Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    Nasce FIAMMIFERI, la nuova collana della casa editrice Pagine d’Arte (08/11/2018)    Concorso Letterario Nazionale di Ostia “500 PAROLE”: annunciati i 18 finalisti (27/09/2018)    Versante Ripido è morto? (27/09/2018)    [18/06/2019] 8 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    Premio Internazionale di Letteratura Città di Como scadenza 2019-06-20    Good Morning my future scadenza 2019-06-20    Antonietta Rongone scadenza 2019-06-25    Lo Splendore Del Talento - Scintille D’Arte - 2019 scadenza 2019-06-28    Cenerentola con gli stivali scadenza 2019-06-30    Elena M. Coppa scadenza 2019-06-30    Aneddoti dal cuore 2019 scadenza 2019-06-30    VERSI IN VOLO scadenza 2019-07-01    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Hannah di Beppe Calabretta letto da Sandra Tedeschi    RECENSIONI     8 e un quarto di Paquito Catanzaro     Ho gettato Dio in pattumiera di Bruno Previtali     Insabel di Vera Ambra    I paradossi dell’esistenza di Laura Rapicavoli     Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo    Il Parere di PB     Sandino Il generale degli uomini liberi di Maurizio Campisi    La gallina volante di Paola Mastrocola    Il 1848 e le cinque giornate di Milano di Antonio Monti     Rapsodia su un solo tema - Colloqui con Rafail Dvoinikov di Claudio Morandini    La vigilia di Natale di Maurizio Bassani    Articoli e saggi     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato     La scienza dell’impresa secondo Filippo Picinelli (1604-1679): indagine sulle fonti dell’Introduzione al “Mondo Simbolico”.     Alla mia terra di Agane, campi e acque sorgive     Joseph Conrad ovvero il mare professionale    Racconti     La Strega di Marco R. Capelli     I bossoli dei fratelli James di Massimo Martinelli     Ambrosia per due di Francesco Nucera     Compagni di scuola di Maria cristina Pazzini     La via uruguagia alla felicità di Frank Iodice    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi     Gemme rare di Elisabetta Santirocchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     Hamlet (UK - USA con Kenneth Branagh: Amleto Julie Christie: Gertrude Derek Jacobi: Claudio Kate Winslet: Ofelia 1996) regia di Kenneth Branagh     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus


Le Vendicatrici
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
32 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
6 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

L'ombra dell'odio
di Andrea Baiocco
Pubblicato su SITO


Anno 2011 - Edizioni Zona contemporanea
Prezzo € 17,00 - 210 pp.
ISBN 9788864381756

Una recensione di Cinzia Baldini
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 4261
Media 78.58 %



ombra dell'odio;L'

