Progetto Babele Rivista Letteraria
© 2002 - Progetto Babele Rivista Letteraria - fondata da Marco R. Capelli
Cos'è PB? Chi siamo? Collabora con PB
Audiolibri BookShop Arretrati
HomePage Contatta PB Progetto Babele su Facebook Seguici su Youtube Instagram Linkedin Gruppo Telegram
TeleScrivente:    Progetto Babele 7 di nuovo disponibile in formato cartaceo (30/08/2021)    DISPONIBILE IL FOGLIO LETTERARIO NUMERO 20 (27/06/2021)    Il ritorno di Fernando Sorrentino (23/06/2021)    palcHOMEscenico in onda su MArteChannel | 40 eventi ‘made at home' 10mila euro per i musicisti emergenti | dal 16 al 29 dicembre (11/12/2020)    [23/09/2021] 3 concorsi letterari in scadenza nei prossimi quattordici giorni    "Appuntamento in nero" scadenza 2021-09-30    Domani non puo\' aspettare scadenza 2021-09-30    ZONAEBOOK scadenza 2021-09-30    EVENTI, PRESENTAZIONI, CORSI, SEMINARI, FIERE E SPETTACOLI    AUDIOLIBRI     Il vecchio della montagna - Capitolo 01 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 03 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 02 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 04 di Grazia Deledda letto da C.Caria     Il vecchio della montagna - Capitolo 05 di Grazia Deledda letto da C.Caria    RECENSIONI     Non muoiono le api di Natalia Guerrieri     Pasolini - L’uomo che conosceva il futuro di Marco Trevisan     Una vita da bipolare di Paola Gentili     Sleeping beauties di Stephen e Owen King    Il Barone di Giuseppe Antonio Martino    Il Parere di PB     Cambi di prospettive di Ilaria Ferramosca     Express Tramway di Vittorio Baccelli    Il lungo viaggio di Chaetodon Vagabundus di Francesco Sciortino    I buoni ed i cattivi frutti di Francesca Ricci     Dio tu e le rose di Brunetto Salvarani e Odoardo Semellini    Articoli e saggi     Il vecchio della montagna     Poesia e videopoesia nel mondo contemporaneo.     Il preromanticismo e l’inizio del romanticismo in Germania     Dell’umorismo di Franz Kafka de Il processo     I principali elementi del pensiero di Vittorio Alfieri    Racconti     Che cosa leggiamo domani? di Massimiliano Scorza     La mia intervista impossibile di Gianluigi Redaelli     La svolta di Barbara di Jacob Von bergstein     La roulette di Cinzia Baldini     Trapianto di Carlotta Reboni    Biografie     Fazil Iskander (1929-2016)     Svevo, Italo (1861-1928)     Deledda,Grazia (1871-1936)     Némirovsky,Irene (1903-1942)     Walsh, Rodolfo (1927-1977)    Traduzioni     Un campionato incompiuto di Fernando Sorrentino trad. di Marco R. Capelli     Barman Adgur di Fazil Iskander trad. di Aldona Palys     La signorina Cubbidge e il dragone del Romanzo di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Dove sale e scende la marea di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud     Il sacco di Bombasharna di Lord Dunsany trad. di Manny Mahmoud    Poesie     Chiusura di Marco Pataracchia     Il suo nome? di Amedeo Bruni     Se io fossi ancora qui di Giulia Calfapietro     Angelo invisibile di Giulia Calfapietro     Il cuore in saldo di Giulia Calfapietro    Cinema     Forbidden Voices - How to start a revolution with a laptop (Svizzera 2012) regia di Barbara Miller     The Blind Side (USA - con Sandra Bullock: Leigh Anne Tuohy Tim McGraw: Sean Tuohy Quinton Aaron: Michael Oher Jae Head: S.J. Tuohy Kathy Bates: Miss Sue 2010) regia di John Lee Hancock     Becoming Jane (Con Anne Hathaway, James McAvoy, Julie Walters, Maggie Smith, James Cromwell 2007) regia di Julian Jarrold    Musica     Scimpanzè (2015) - Loris Dalì     FIN (2014) - - Thomas -     Chimera (2014) - Ottodix    
Email
PSWD
AddsZone
Save the Children Italia Onlus
Bookshop
La Rivista
Copertina
Scarica gratuitamente
l'ultimo numero della rivista
Cart ARRETRATI
BookShop
PB Interactive
>>Stazione di servizio
Consigli & indirizzi per aspiranti scrittori
>>Telescrivente
Le NEWS di PB - quasi un Blog
>>L'angolo di Simone
Dedicato ai più piccoli
>>Piccolo spazio pubblicità
Le vostre inserzioni su PB
PB consiglia
Concorsi e premi letterari
11 concorsi in archivio
Eventi Mostre Presentazioni Spettacoli
0 eventi in archivio
Novità in libreria
NOVITA' IN LIBRERIA
45 novità in archivio
Doc
Newsletter Conc.&Eventi
Iscriviti ora, per essere sempre informati su Concorsi Letterari ed Eventi Culturali!
Assaggi
Le Recensioni
     

Effetto albatro
di Cerretani Fabio
Pubblicato su SITO


Anno 2007 - Robin Editore
Prezzo € 14 - 336 pp.
ISBN 9788873712992

Una recensione di Silvia Castelli
VOTA QUESTO TESTO
Insufficiente Sufficiente Discreto Buono Ottimo

Votanti: 8092
Media 78.97 %



Effetto albatro

I primi cinquant’anni di un uomo innamorato della letteratura, e quasi condannato a scrivere dal fatto di aver ricevuto il Dono, individuato in lui fin dal  liceo da un professore di scuola che lo  prediligeva per  la sua inconsueta, sottile sensibilità. Quello che si rivelerà la sua condanna, la sua fonte di infelicità, il modo goffo e perdente per sfuggire  ad un impatto troppo crudo con una realtà quotidiana banale e senza troppo sapore. Il lungo cammino di un ragazzino, diventato uomo e padre di famiglia, verso una forma di consapevolezza amara, che lo porta a scendere dall’azzurro del cielo, segno di libertà e dell’ “altrove” , verso   la terra, luogo dell’esilio. La metafora dell’albatro, uccello marino dalle grandi ali che nella celebre poesia di Baudelaire viene catturato e ridotto in cattività dai marinai, è quella che allude al poeta, all’uomo di lettere che, quasi reso ridicolo  nelle sue più intime aspirazioni, viene a forza riportato con i piedi per terra.

Su esortazione di una strana specie di terapista, cha ha il compito di ricondurre l’eterno scrittore esordiente alla concretezza, il protagonista narra la storia del suo sostanziale fallimento ad un fantomatico - ma neanche troppo - dottor Pautasso, capo-redattore della Casa editrice Philadelphia. Si comincia dall’infanzia, vissuta in una scomoda e umida casa di un paese della provincia umbra, tra le lamentele di un padre manovale delle Ferrovie che per il figlio sogna un posto da capostazione e che considera il liceo classico una scuola da finocchi, e  le occhiate pietose della madre, donna di fatica del conte Angrisani, notabile del paese con addentellati mooolto in alto. Il primo oltraggio consumato alla sua condizione di predestinato albatro è l’iscrizione al liceo classico, compagno di classe niente di meno che di Clara, la viziata e provocante contessina, ignorante fino alle lacrime che però, attraverso oscure manovre, riesce a superarlo alla maturità e che poi, diventata prima hippie e poi commerciante di chincaglierie indiane, finisce addirittura a lavorare alla Presidenza del Consiglio, e poi addirittura nel catalogo dalla prestigiosa Philadelphia. L¹università si consuma a Roma tra letture vorticose e lavori utili a mantenersi (venditore e friggitore di supplì), e la laurea arriva tra l’incredulità dei genitori. Segue l’inevitabile disoccupazione vaticinata dal padre ferroviere.
La salvezza viene da un concorso, e il nostro entra come funzionario in un Ente Inutile. Da allora, le sue migliori energie si sprecano nella gestione di pratiche inconcludenti e in tediosi sopralluoghi contabili. Grazie alle parole di un centenario, titolare di una ditta di sanitari da lui ispezionata, sente tutto il ribrezzo per il lavoro che svolge, e capisce che il suo destino è quello di dare sfogo alla sua vena più profonda: scrivere.
Senza demordere inizia a partecipare a premi letterari di ogni tipo e livello, piazzandosi sempre discretamente ma senza mai spiccare il volo, ottenendo il successo pieno solo nei concorsi senza montepremi in denaro e collezionando diplomi prodotti in serie e targhe in silver plated.
La terza e ultima parte del romanzo, davvero spassosa, descrive il suo muoversi nel sottobosco dell’editoria: i contatti con lo scrittore affermato e vanaglorioso che finge di occuparsi di lui, gli editori a pagamento, i premi letterari truccati, i disperati tentativi di darsi visibilità, fino allo smacco finale, clamoroso, nel premio letterario per Inediti più importante d’Italia, e allo svelarsi della trama che regge l’intero intreccio.

Un romanzo sempre teso e credibile, una lettura gradevole ma che fa riflettere, una morale che ribadisce, ancora, l’inutilità della poesia e della letteratura nella società borghese industrializzata, uniformata e decisamente utilitarista.


Una recensione di Silvia Castelli






Recensioni ed articoli relativi a Cerretani Fabio

(1) Effetto albatro di Cerretani Fabio - RECENSIONE

Testi di Cerretani Fabio pubblicati su Progetto Babele

Nessun record trovato

Altre recensioni di Silvia Castelli

Nessun record trovato


 

Altre recensioni:






-

dal 2007-10-04
VISITE: 13741


Segnala un malfunzionamento in questa pagina
© Copyright Note:
Tutto il materiale qui pubblicato è proprietà intellettuale degli autori.
Come tale non può essere riprodotto, tutto o in parte, senza preventivo consenso degli autori stessi.
GDPR 2018 - Privacy & Trattamento dati personali