Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [17/09/2019] 7 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Scribo scadenza 2019-09-18    Mondo Artigiano scadenza 2019-09-20    360 Autori per tutto l’anno scadenza 2019-09-21    Fiori d'Inverno scadenza 2019-09-28    Tema: “Lo scrittore Michele Malanca attraverso la sua ultima opera: Storia di Andrea Pagani e altri racconti” scadenza 2019-09-30    Mario Zanaria scadenza 2019-09-30    PREMIO LETTERARIO DAUNIA&SANNIO scadenza 2019-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    CartaCarbone Festival Letterario Autobiografia e dintorni 2019 | Presentazione della sesa edizione - Treviso, Sabato 21 Settembre 2019, ore 11, Chiesa di San Teonisto (FESTIVAL LETTERARIO 2019-09-21)    PAT - Percorsi di Avvicinamento al Teatro - II edizione - 6 incontri, tutti gratuiti (Roma) (NOSCELTA 2019-09-26)    Festival Letterario CartaCarbone “Autobiografia e dintorni” - Sesta Edizione (NOSCELTA 2019-10-13)    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Solitudine di Carla Montuschi     Speranze di Maria cristina Piazza     Le non stagioni del buio di Cinzia Baldini     Non ci sarà tramonto di Doriana De vecchi     MARTA - Ritratto di una donna in punta di matita di Maurizio Canauz    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
27 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
3 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Mio padre racconta il Novecento
di Teresa Armenti
Pubblicato su SITO


Anno 2006 - Edizioni G. C. "F. Guarini" - Montoro Inf.
Prezzo € 10 - 128 pp.
ISBN N/A

Una recensione di Maria Pina Ciancio
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8809
Media 79.28 %



Mio padre racconta il Novecento

LA MICROSTORIA DI UN OTTANTENNE LUCANO

Conosco Teresa Armenti da più di dieci anni ormai, amica di sempre, collega di lavoro, studiosa attenta e impegnata su più fronti, quello della letteratura, della poesia, del reportage, del giornalismo, della storiografia locale.

Con questo nuovo libro, l'autrice lucana, abbandona la ricerca storica documentata e scritta attraverso consultazioni di archivi pubblici e privati, per dedicarsi a un genere assolutamente nuovo, quello della ricostruzione del passato attraverso la testimonianza e il racconto orale di suo padre, oggi pluriottantenne e protagonista  diretto dei racconti.

Un lavoro di un pregio inestimabile “Il Novecento raccontato da mio padre”, un contributo importante e necessario non solo per documentare con testimonianze vissute, aspetti concreti e quotidiani dell’esperienza della guerra, della prigionia, del dopoguerra, ma soprattutto per dare consistenza concreta ed eloquente a ciò che non siamo abituati a leggere nei libri di storia ufficiale.

Una storia che lei e zio Felice hanno scritto "a quattro mani "nell'inverno del 2005, durante le lunghe e silenziose nevicate di paese e che racchiude pagine di testimonianza forte e di dichiarazioni del tutto personali e inedite, registrate, trascritte e sistemate sulla carta dall’autrice con linguaggio semplice e immediato.  Un libro sull’oralità e sulla memoria che coinvolge il nostro centro più intimo e vitale, lì dove la parole si innesta e fiorisce, modificando il nostro paesaggio interiore. Una storia collettiva, seppure originariamente personale, fatta di uno sguardo sugli altri, oltre che su vicende private e individuali.

Il volume di Teresa si presenta con una veste tipografica accurata sobria e pregevole, lo sfoglio e mi soffermo su alcuni titoli (Accunzato a sette anni, Infortunio con il moschetto,  Il matrimonio per procura, Prigioniero degli Inglesi, Le lenzuola rubate, Il ritorno) poi continuo a leggere, curiosa, avida di sapere, di accarezzare parole che trasudano storia. La partenza per il fronte, il tempo dilatato della guerra, la fatica fisica e morale di essere soli e lontani dagli affetti, la vita di trincea e nel deserto Sirtico, la prigionia e poi il ritorno, e l’emigrazione con tutti i problemi del dopoguerra. La storia drammatica, triste e fiduciosa di un contadino lucano, che oggi si occupa della sua vigna fuori paese e che sorseggiando un buon bicchiere di vino dice: "Oggi siamo diventati tutti Signuri. Con tante illusioni.”

In questo raccontare fatti, ma soprattutto la memoria degli affetti, ci sono momenti in cui la sofferenza, la vita di stenti e di disagi e la fatica della guerra serpeggiano ancora vive tra le righe, altre in cui una sottile ironia riesce a strapparci e ad avvolgerci in un sorriso di calda commozione e condivisione.

Centoventicinque pagine che si concludono con alcune foto in bianco in bianco e nero di zio Felice e una nota dell’Editore Vincenzo D’Alessi (curatore della collana Historia) di augurio all’autrice e a suo padre per questo prezioso lavoro.

“Mio padre racconta il novecento” oltre che un documento storico è un patrimonio umano e collettivo insostituibile, dove le parole sono immortalate con garbo e leggerezza nelle situazioni più drammatiche e dove la speranza e la fiducia nella vita non viene mai meno. Un libro da leggere e da riflettere che consiglierei ai grandi, ma soprattutto ai più giovani, come compagno di viaggio nello studio della storia locale e del nostro Novecento.


Una recensione di Maria Pina Ciancio






Recensioni ed articoli relativi a Teresa Armenti

(1) Mio padre racconta il Novecento di Teresa Armenti - RECENSIONE

Testi di Teresa Armenti pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Maria Pina Ciancio

(1) Lo spirito della poesia di (a cura di Alessandro Ramberti) - RECENSIONE
(2) Salmi metropolitani di Michele Brancale - RECENSIONE
(3) Migratorie non sono le vie degli uccelli di Fernanda Ferraresso - RECENSIONE
(4) Canti di Luce di Pascal D'Angelo - RECENSIONE
(5) Son of Italy di Pascal D'Angelo - RECENSIONE
(6) Pasolini tra Pascoli e Baudelaire di Pierino Gallo - RECENSIONE
(7) Radici di vento di Maria Luigia Iannotti - RECENSIONE
(8) Trilogia della Somalia Musulmana di Lina Unali - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2008-10-10
VISITE: 13880


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.