Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    Debutta in libreria FVE editori - Dal 3 dicembre, una nuova casa editrice in tempi di lockdown (09/12/2020)    Neil Gaiman: Storie Perdute (Prorogato al 31 Dicembre) (09/12/2020)    Online l'INTERA rivista del Foglio Letterario di settembre! (05/10/2020)    [16/06/2021] 0 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Viaggio al centro della terra - Capitolo 2 di Jules Verne letto da Gabriel Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 1 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Le tigri di Mompracem - Capitolo 2 di Emilio Salgari letto da Marco R. Capelli     Arrivederci Platone di Daniele Mancuso letto da Voce Robotica Youdao     L'isola del tesoro - Capitolo 1 di Robert Louis Stevenson letto da Marco R. Capelli    RECENSIONI    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Le memorie di una gatta di Lodovica San Guedoro     Essi partivano, noi partiamo di Giusi Sapienza Joven     Quadri veneziani di Carla Menon    Una musica costante di Vikram Seth    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri     Una chiave di lettura della tetralogia L’amica geniale     Poe: L’uomo della folla     Feijoo y su lector en la telaraña del duelo    Racconti     Il manichino di Vittorio luciano Banda     La divoratrice di anime di Davide Stocovaz     Dentro di Massimo Martinelli     Attese di Stefania Lami     Growl di Paola Emma Labate (diana Jett)    Biografie     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)     Sturluson, Snorri (1176-1241)    Traduzioni     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Der Panther / La Pantera di Rainer Maria Rilke trad. di Paolo Esposito     Maternità trad. di Maria giovanna Varasano    Poesie     Spero presto di Amedeo Bruni     06 Aprile di Debora Palmieri     Da un rifiorire di memorie di Angelo michele Cozza     Parole di Palmira De Angelis     In Paradiso c’è di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Facebook
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
6 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
43 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Amore a ore
di Giovanni Bogani
Pubblicato su SITO


Anno 2006 - Edimond
Prezzo € 12 - 260 pp.
ISBN 2147483647

Una recensione di Gordiano Lupi
UN SOLO VOTO AMMESSO
Riprova tra 24 ore
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 10719
Media 79.66 %



Amore a ore

Luca ha quarant’anni, ha avuto quaranta amori, ha quattro amici, ha quattro milioni di libri in una casa di quaranta metri quadri, ha quattro sogni che non dice a nessuno, quattro giorni belli ancora da incontrare, Luca ha quattro segreti, uno è che non è intelligente come ha spesso fatto credere, l’altro è che vorrebbe essere immortale, non ricco, non potente, solo immortale, vivere per sempre, semplicemente questo, vedere la fine dell’universo fino a tutti gli infiniti, uno oltre l’altro, c’è sempre un infinito più in là, tutti gli infiniti del tempo – il terzo segreto è che sogna sempre luoghi bellissimi in cui perdersi, e toccare le dita di Dio. Il quarto segreto è che non lo sa nessuno, ma lui crede nell’amore.
Comincia così, come un bolero triste e malinconico, l’ultimo romanzo di Giovanni Bogani, uno scrittore che sa raccontare l’amore in maniera dolce e struggente, ma al tempo stesso molto letteraria. Amore a ore sembra proprio un libro autobiografico, ma la cosa non infastidisce, perché l’autore racconta con bravura una bella storia, vissuta sulla propria pelle. Luca è l’alter ego dell’autore, perché anche lui è appassionato di cinema, cita in continuazione sequenze da film di Nanni Moretti e Roberto Benigni, e alla fine inserisce tra i protagonisti anche l’amico Carlo Verdone. Luca è un eterno bambino che ha un cattivo rapporto con la madre e si innamora di Viola, una ventenne dai capelli neri che parla poco ma sa ascoltare, indossa jeans lunghi, maglioni larghi e scarpe da tennis. Noi maschi siamo tutti dalla parte di Luca, che ha vent’anni più della ragazza e soffre per la presenza di un terzo incomodo (l’ex fidanzato di Viola). Non anticipo il finale del libro (che vive di grande tensione narrativa) e se volete sapere con chi resta Viola dovete comprare il libro. Molto bella la colonna sonora del romanzo: Claudio Lolli, Francesco Guccini, Francesco De Gregori e Fabrizio De André. Non solo. Durante un malinconico Natale a base di pranzi casalinghi a casa di una madre che Luca non comprende, ascoltiamo anche Jesahel e ci fa venire un tuffo al cuore per la nostalgia. Quando Luca fa l’amore con Viola, la colonna sonora diventa intensa e lui precipita in una spirale onirica che lo porta a vagare tra visioni cinematografiche e sogni di viaggi lontani. Bogani scrive capitoli che scorrono con leggerezza, ma cura la forma in maniera certosina e affascina il lettore con un linguaggio molto letterario. Amore a ore è un libro molto più profondo di tanti prodotti di consumo pubblicati da importanti marchi editoriali.
Giudicate da soli leggendo la descrizione di Viola.
Viola ha vent’anni, jeans lunghi che le nascondono le gambe, capelli neri come quelli di Dylan Dog, pelle bianchissima e maglioni troppo grandi, scarpe da tennis che raccontano di prati, di case di studenti, pomeriggi infiniti tra chiacchiere, libri, sigarette, una festa da qualche parte. Viola ha un punto interrogativo al posto del cuore, Viola ha amiche che parlano parlano, e lei è sielnziosa come un gatto che ti guarda da qualche parte, nascosto nella stanza, Viola ha mani piccole nascoste sotto le maniche enormi del suo maglione, Viola ama la pioggia, Viola ascolta musica più scura dei suoi occhi neri come temporali, Viola ama cantanti magri, dannati, l’esercito delle tenebre sprezzanti. E anche i ragazzi li ama così.
Non sono mai stato un grande lettore di romanzi d’amore, ma quando ne trovo uno intenso e ispirato come questo mi dispiace arrivare alla parola fine. Forse è vero che per scrivere bene di temi come l’amore e la perdita di un amore è necessario fare un’esperienza forte che impone la scrittura di un romanzo. Bogani aveva una storia importante dentro di sé e l’ha saputa esprimere con grande poesia. Amore a ore è un libro sincero e intenso, un libro così bello che vorrei averlo pubblicato io, scriverlo no, ché mica sono capace a scrivere romanzi d’amore. Bogani sì. Lui lo sa fare parecchio bene.


Una recensione di Gordiano Lupi






Recensioni ed articoli relativi a Giovanni Bogani

(1) Amore a ore di Giovanni Bogani - RECENSIONE

Testi di Giovanni Bogani pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Gordiano Lupi

(1) Volevo essere un supereroe della Marvel – vol. 1 di Matsuteia ed E.T.A. Egeskov - RECENSIONE
(2) Rintocchi di clessidra di Alessandro Del Gaudio - RECENSIONE
(3) Raúl Castro di Domenico Vecchioni - RECENSIONE
(4) La fata nel vento e altri racconti in rosso di Francesca Montomoli - RECENSIONE
(5) Undici Metri - Storie di rigore di Cristian Vitali e Maurizio Targa - RECENSIONE
(6) Italia arcobaleno - Luoghi, personaggi e itinerari storico - culturali LGBT di Giovanni Dall’Orto – Massimo Basili - RECENSIONE
(7) Il cinema horror italiano 1970 - 1990 di Federico Tadolini - RECENSIONE
(8) Io, Daniela di Daniela Giordano - RECENSIONE
(9) L’alba dello scudetto di Simone Manservisi - RECENSIONE
(11) La piccola cineteca degli orrori di Manlio Gomarasca e Davide Pulici - RECENSIONE
(12) Ore Piccole di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(13) Il Maradagàl, una rivista oltre le mode di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(14) Lamette di Gordiano Lupi - RECENSIONE
(15) 8 e un quarto di Paquito Catanzaro - RECENSIONE
(16) Consigli dalla punk caverna: A noi punk non ci resta che Al Bano di Fabio Izzo - RECENSIONE
>>Continua (click here)


 

Altre recensioni:






-

dal 2006-11-12
VISITE: 23208


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali