Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    Nasce una nuova ArtFanZine in Alessandria 2020 (02/04/2020)    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    [03/12/2020] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 5 di Grazia Deledda letto da C.Caria     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 4 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Viaggio al centro della terra - Capitolo 1 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 3 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa     La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli     Raúl Castro di Domenico Vecchioni     Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili    I Figli di Dio di Glen Cooper    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     L'incendio nell'oliveto     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita    Racconti     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri     Giorno Quinto di Consolato Mercuri     Foglio 19 Particella 35 di Giuseppe Antonio Martino    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Il Volo di Donato Caione     Aiutami a tenerte, amore di Gabriela - pseudonimo letterario gabriela verban Verban     Ali nella Notte di Sandro Fossemò     Goccia di Francesca rita Rombolà     La resa di un amore di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
26 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
17 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Profumo d'Incenso
di Valentina Bellettini
Pubblicato su SITO


Anno 2008 - Giraldi Editore
Prezzo € 10,00 - 170 pp.
ISBN 9788861551275

Una recensione di Rosella Rapa
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 9930
Media 79.64 %



Profumo d'Incenso

Ero ancora a metà del libro, quando mi sono messa davanti al computer per fare una ricerca: l’Autrice mi aveva nascosto qualcosa. Se non una professionista, doveva essere almeno una semi-professionista: originalità e inventiva, unite ad una perfetta fluidità di lettura mi avevano trascinata senza sosta. Invece Valentina è chi dice di essere: una “dilettante”. Forse per questo è così brava: sono infatti convinta che troppo spesso l’eccessiva scolarità uccida l’immaginazione, anziché stimolarla. ”Profumo d’Incenso”, secondo i miei canoni (e non mi interessano le classificazioni ufficiali) non è un vero e proprio Fantasy, ma che importa? E’ un libro, un ottimo libro per ragazzi, che si può tranquillamente consigliare dai 9 ai 99 anni. Ora proverò a spiegarvene il perché, toccando i punti essenziali, e cercando di rimanere lontana dalla vicenda. La protagonista è una ragazzina dei nostri giorni, stressata dall’esame di terza media, che vive un momento di conflitto adolescenziale con la madre. Ebbene, io ho superato l’esame di terza media lo scorso giugno, con mia figlia: la prova cui le ragazzine sono sottoposte è resa magistralmente, in modo veritiero, completo e coinvolgente. Fra me e mia figlia non c’è conflitto, ma sono (troppo spesso) spettatrice dei conflitti delle sue coetanee con i genitori: anche questa parte viene descritta molto bene, in maniera piana e tranquilla, senza esasperazioni, prese di posizione da una parte o dall’altra, scene eccessive. E’ un passaggio normale, quasi obbligato, che madre e figlia devono affrontare. Se entrambe riescono a rendersene conto, tutto verrà superato. Se ciò non accade… sarà frattura insanabile. Ovviamente, non vi rivelerò come si conclude nel libro. Veniamo ora alla parte più fantasiosa e letteralmente magica: siamo nel mondo degli antichi egizi. Non tra faraoni o piramidi nascoste, ma tra gli dei, i grandi dei che tutti conoscono (Iside, Osiride, Anubi) insieme ad altri meno noti (Bastet, Seth, Horus, Bes, Hapi e altri). Io ho la fortuna di vivere a Torino, sede di un museo Egizio tra i primi nel mondo: quindi ho una certa dimestichezza con questo popolo antico e misterioso; ciò non significa che non abbia ancora molto da imparare. Ma posso dirvi che gli dei sono resi con straordinaria vivezza, mantengono gli attributi propri della loro antichissima religione (ogni dio è descritto accuratamente con le sue particolarità, ben tramandate dalle pitture e dai manufatti che li rappresentano) e sono allo stesso tempo personaggi scolpiti a tutto tondo, con i loro sentimenti, anche i più intimi, le ansie, le paure, le gioie , le emozioni. Sono vivi. Rendere vivi i protagonisti di un libro è ciò che contraddistingue uno scrittore bravo da uno mediocre, o scadente. Rendere vivi degli dei Egizi… ebbene, trovo sia una eccellente prova della bravura della scrittrice. Il mondo antico è reso vivace anche da una ricca scelta di particolari, che sostituiscono pesanti o noiose descrizioni (poco gradite ai giovani). Cito ad esempio: “le dita lunghe” “le unghie color verde smeraldo” , “la sabbia rossa” , “ i letti con le gambe incrociate”. Il passaggio da una dimensione all’altra avviene attraverso il sogno. Non si tratta però di un sogno come gli altri, è un sogno “magico”. Avviene solo in particolari circostanze, e la protagonista lo vive in prima persona. Inizialmente confusa, la ragazzina desidera sempre di più entrare in questo mondo lontano, che gli adulti non capiscono. Chi l’aiuta è la sorella, già maggiorenne, ma ancora capace di credere nelle avventure dell’immaginario. I sogni aiuteranno la ragazzina, non solo a superare il terribile (per lei lo è davvero!) esame di terza media, ma anche nella vita futura. Con una serie di colpi di scena, che si susseguono fino all’ultima pagina dell’ultimo capitolo, si scoprirà infine il vero “perché” della magica vicenda. Generalmente io non leggo libri per ragazzi, non li ho mai letti, neppure quando ero giovanissima: li trovavo, mi si perdoni l’espressione, “scemi” . Inconcludenti, sciatti, privi d’interesse. Questo libro l’ho letto con piacere e desiderio, immergendomi nelle vicende dei personaggi; di quelli di oggi, come di quelli del passato. Mi sono sentita trascinata vicino a loro, ho condiviso gioie e dolori. La vicenda è interessante, i sentimenti ben delineati, il finale niente affatto scontato. E neppure il modo in cui ci si arriva. Evidenzio solo un piccolissimo neo: a mio parere, il lessico tra presente e passato, andava maggiormente disgiunto. Nelle scuole medie non si usa più dar del “lei” agli studenti, al contrario, spesso sono studenti che parlano confidenzialmente con l’insegnante usando “tu” e “ciao”. Nel passato, il “lei” viene usato pochissimo e si preferisce il “voi”; le persone importanti addirittura usavano il “plurale maiestatis” , ossia il “noi” rivolgendosi ai sottoposti. Tuttavia io non scrivo libri per ragazzi, e non ne sarei nemmeno capace; forse questo linguaggio più moderno e scorrevole è più adatto a far loro accettare la lettura. In conclusione, trovo che Valentina abbia un vero talento per questo genere di vicende fantastiche, non disgiunte dalla realtà, costruite in modo da parlare ai ragazzi in modo piacevole, apparentemente leggero, ma con forti contenuti educativi e culturali. Aspetto con ansia il prossimo libro. Citazioni Riporto un passo che a mio parere esprime sia il contenuto del libro, sia il punto di vista dell’Autrice: “Marta capì che era una vita parallela. Avrebbe lasciato la scuola media ed i sogni fantastici, dunque si sarebbe avviata lungo quella crescita che l’avrebbe fatta diventare grande. Si promise che in ogni caso, non avrebbe mai smesso di sognare e non avrebbe mai rinunciato a quella parte bambina che molti adulti lasciano perdere”


Una recensione di Rosella Rapa






Recensioni ed articoli relativi a Valentina Bellettini

(1) Profumo d'Incenso di Valentina Bellettini - RECENSIONE
(2) Profumo d'incenso di Valentina Bellettini - RECENSIONE

Testi di Valentina Bellettini pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Rosella Rapa

(1) Il Possidente (La Saga dei Fisrsyte I) di John Galsworthy - RECENSIONE
(2) Una Rossa Rosa Bianca di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(3) Entro a fare due passi Fra le pieghe dell’anima di barbara Brussa - RECENSIONE
(4) Le Voci di Nike di Silvia Maria Elena Damiani - RECENSIONE
(5) Le Api di Paulette di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(6) Nel Silenzio dei Rumori di Gavino Puggioni - RECENSIONE
(7) La Settima Strega di Zannoner Paola - RECENSIONE
(8) L' odore del pane di Sandro Orlandi - RECENSIONE
(9) Sulla Riva del Fiume di Giovanna Giordani - RECENSIONE
(10) I Lupi della Bruma di Daniele Picciuti - RECENSIONE
(11) L’ Uomo Invisibile di Herbert George Wells - RECENSIONE
(12) La Macchina del Tempo di Herbert George Wells - RECENSIONE
(13) Il Mondo nuovo – Ritorno al mondo nuovo di Aldous Huxley - RECENSIONE
(14) Semplicemente Donna di Cinzia Baldini - RECENSIONE
(15) Millenovecentottantaquattro di George Orwell - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2010-09-29
VISITE: 16809


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali