Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    [16/06/2019] 8 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Il Contesto scadenza 2019-06-16    Premio Internazionale di Letteratura Città di Como scadenza 2019-06-20    Good Morning my future scadenza 2019-06-20    Antonietta Rongone scadenza 2019-06-25    Lo Splendore Del Talento - Scintille D’Arte - 2019 scadenza 2019-06-28    Cenerentola con gli stivali scadenza 2019-06-30    Elena M. Coppa scadenza 2019-06-30    Aneddoti dal cuore 2019 scadenza 2019-06-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi    RECENSIONI     8 e un quarto di Paquito Catanzaro     Ho gettato Dio in pattumiera di Bruno Previtali     Insabel di Vera Ambra    I paradossi dell’esistenza di Laura Rapicavoli     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Alla mia terra di Agane, campi e acque sorgive     Joseph Conrad ovvero il mare professionale    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Audiolibri
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Monteluna 10 Maggio
di Valentina Russo
Pubblicato su SITO


Anno 2010 - Linee Infinite Edizioni
Prezzo € 15,00 - 320 pp.
ISBN 9788862470292

Una recensione di Cinzia Baldini
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8428
Media 78.71 %



Monteluna 10 Maggio

“Lei si stringeva le mani, nervosa. Fino al giorno prima la sua era stata una vita normalissima: quella di una studentessa come tante, che a volte riusciva a trovare il tempo anche di annoiarsi. Nel giro di qualche ora, tutto era cambiato. E adesso era in macchina con uno sconosciuto bellissimo e di incerta affidabilità, e lo stava conducendo a casa propria per cercare una mappa che per lei era potenzialmente pericolosa. Da delirio.” Si evince, già da queste poche righe tratte dai primi capitoli del libro “Monteluna 10 Maggio” che la vicenda su cui l’autrice esordiente Valentina Russo ha costruito il suo romanzo, è una storia intrigante e ricca di colpi di scena. Narra di un’antica profezia che vuole la protagonista, Sara, una ragazza normalissima dei giorni nostri, predestinata a distruggere insieme ad altri personaggi la sua città: Monteluna, appunto, il giorno del suo ventesimo compleanno, il 10 Maggio. Ma il luogo e la data di nascita, ad eccezione dell’anno, sono gli stessi anche degli altri sette prescelti che insieme a lei condivideranno la medesima sorte. Unica differenza lo schieramento in cui sono stati destinati, buoni o cattivi, nell’eterna contrapposizione tra bene e male. La storia scivola intrigante, goliardica, ironica mai angosciante anche se il dramma è sempre in agguato. Simpaticissimo il modo in cui la Russo ha tratteggiato il carattere di Sara: permalosa, irascibile, pigra, romantica e soprattutto “combina guai”. Caratteristiche che espresse così non rendono l’idea di come questa ragazza possa risultare e risaltare tra le righe del racconto. A condividere il ruolo da protagonista, insieme a lei, c’è anche Davide, un ragazzo bellissimo, sicuro di se stesso, riservato e molto dispettoso, di poco più grande di Sara. L’accoppiata risulterà vincente perché questi due ragazzi saranno fondamentali, come l’ago di una bilancia, a seconda di come si schiereranno, per la riuscita in positivo o in negativo della profezia e quindi per tutta la storia. Nulla di ridire nemmeno sulle altre figure che si alternano sulla scena, amici o nemici che siano, sono dettagliati con scrupolo e si presentano spigliati e molto reali al giudizio del lettore, proprio come veri sono gli scenari in cui si trovano ad agire. “L’affresco che gli occhi di Sara guardavano ipnotizzati era lo stesso che lei e Davide avevano visto nella Torre dei Normanni, ma era completo. Mentre nel rudere vicino casa di Watanabe i vari particolari erano franati o sbiaditi (o, più probabilmente erano stati fatti franare e sbiadire), in questo erano ben visibili. Sulla sinistra, dietro i tre Difensori, era dipinta una casa bianca. Sulla destra, dietro gli Aggressori, si stagliava un manto verde che saliva fino a una piccola chiesa. E c’erano i papaveri. Tantissimi papaveri intorno ai due gruppi che si fronteggiavano. Era esattamente la scena che stava prendendo vita in quel momento.” Ovviamente non svelerò altro in quanto il libro va letto ed apprezzato per quello che vale. Se proprio si vuole cercare una microscopica imperfezione, a mio avviso, potrebbe essere solo nella parte in cui sta per avverarsi la profezia e a causa di ciò, c’è la necessità di far sgomberare la città. L’evacuazione si svolge in maniera civile, organizzata, tranquilla e incruenta, forse nella vita reale poco attuabile, ma considerando che questo libro è un romanzo, diciamo che il capitolo ci sta tutto. L’autrice scrive molto bene con un linguaggio moderno, chiaro, fluente e comprensibile e sa creare la giusta attesa, prima di ogni colpo di scena, per tenere inchiodato il lettore alla lettura. Su una immaginaria scala da uno a dieci il mio voto non può che essere dieci anche perché i romanzi di questo genere sono i miei preferiti e aggiungo che la fruibilità dell’opera è per tutti, adulti e ragazzi. Decisamente un lavoro da non perdere!


Una recensione di Cinzia Baldini






Recensioni ed articoli relativi a Valentina Russo

(1) Monteluna 10 Maggio di Valentina Russo - RECENSIONE

Testi di Valentina Russo pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Cinzia Baldini

(1) Epiphaino di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(2) Incunabolo di Riccardo Merendi- Il Parere di PB
(3) Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati - RECENSIONE
(4) Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini - RECENSIONE
(5) Io sono respiro puro di Maria Fornaro - RECENSIONE
(6) Il lungo cammino del fulmine di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(7) Brando Street. La scomparsa di una comparsa di Marisa Cecchetti - RECENSIONE
(8) L`odore della notte di Paolo DAnna - RECENSIONE
(9) Templar Order di Domizio Cipriani - RECENSIONE
(10) Il diciassettesimo Conte di Patrizia Marzocchi - RECENSIONE
(11) Le reliquie di Sarajevo di Paolo D Anna - RECENSIONE
(12) Malbianco di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(13) Il ponte delle Vivene di Davide Dotto - RECENSIONE
(14) Peccaminosa di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(15) Io e Simone di Valerio Nasetti - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2010-09-19
VISITE: 10505


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.