Le indagini avviate dal tenente colonnello Luigi Rossi, comandante del nucleo radiomobile dei Carabinieri, e dalla dottoressa Francesca Sormani, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, sull’omicidio di una giovane donna sembrano, a tutta prima, costituire un episodio isolato finché, passo dopo passo, iniziano a spostarsi su un altro, inatteso, binario. E così “L’OMBRA DELL’ODIO” di Andrea Baiocco sfuma la sua gradazione di giallo classico in un thriller dal sottile profilo psicologico e introspettivo.
Perché Andrea Rej, una giovane promessa del giornalismo, timido ed introverso, improvvisamente si trasforma in un serial killer freddo e spietato?
Perché la sua sete di sangue e di vendetta ha radici profonde tanto da apparire senza fine?
Quale il movente che ha resuscitato dall’imo più profondo della sua personalità tanta, disumana, crudeltà?
Come in un diabolico rompicapo, tessera dopo tessera, con l’aiuto di uno psicologo, di alcuni testimoni e indagini a trecentosessanta gradi gli investigatori arriveranno a comprendere che la causa scatenante della sua furia omicida è l’indominabile riproporsi di un annoso desiderio di vendetta, “per rimettere tutto a posto e chiudere i conti”.
Il giovane Rej è vittima del suo passato. Prigioniero di ricordi, emozioni e sensazioni mai metabolizzate e sempre in sobbollimento che lo porteranno ad essere il carnefice di se stesso e di chi, anche involontariamente, lo ha ferito nel corso della sua vita.
Il lento ed inesorabile esaurimento psicologico a cui lo sottopone il rancore e l’astio, la perdita di fiducia verso gli altri, la repulsione e il rifiuto di se stesso per essere un vinto, lo trasformano in una perfetta macchina per uccidere priva di sentimenti e alimentata, appunto, dall’odio.
L’unico momento di ritorno ad una parvenza di umanità è durante il colloquio “rubato” al sostituto procuratore nella sua casa.
“Gli occhi di Rej e quelli di Francesca si incrociarono. In quelli di lui, lei vide qualcosa che la atterrì. Un’ombra. Fosca. Nera. Spietata. Un’ombra che, un giorno, si era liberata, con tutta la sua violenza.
Era l’ombra dell’odio”.
Il dopo è un progressivo percorso verso la follia in cui l’impulso nefasto, decuplicato all’ennesima potenza, lo danneranno per sempre.
“Così gli era nata dentro quella pulsione intensa, irrefrenabile, che gli aveva fatto a pezzi quel poco di fiducia che aveva ancora nell’anima. Una pulsione forte. Violenta, crudele e difficile da sopportare che, però, lo aveva tenuto in piedi.
Se lo era detto, una notte: perché avrebbe dovuto soffrire solo lui? Perché non avrebbero dovuto passare anche loro ciò che stava passando lui? Perché non avrebbero dovuto, anche loro, conoscere il dolore?”
La ricerca delle motivazioni che hanno spinto Andrea Rej a trasformarsi in un feroce assassino corrono parallele ad un travagliato percorso interiore di autoanalisi e ricostruzione della propria vita da parte della Sormani ed in cui entrerà a pieno titolo anche il ricordo di un’amara esperienza giovanile patita dal comandante Rossi.
L’ombra dell’odio si è depositata, con il trascorrere degli anni, nelle coscienze dei tre protagonisti ma ognuno ha reagito in maniera diversa, secondo i propri “anticorpi psicologici”.
Il desiderio di rivincita del caparbio colonnello Rossi ha rafforzato e maturato la sua personalità, la voglia di riscatto della dottoressa Sormani, a causa della sua emotività e della profonda sensibilità, è ancora in una fase travagliata ma lascia presagire una positiva evoluzione.
La passiva mediocrità del povero Rej, la sua frustrazione, invece, ne fagociteranno la razionalità e porteranno ad incanalare il proprio dolore per le speranze deluse e i sogni infranti verso una rabbia ossessiva che al pari di una metastasi mortale lo renderà schiavo e vittima di un odio puro e senza limiti che non si fermerà nemmeno davanti a chi lo ha generato.
Il romanzo si snoda incalzante ed intreccia alle drammatiche vicende di cronaca scaturite dal precario equilibrio mentale dell’eroe negativo, quelle intime e personali originate dalla psicologia inquieta degli altri coprotagonisti.
Contrappone alle ambientazioni suggestive di idilliaci paesaggi montani, lo squallido panorama di una fabbrica abbandonata nell’estrema periferia milanese.
Riporta, nuda e cruda, la lotta interiore tra chi cerca di dare un senso alla propria esistenza e chi si arrende supinamente ad essa.
La scrittura dell’autore anticipa con un forte pathos gli eventi e ne sottolinea i particolari stati psicologici. Ai periodi scorrevoli e alle descrizioni solari dei momenti “tranquilli” alterna un ritmo nervoso con frasi brevissime, ripetizioni ossessive, quasi maniacali per “fissare” i momenti più drammatici che seguono l’evoluzione patologica dell’odio fino alla sua completa trasformazione in follia.
“L’OMBRA DELL’ODIO” è un libro che consiglio vivamente di non perdere a chi apprezza i thriller dalle tinte energiche specie per la durezza (comunque mai grossolana o eccessiva) di alcune scene rese in maniera quasi cinematografica e a coloro che cercano, nella lettura, emozioni forti.


Una recensione di Cinzia Baldini






Recensioni ed articoli relativi a Andrea Baiocco

(1) L'ombra dell'odio di Andrea Baiocco - RECENSIONE

Testi di Andrea Baiocco pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Cinzia Baldini

(1) Epiphaino di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(2) Incunabolo di Riccardo Merendi- Il Parere di PB
(3) Memorie di un ragazzo di borgata di Mario Rosati - RECENSIONE
(4) Il ritorno di Nibiru di Massimo Fratini - RECENSIONE
(5) Io sono respiro puro di Maria Fornaro - RECENSIONE
(6) Il lungo cammino del fulmine di Guglielmo Campione - RECENSIONE
(7) Brando Street. La scomparsa di una comparsa di Marisa Cecchetti - RECENSIONE
(8) L`odore della notte di Paolo DAnna - RECENSIONE
(9) Templar Order di Domizio Cipriani - RECENSIONE
(10) Il diciassettesimo Conte di Patrizia Marzocchi - RECENSIONE
(11) Le reliquie di Sarajevo di Paolo D Anna - RECENSIONE
(12) Malbianco di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(13) Il ponte delle Vivene di Davide Dotto - RECENSIONE
(14) Peccaminosa di Sandro Capodiferro - RECENSIONE
(15) Io e Simone di Valerio Nasetti - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2011-11-21
VISITE: 4200


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.