Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    Eugraphia seleziona opere per ragazzi (da sei a quindici anni) (05/09/2019)    Black Window: al via la seconda edizione! (24/06/2019)    Anobii lascia Mondadori (30/05/2019)    I libri di PB, saldi di fine stagione (28/12/2018)    [27/01/2020] 5 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    LA NONNA SUL PIANETA BLU Brevi racconti di memoria smarrita scadenza 2020-01-31    Da leccarsi le dita scadenza 2020-01-31    Premio letterario Carlo Ulcigrai scadenza 2020-01-31    Premio InediTO - Colline di Torino scadenza 2020-01-31    88.88 sesta edizione scadenza 2020-02-08    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     La porta di Cesarina Bo letto da Alberto Morella (Realizzato da Riccardo Cerutti)     La Strega di Marco R. Capelli letto da C. Fratarcangeli e S.Ferrara     Quella casa sulla collina di Marcello Caccialanza letto da Alberto Sannazzaro     Fino alla fine dell`alba di Matteo Bertone letto da Samuele Arena     Carrozza n.6 di Matteo Bertone letto da Samuele Arena    RECENSIONI    I Figli di Dio di Glen Cooper    La cripta dei teschi forati di Luigi Tortora    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino     Fossi in te io insisterei di Carlo Giuseppe Gabardini    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli     Promesse da marinaio di Daniele Filzi    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci    Articoli e saggi     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita     Jack London (1876-1916), ovvero il mare sfidato    Racconti     Fonzo di Don pompeo Mongiello     Sembra avere un senso… di Carla Montuschi     Qualcosa è cambiato di Milos Fabbri     The Unknown Victim di John gerard Sapodilla     Identità riservata di Cinzia Baldini    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Francesco di Eva Rando     Occhi di Luna di Elisabetta Santirocchi     Assenzio di Sandro Lillo Spallino     Poesie Nuove (silloge) di Alberto Accorsi     Istantanea di Natascia Secchi    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
View Redazione Babele's profile on LinkedIn
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
29 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
4 novità in archivio
Assaggi
Le Recensioni
     

Il pianista nano
di Luca Palumbo
Pubblicato su SITO


Anno 2010 - Editore Zerounoundici
Prezzo € 12,00 - 98 pp.
ISBN 9788863072983

Una recensione di Flavio Camilli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 13646
Media 79.33 %



pianista nano;Il

C’è una luce magica negli sconfitti. Letterariamente parlando, ovviamente. L’inetto, il miserabile, il fallito affascina perché è in contatto diretto con il lato marcio dell’esistenza, quello dal quale si fugge continuamente pur sapendo che prima o poi una bella strada senza uscita capiterà anche a noi.
Il problema, nel migliore dei casi, è lo scorrere del tempo; la sfortuna, nel peggiore.
Fatto sta che, sicuramente, chi è stato o è con la tutt’altro che odorosa e maledetta M fino al collo, ha sempre qualcosa di più interessante da raccontare e, perché no, insegnare.
Sono i miserabili, vittime dei peggiori e più complessi intrecci, i veri protagonisti della grande letteratura.
Forse per un caso fortuito o più probabilmente per un’attenta volontà d’analisi del fenomeno, Luca Palumbo, nel suo esordio letterario, la raccolta di racconti Il pianista nano (0111 Edizioni) conferisce, di volta in volta, lo scettro di protagonista ad una diversa tipologia di sconfitto.
Il povero Carmelo de Il prato in mezzo al mare, innamorato di un’alunna tredicenne fino ad abbandonare il tanto agognato equilibrio in favore della follia, sceglie di abitare un luogo senza possibilità d’esistenza perché è l’unico dove il suo sentimento non possa essere biasimato (in primo luogo da se stesso); Il giovane Sandrino, a tu per tu con l’alzheimer e con la memoria del signor Barbozzo, sprofondata nel pannolone (La memoria del pannolone), indaga la vecchiaia come la più naturale forma di miseria; voluta dal tempo, contrappeso forse ingiusto ma necessario di una passata giovinezza; E ancora l’amore dimentico di dignità che diventa ossessione in Trentanove e mezzo di febbre; la fuga dickensiana de Il piccolo Bacco, svenduto a centocinquantamila euro dai genitori per riempire gli stomaci gorgoglianti; la solitudine della disperata Marlene, consolata solo dalle note di un piccolissimo e galante pianista (Il pianista nano), le avventure del bistrattato musicista ufficiale di Gesù, Serafino, il tredicesimo apostolo, che predicava con ironia in giorni in cui per i sorrisi non c’era spazio, fino allo sfigatissimo Porfirio Scalogna, costretto a letto da un male misterioso e litigato dalla Vita e la Morte che, al suo capezzale, se ne dicono, letteralmente, di tutti i colori (Lite al capezzale); una carrellata di disgraziati, sette anime per un solo peccato: l’essere umani e soggetti, per questo, a tutte le intemperie emotive e le vicissitudini materiali, senza alcuno scudo se non la musica, altro grande palliativo dell’esistenza e, più importante, l’ironia.
Luca Palumbo, in linea con un genere che la letteratura italiana ha sempre apprezzato e, c’è da dire, saputo ben produrre, sceglie il grottesco per la rappresentazione dei drammi umani che decide di portare sulla pagina. Le situazioni in cui i suoi personaggi sono immersi, raccontati attraverso una scrittura molto fluida, in alcuni frangenti certo perfezionabile, ma indubbiamente piacevole, spingono il limite dell’umanamente sopportabile fino al tragicomico, in costante bilico tra un sorriso ed un broncio.
Si tratta di una mossa intelligente che permette al lettore una doppia riflessione: da una parte si ha la possibilità di leggere storie certo non felici, ma neanche appesantite da un linguaggio eccessivamente retorico, vergognandosi anche un po’ constatando che in fondo, in confronto ai vari Carmelo, Bacco, Serafino e Porfirio, a noi proprio così male non va; mentre da un’altra prospettiva i racconti sottolineano come la rappresentazione del proverbiale inetto (che qui tende forse eccessivamente allo “sfigato”) permetta di indagare quelle pieghe dell’animo umano che a fronte di un’esistenza normale e un po’ piatta non hanno la possibilità di emergere, allorquando piccoli e grandi drammi arricciano il tessuto dell’esistenza, drammatizzandola ma anche movimentandola.
Luca Palumbo, con questa sua opera prima tra il tragico e il surreale, costruisce un teatro di parole in cui far esibire maschere corrucciate che, pur di non assistere alla calata dell’ultimo sipario sulla scena, inarcano un po’ i bordi delle labbra, con la speranza che, di fronte ad un sorriso, qualche lacrima possa risparmiarsi il proverbiale salto nel vuoto.

Prima pubblicazione di questa recensione su:
http://www.fuorilemura.com/2010/08/30/grottesche-miserie-il-pianista-nano-di-luca-palumbo/

Per gentile concessione dell'autore


Una recensione di Flavio Camilli






Recensioni ed articoli relativi a Luca Palumbo

(1) Il pianista nano di Luca Palumbo - RECENSIONE

Testi di Luca Palumbo pubblicati su Progetto Babele

(1) Le Conseguenze dei Pignoramenti di Luca Palumbo - RACCONTO
(2) Il paziente del dottor Sclerozzi di Luca Palumbo - RACCONTO
(3) Trentanove e mezzo di febbre di Luca Palumbo - RACCONTO

Altre recensioni di Flavio Camilli

Nessun record trovato


 

Altre recensioni:






-

dal 2010-10-04
VISITE: 23216


© Copyright Note: Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.