Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Audiolibri BookShop SCARICA O COMPRA I NUMERI ARRETRATI DELLA RIVISTA
HomePage Contatta PB Il gruppo di Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Linkedin
TeleScrivente:    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    Nasce una nuova ArtFanZine in Alessandria 2020 (02/04/2020)    Gorilla Sapiens, goodbye (Purtroppo) (29/01/2020)    SOSTENETE “ILCORSARONERO” RINNOVANDO L’ABBONAMENTO (07/09/2019)    [26/11/2020] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    l'essere Armonia scadenza 2020-11-30    Vitulivaria - memorial Gerardo Teni scadenza 2020-11-30    Una Pagina di Vita - Le Parole che non ti ho scritto - scadenza 2020-11-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 5 di Grazia Deledda letto da C.Caria     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 4 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Viaggio al centro della terra - Capitolo 1 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     L'incendio nell'oliveto - Capitolo 3 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa     La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli     Raúl Castro di Domenico Vecchioni     Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili    I Figli di Dio di Glen Cooper    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     L'incendio nell'oliveto     Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà     Congiunzione e disgiunzione in Eugenio Montale     Ernest Hemingway e le Isole Borromee     Lingua e poesia nelle opere di Nino De Vita    Racconti     Il vecchio e la piccola Teresina di Manny Mahmoud     Mani di Fata di Jacob Von bergstein     Giorno Quarto di Consolato Mercuri     Giorno Quinto di Consolato Mercuri     Foglio 19 Particella 35 di Giuseppe Antonio Martino    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano     Il silenzio del mare trad. di Nicoletta Isola     Strana contrada trad. di Nicoletta Isola     L'oscurità amica trad. di Nicoletta Isola    Poesie     Il Volo di Donato Caione     Aiutami a tenerte, amore di Gabriela - pseudonimo letterario gabriela verban Verban     Ali nella Notte di Sandro Fossemò     Goccia di Francesca rita Rombolà     La resa di un amore di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Seguici su YOUTUBE
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
26 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
26 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Ho ucciso mia madre
di Giuseppe Aversa
Pubblicato su SITO


Anno 2009 - Falco Editore
Prezzo € 15 - 240 pp.
ISBN 9788889848708

Una recensione di Michela Zanarella
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 10406
Media 79.94 %



Ho ucciso mia madre

"La storia che sto per raccontarvi parla di un ragazzo. Non uno come tanti altri.
Un ragazzo sfortunato, al quale il destino non ha risparmiato quasi nulla."

E' così che Giuseppe Aversa, autore del libro "Ho ucciso mia madre", Falco Editore, introduce nel quarto di copertina la sua storia, la sua vita.

Il titolo scelto dall'editore sconcerta e incuriosisce, proprio perchè ha un impatto forte ed immediato. Quell' "uccidere" non è inteso come azione fisica, bensì come espressione psicologica, un eliminare l'idea di colei che ha generato la vita e che allo stesso tempo ha tentato di distruggerla. Giuseppe Aversa è nato in Belgio da una famiglia mafiosa di origine siciliana. La madre, coinvolta attivamente in una faida, si trova costretta ad espatriare portando con sé i figli.

Dopo il trasferimento in Italia, il bambino, a soli cinque anni, viene indotto dai genitori a subire violenze di ogni tipo in cambio di denaro. Viene "ceduto", come merce di scambio a conoscenti e parenti per rapporti sessuali. 
Giuseppe ripercorre pagina dopo pagina tutto l'orrore di quei momenti; scrivere diventa una sorta di terapia liberatoria che gli consente di riportare dettagliatamente quelle ansie, quei continui tormenti che lo hanno perseguitato per anni, con il rischio di riprodurre nella sua mente incubi eterni.
Il raccontarsi è dunque un bisogno naturale al fine di tradurre il dolore in parole indelebili.
Può un bambino violentato, sfruttato, picchiato liberarsi da memorie negative e salvarsi da ferite così profonde?

L'autore ci espone con naturalezza la sua situazione di piccolo individuo avvolto da fantasmi crudeli, ci fa entrare nella sua esistenza senza luce e senza calore, ci afferra il cuore con una scrittura semplice ed a tratti acerba.

L'abuso sui minori è un tema dalla delicatezza estrema, spesso si preferisce non vedere e non sapere.
Aversa attraverso la realizzazione del romanzo riesce in parte a riscattare l' "infanzia negata", riprende quel sorriso che sembrava ormai dimenticato.
Grazie all'intervento delle forze dell'ordine, Giuseppe  viene dato in affidamento assieme al fratello Samuele ad una famiglia di Firenze e torna a condurre un'esistenza normale.
"Molti vogliono cambiare il mondo, per tanti motivi, e ogni persona può dare il proprio contributo.
Ci sono persone che con coraggio e impegno hanno cercato e cercano di cambiare il mondo. Magari ci riescono, anche solo in parte.Non possiamo sapere quale futuro aspetta ognuno di noi.

Possiamo solo imparare dal passato nostro e da quello degli altri, prendere ciò che più ci serve e che ci manca per migliorare e crescere."


Una recensione di Michela Zanarella






Recensioni ed articoli relativi a Giuseppe Aversa

(1) Ho ucciso mia madre di Giuseppe Aversa - RECENSIONE

Testi di Giuseppe Aversa pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Michela Zanarella

(1) Neoplasie civili di Lorenzo Spurio - RECENSIONE
(2) Trinacrime - Storia di un pentito di mafia di Alessandro Vizzino - RECENSIONE
(3) La giacca mimetica di Armando Bonato Casolaro - RECENSIONE
(4) Eventi in versi di Enrica Meloni - RECENSIONE
(5) A dieci minuti da Urano di Carla De Angelis - RECENSIONE
(6) Un sorriso in una lacrima di Eros Otto - RECENSIONE
(7) Strokes di Stefano Pitino - RECENSIONE
(8) Solo quattro mura di Gianluca Purgatorio - RECENSIONE


 

Altre recensioni:






-

dal 2011-01-13
VISITE: 16548


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali