Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [23/10/2019] 5 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    “Linee di Paesaggio” scadenza 2019-10-28    Concorso per artisti emergenti scadenza 2019-10-30    Motori & Passioni scadenza 2019-10-31    Ve- Leggiamo scadenza 2019-10-31    Premio Orizzonti scadenza 2019-11-03    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
32 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
7 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Frrratellino
di Krzysztof T. Dabrowski
Pubblicato su SITO


VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 14
Media 84.29 %



L`inverno. La gelata che pizzica le guance. La barba raggrinzita dal freddo. La neve che brilla nel raggio del sole e scricchiola sotto i piedi. Quel giorno io e mio padre siamo rimasti da soli. La mamma era finita all`ospedale a causa di una grande pancia, nella quale, come mi è stato spiegato, si trovava mio fratello. Effettivamente, dopo tre giorni siamo andati a vedere il fratellino.

In un primo momento ero deluso – questo mini, raggrinzito sgorbio che sistematicamente urlava, doveva essere mio fratello? E vabbè, dovevo essere solo contento che io non ero così. Macabro!

Dopo alcuni giorni il papà lo ha portato a casa. Inizialmente ero contento che sarei stato il fratello maggiore (ah, come suonava altisonante). Presto ripresi i sensi, la mia gioia era prematura.

Eccomi, il primogenito, verso il quale tutti erano premurosi, del quale tutti i capricci erano subito esauditi, il coccolato unico figlio – all`improvviso sceso al ruolo di un servo, quello peggiore al quale non si dà quasi l`attenzione.

Il potere a casa l`ha preso il piccolo, il nume tutto rosa, vicino al quale i genitori vigilavano giorno e notte, al quale rendevano quasi un onore devoto.

Adesso lui era al centro dell`attenzione. Sono stato degradato in un modo crudele – stai zitto perché svegli fratellino… dai, gioca un po` con il fratellino… guarda, come è bravo Adas, prendi esempio da fratellino… Uffa, mi veniva la nausea. Che cosa è successo con loro? Perché questo mostro li aveva cambiati cosi? Come si è permesso? Presto ho iniziato a provare una vera avversione verso questo piccolo gnomo. Il fratello di cui ero così contento, si è rivelato un mostro!

Adesso penso, com`ero stupido in quel momento. Adesso, quando l`uomo è adulto, guarda tutto con occhi diversi. A quel tempo, mi sentivo rifiutato, non amato. Eppure è logico che a un bambino più piccolo bisogna dedicare più tempo rispetto a quello più grande.

Ah, se avessi saputo in quel momento, ciò che so adesso, sarei stato completamente diverso…

Gnomo cresceva a vista d`occhio. Più grande era, più attenzioni pretendeva dal modo che lo circondava. Il mio mondo! Prima dovevo iniziare a servire l`illustrissimo signore: portare la bottiglina con il latte, giocare e portare a fare le passeggiate. Dopo, che orrore, hanno diviso la mia camera in due parti. Si! La stessa nella quale ho ceduto l`angolo per il lettino al tipo spregevole. Mi sono sentito male quando mio padre mi aveva annunciato che quella seconda parte, da ora in poi sarebbe stata di Piccolo, ed io questo lo devo rispettare. LO SCANDALO!

Mamma mia, adesso che sono vicino alla trentina, mi sto rendendo conto quanti anni ho perso per la stupida gelosia.

Eppure i miei genitori non posso dire che non mi prendessero in considerazione, solo semplicemente mi hanno iniziato a trattare da adulto. Questa era nobilitazione, ed io non lo avevo notato, avevo percepito tutto ciò come una punizione…

Come una palla al piede – prima, si trascinava presso di me quando lo accompagnavo all`asilo, e dopo quando andavamo a scuola. Dopo le lezioni, invece di giocare con i compagni a pallone, dovevo disciplinatamente portare questo marmocchio a casa. Non bastava tutto ciò, su di me sono finiti nuovi compiti: spolverare, lavare i piatti e aiutare a fare la spesa.  Fossi stato pigro o avessi mai tergiversato. No, questo no! Mi veniva però un colpo, perché io dovevo lavorare duro a quel bradipo nello stesso tempo stava sdraiato con la pancia all`aria. E che spiegazioni – perché lui e ancora troppo piccolo, perché quando crescerà anche lui ci aiuterà (Taaa, tere fere, pensavano che “lo scemo” sarà contento! Sicuramente la passerà liscia).

La lacrima agli occhi sta per salire, ma è troppo tardi per tornare in dietro. Per la prima volta ho trattato mio fratello come un compagno, e non come un avversario, solamente all`università – lui allora frequentava la seconda classe del liceo, non so perché è andata cosi, ma sono diventato un ragazzo chiuso e timido. In quel tempo mio fratello minore usciva con le ragazze che veniva il colpo dall`emozione.

Sembrava che tutte le guerre civili fossero cadute nella dimenticanza, sembrava che fossimo diventati grandi tutte due, ma ogni volta che portava una nuova ragazza a casa, sentivo nel fondo del cuore un pizzico di gelosia – Eh, lui un`altra volta ha il meglio, il mondo lo ama più di me… perché lui sì e non io? Mi ricordo che una volta stavo giù di morale in un modo orribile. Allora, il Minore mi ha dato una manata sulla schiena e ha proposto che si potrebbe tutte due insieme fare un salto in birreria, come fratello e fratello, e chiacchierare un po`.

Siamo finiti in un pub nella zona. Quando ero ubriaco fradicio, tutta questa melma di tristezza, gelosia, accuse, tutto ciò che per anni si era accumulato in me – finalmente è uscito fuori durante la conversazione. Una cosa strana è che ha preso tutto ciò con comprensione.

Siamo andati ancora un po` in giro per bettole. Al mattino risultò che questa creatura maligna, mio fratello, era il mio migliore compagno. Presto mi ha insegnato come corteggiare le ragazze con efficacia e suscitare interesse nei loro confronti. Mi ha invitato nella sua compagnia. Diventò un amico vero. Come mi dispiace adesso, che per tutti quegli anni l`ho trattato come un malfattore, come un male necessario, nonostante non fosse colpa sua. Ho capito completamente solo adesso, stringendo con le dita contratte la cornetta del telefono. Non potevo credere in ciò che avevo appena sentito. Mio fratello, Adamo… è morto ieri in Afganistan…



Krzysztof T. Dabrowski ( http://ktdabrowski.pl.tl)

Nell`anno 2008 in Polonia ha debuttato con la sua prima raccolta di racconti “Nasmierciny” (“Nascita dalla morte”) pubblicato dalla casa editrice Armoryka. 2010 - “Anima vilis” pubblicato dalla casa editrice Initium. 2011 - "Bizarro dla pocz?tkuj?cych"

In Polonia fino ad oggi ha pubblicato vari racconti in varie riviste: Science Fiction Fantasy i Horror, Grabarz Polski, Trismegista, Twoj Dobry Humor, Kozirynek, Tygiel Kultury, New Light Times i Widok z Wysokiego Zamku e anche in vari portali: Carpenoctem, Horror.com.pl, Arenahorror.pl, Gildia Horroru, Outpost, Fantasy.dmkhost.net, e-studenci.pl, Secretum.pl, Fantasybook.idl.pl i Portalkryminalny.pl.

Pubblicazioni all`Estero:
Il racconto “Nasmierciny”, “Nascita dalla morte” (“Deathbirth” – trad. Monika Olasek), e stato pubblicato nel portale letterario americano Barbetlysnopes.com e ha vinto il concorso come il miglior racconto del mese.
Anche nella rivista Navychod di Repubblica Ceca e stato pubblicato il racconto “Nasmierciny” (“Nasmrceni” – trad. Ludka Vasty).
Il piu grande portale sloveno di fantascienza, Fantazie.sk, ha pubblicato il racconto “010010101 podryw”, “Aniouuu” i “Pierwszy dzien, ostatni dzien” (“010010101 zvadzanie”, “Anjeeel” e "Prvý den, posledný den " – trad. Katarina Svecova).
Nel Playboy sloveno e stato pubblicato il racconto “Zywot parszywy”.
Nel numero 113 della rivista brasiliana di horror, Juvenatrix, e stato pubblicato il racconto “Zemsta Franciszka” (“A Vinganca do Francisco – trad. Malgorzata Satalecka). Nel gennaio 2009 in Russia nella rivista Novij Dom sono stati pubblicati i racconti: “Brrraciszek”, e “Zemsta Franciszka” (trad. Anna Juszkiewicz).
Nel portale fantascientifico ungherese solaria .hu sono stati pubblicati 4 racconti: "Na´smierciny" i "Widziadlo" “Tam gdzie gwiazdy gasna” ("0-700", "010010101 csábítás", "Haldoklásnap", "Latomás" e "Ahol kialszanak a csillagok" – trad. Aleksandra Horvath).
Il racconto ”Brrraciszek” e stato pubblicato nella rivista americana Withersin (“Brrrother – trad. Monika Olasek).
E – magzyn americano ha pubblicato il racconto “Do domciu!!!” (“I want to go home!!!” – trad. Monika Olasek)
Twisted Dreams ha pubblicato il racconto “Dramat jasnowidza” (Clairvoyant`s misfortune" – trad. Aneta Szaraniec-Sandecka)

© Krzysztof T. Dabrowski



Recensioni ed articoli relativi a Krzysztof T. Dabrowski

Nessun record trovato

Testi di Krzysztof T. Dabrowski pubblicati su Progetto Babele

(1) Frrratellino di Krzysztof T. Dabrowski - RACCONTO



>>ARCHIVIO RACCONTI
>>GLI AUDIOLIBRI DI PB



-

dal 2011-11-11
VISITE: 92


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.