Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    [01/08/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito    Poesie     Lontananza di Jacob Von bergstein     Cielo. di Antonio Parente     Angeli di Manny Mahmoud     Il prossimo della lista di Amedeo Bruni     L’ombra di me di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
8 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
56 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Lo spazio bianco
di Valeria Parrella
Pubblicato su SITO


Anno 2008 - Einaudi
Prezzo € 14,80 - 112 pp.
ISBN 9788806190965

Una recensione di Simonetta Cestarelli
UN SOLO VOTO AMMESSO
Riprova tra 24 ore
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 7314
Media 80.19 %



spazio bianco;Lo

“…..E Irene non c'era. Lei non era nessuno, era un feto sgusciato,un corpo nudo il cui cuore batteva centottanta volte al minuto, la cui faccia era così piccola che nessuno avrebbe potuto intuire i lineamenti: era una forma senza immagine, un atto vivente che dietro di sé non aveva nessuna idea platonica a sorreggerlo,l' individuo che non arrivava a nessun paradigma..''Maria, quarantadue anni napoletana insegnante di lettere di una scuola serale,figlia di un operaio comunista dell'industria conserviera,vissuta in una periferia distante da tutto,rimane incinta e partorisce prematuramente una bambina,Irene. Tutte le certezze accumulate da anni vengono a crollare sotto il peso di un dolore grande, Maria cerca quindi di far tacere le emozioni che prendono il sopravvento sulla ragione rifugiandosi dove il dolore non può raggiungerla, in un altro livello che non lo lasci trapelare. Irene è arrivata quando nessuno se lo aspettava più, nata da un amore distratto,oramai assente,così piccola da dove essere messa fra i cuscini dell’incubatrice, ma immensa nella sua importanza affettiva. Nonostante la sua condizione di prematura e la sua lotta quotidiana con la vita , Irene c'è esiste e richiama Maria ai sentimenti alle emozioni ,alle incertezze ,alle attese, le rende importanti e le fa pesare più di ogni altro fatto tangibile. Irene e' una bambina che nell'incubatrice attende di nascere, Maria è una donna che attende di canonizzare il suo essere madre con la sua nascita, e nell’attesa impara un nuovo modo di comunicare, nuovi linguaggi,e un nuovo modo di farsi attraversare dalla vita,ribaltando tutti gli stereotipi che conosceva. Con fatica affronta l'accettazione del vivere un giorno alla volta, l’importanza della speranza e dei dubbi, il senso delle attese, così lontane per lei donna con quell’arroganza di fondo maturata dalla vita della fabbrica di suo padre che costruiva sia chi ci lavorava e chi ci campava. Davanti all’incubatrice inizia anche un viaggio dentro se stessa ripercorrendo la sua vita, fatta di fatti concreti, dove ha sempre deciso e non ha mai lasciato al caso nessuna possibilità ,ora invece tutto è nelle mani del caso e della probabilità. Tutto è cambiato, niente è come prima, il lavoro i suoi studenti gli amici rimasti ,la vita e’ scandita dai ritmi del reparto prematuri dell’ospedale, delle macchine dei monitor, dall’incubatrice , condivisa con i medici , infermiere, e con le altre madri che come lei spartiscono le attese sui divani dell’ospedale. Sullo sfondo qualche scorcio di un Napoli multietnica che accomuna sogni della gente di ogni colore. Anche il nascere in una incubatrice ha i suoi tempi, i suoi rituali,le sue attese i suoi percorsi e diventa un punto di inizio nel quale un giorno Maria ed Irene si trovano insieme. Un inizio, dopo quello spazio bianco di incertezza di dolore di vita,che anche se e’ bianco e’ significativo comunque, come le righe lasciate non scritte in un racconto che separano un episodio da un’altro della stessa vita o,come succede a Gaetano lo studente delle serali, uno spazio bianco per andare avanti nel tema di italiano. Uno spazio silenzioso ma ricco di tante cose, che non si dimentica, che si e’ vissuto, che comunque significa piu’ di quello che avremmo mai pensato. Ed il ‘’Mettici uno spazio bianco e ricomincia a scrivere quello che vuoi’’ che Maria suggerisce a Gaetano, e’ un modo come un altro per continuare.Ispirato anche dall’ esperienza personale ‘’Spazio Bianco’’ è un romanzo intenso, dalla bella prosa ricca e ritmata, dove Valeria Parrella si propone come scrittrice di grande forza narrativa, sensibile ed attenta nel raccontare con il dovuto distacco il percorso emotivo,del dolore,delle consapevolezzee delle scelte, indagando nell’intimo della natura umana.


Una recensione di Simonetta Cestarelli






Recensioni ed articoli relativi a Valeria Parrella

(1) Lo spazio bianco di Valeria Parrella - RECENSIONE
(2) Mosca più balena di Valeria Parrella - RECENSIONE

Testi di Valeria Parrella pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Simonetta Cestarelli

(1) Istanbul di Orhan Pamuk - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2009-11-17
VISITE: 13212


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali