicidio. Ha dato un ultimo respiro prima di lasciarsi andare alla non vita. Eppure, cominciavo ad abituarmi a lui. Me lo coccolavo da giorni. Settimane a parlargli di come sarebbe stata la nostra vita insieme. Delle nostre giornate messi là a fare niente, solo avvinghiati ad una affettività serena. A volte primitiva. O violenta. Ma vera. Partita dalle viscere. Che è la base della Terra.
Ora questo terremoto ha bisogno di giorni di assestamento. Di provare a non far crollare proprio tutto, e salvare ciò che si può. Anche una lacrima va bene, perché i sorrisi, non sono stata accorta in questo, sono andati tutti distrutti. Troppo avvezza all’infelicità, non ho riconosciuto ciò che di buono poteva restare, ed ho recintato meglio pensieri tristi, piuttosto che gioie assaporate appena.

Vittorio caro, sorridi tu che puoi. Tu che, rientrando a casa, avrai sempre una carezza a fine giornata. Tu che, comunque vada, sentirai sempre parole buone, sia che siano indirizzate a te come padre, o come marito. O come amante. O come fratello.
E prega per me. Dio, spesso, ha bisogno di intermediari piuttosto che del bisognoso stesso.

© Anna Steri



Recensioni ed articoli relativi a Anna Steri

Nessun record trovato

Testi di Anna Steri pubblicati su Progetto Babele

(1) Sai Vittorio... di Anna Steri - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB

dal 2012-08-21
VISITE: 55


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali