Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele Speciale Autunno 2021 - Ora disponibile in formato cartaceo (20/10/2021)    Foglio Letterario n.21 ON LINE - AUTUNNO DEI LIBRI (13/10/2021)    PB AUDIOLIBRI Presenta Incendio nell'oliveto di Grazia Deledda (10/10/2021)    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    [09/12/2021] 1 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    La Couleur d\'un Poeme scadenza 2021-12-20    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Strani amori di Barbara Becheroni     L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Maurizio Salabelle (1959-2003) La narrativa italiana nel segno del surreale     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo    Racconti     Vivere di Francesco Maria Bologna     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Con la "de palo" di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Ritornerà? di Elisa Negri     Sono qui di Elisa Negri     Biglie di Marco Pataracchia     Nelle mie terre di Marco Pataracchia     Paura di volare- di Catia Capobianchi    Cinema     Shadows (Ombre) (USA 1959) regia di John Cassavetes     The Censor, un horror sociale britannico ( 2021) regia di Guerrilla Metropolitana     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller    Musica     Le rose e il deserto, un progetto artistico di Luca Cassano che nasce da Pisa (2021) - Luca Cassano     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Angolo di SImone
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
18 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
1 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
34 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo.
di Stefano Lanuzza
Pubblicato su SITO


Anno 2004 - Editore Nuovi Equilibri
Prezzo € 7 - 110 pp.
ISBN 887226829

Una recensione di Gordiano Lupi
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 11840
Media 79.66 %



Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo.

Fa piacere leggere un libro come questo che si propone sin dal frontespizio come un “antimanuale di scrittura e lettura” e che con un bel titolo alla Baraghini (il copyright però ce l’ha Totò) introduce al problema delle scuole di scrittura. Stefano Lanuzza oltre tutto è uomo di così grande cultura letteraria che io mi sento un po’ in soggezione a leggere tutte le citazioni che ha messo nel suo manuale, mi sa che ho trovato uno che ha letto parecchio più di me, devo mettermi in pari. Confesso che non mi pare possibile che Lanuzza parli dell’inutilità delle scuole di scrittura creativa, credevo di essere solo io a dirlo e invece no, sono in buona compagnia. Una scuola di scrittura sforna autori fotocopia, produce cloni degli insegnanti, autori senza idee che scrivono tutti allo stesso modo e soprattutto scrivono di niente, senza sangue e senza cuore. E allora invece di spendere milioni per frequentare una scuola di scrittura compratevi questo manuale di Stefano Lanuzza, che vi insegna tutto quello di cui avete bisogno prima mettervi al computer e cominciare a fare gli scrittori. Lanuzza sostiene (e questa cosa mi pare di averla già sentita) che scrivere non è un mestiere, quindi trovati un lavoro, aspirante scrittore, e dopo che hai un lavoro nel tempo libero scrivi e fallo secondo le regole della lingua italiana, della grammatica, secondo gli schemi guida che Lanuzza ti ricorda, ma che se hai frequentato le scuole superiori ti dovrebbero avere insegnato da tempo.
Il libro di Lanuzza è composto di tanti brevi capitoli che si leggono con piacere e interesse, soprattutto perché l’autore dà parecchi consigli di lettura che mi sento di condividere. Dice che dobbiamo riscoprire i classici e rileggere i libri importanti, cose come Paradiso di Lima, Ulisse di Joyce e tutto Shakespeare, mica di perdere tempo con Aldo Nove e Tiziano Scarpa! E tra i contemporanei consiglia Pedro Juan Gutierrez (che Danilo Manera su “Limes - Cuba dopo Cuba” definisce indigesto, santo Dio, ma a chi fanno parlare di Cuba e di autori cubani?), Italo Calvino e Luigi Pirandello, ma anche Alberto Moravia e Cesare Pavese. Mi sono sentito bene a leggere questo manualetto, ché mi pareva d’averlo scritto io a mo’ d’appendice di “Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura”, mi si perdoni la citazione.
L’aspirante scrittore trova in questo libro un sacco di consigli utili per affrontare tutte le difficoltà da lettore e da scrittore, ché non si può essere l’uno senza l’altro, sono due cose in simbiosi.
Mi va di citare due frasi di Lanuzza che mi sono appuntato: “Non sono scrittori coloro che leggono solo se stessi” e “La pretesa di poter insegnare la scrittura è ingannevole quanto l’idea qualunquistica secondo cui tutti scrivono...”. E poi ve li raccomando gli insegnanti di scrittura creativa di oggi, gente che si chiama Alessandro Baricco e Giulio Mozzi, mica Shakespeare e Bukowski. Pure se è vero che i corsisti di solito pretendono di clonarsi su Baricco (che ha successo e quello attira mica la scrittura) e non su Gadda o su Calvino. Di sicuro è più facile imparare a scrivere come Baricco, Nove, Nori, Scarpa, Drago e De Carlo che assomigliare vagamente a Pavese e Moravia.
Un corso di scrittura non vi servirà a niente, solo a buttare i vostri soldi, ché pure se lo tenessero Fenoglio e Bianciardi non vi trasmetterebbero le idee e la loro genialità. A scrivere non si insegna, purtroppo, a scrivere si impara solo scrivendo e leggendo, con tanto allenamento e conoscenza delle regole. E per farvi conoscere le regole questo piccolo libro di Lanuzza è fondamentale, pure perché vi mette in guardia dai recensori e dai consigli interessati, vi dice che in Italia non c’è più la critica indipendente. I recensori parlano bene dei libri editi dalla casa editrice che paga lo stipendio e guarda caso gli unici libri recensiti sono quelli degli editori che possiedono riviste e periodici. Poi ci sono i libri degli amici che vanno trattati come piccoli geni, c’è l’Aldo Nove di turno che fa comodo parlarne bene, poi lui parlerà bene di te alla prima occasione. Su questo gioco al sostegno reciproco si regge l’asse Mozzi-Covachich passando per Scarpa-Nori e tutti gli altri del giro Einaudi Stile Libero e Monadori Strade Blu. Chi resta fuori dal giro può consolarsi con la libertà di dire le cose che pensa, senza sederi da omaggiare e favori da rendere. Se ci pensate non è cosa da poco poter consigliare un libro controcorrente come questo “Punto, punto e virgola…” al posto di un’inutile stage alla Scuola Holden. Chi pubblica le sue riviste con Baricco sponsor mica se lo può mica permettere...


Una recensione di Gordiano Lupi






Recensioni ed articoli relativi a Stefano Lanuzza

(1) Lorenzo Calogero, il “folle” medico-poeta di Melicuccà a cura di Giuseppe Antonio Martino - ARTICOLO
(2) Punto, punto e virgola, un punto e un punto e virgola. Meglio che abbondiamo. di Stefano Lanuzza - RECENSIONE

Testi di Stefano Lanuzza pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Gordiano Lupi

(3) L’aritmetica del noi di Paquito Catanzaro - RECENSIONE
(4) Non muoiono le api di Natalia Guerrieri - RECENSIONE
(5) Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan - RECENSIONE
(6) Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov - RECENSIONE
(7) Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio - RECENSIONE
(8) Raúl Castro di Domenico Vecchioni - RECENSIONE
(9) La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli - RECENSIONE
(10) Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa - RECENSIONE
(11) Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili - RECENSIONE
(12) Il cinema horror italiano 1970 - 1990 di Federico Tadolini - RECENSIONE
(13) Io, Daniela di Daniela Giordano - RECENSIONE
(14) L’alba dello scudetto di Simone Manservisi - RECENSIONE
(16) La piccola cineteca degli orrori di Manlio Gomarasca e Davide Pulici - RECENSIONE
(17) Ore Piccole di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(18) Il Maradagàl, una rivista oltre le mode di Gordiano Lupi - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2006-05-16
VISITE: 25695


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali